Vitaly Petrov potrebbe lasciare la F1 a fine anno

La Russia ospiterà il suo primo GP di Formula 1 nel 2014, ma il primo pilota russo della storia del mondiale potrebbe non prendervi parte. Oksana Kosachenko, manager del pilota Vitaly Petrov, ha infatti ammesso che il futuro del suo assistito potrebbe anche essere lontano dalla categoria regina delle ruote scoperte.

Vyborg Rocket – così hanno soprannominato Petrov in Russia – si è dovuto accontentare di un posto in Caterham questa stagione, dopo che la Lotus gli ha preferito Raikkonen. La manager del russo, in una intervista a Sport Express, racconta: “A inizio stagioje non c’era un volante disponibile, stavamo già valutando quale nuova direzione prendere”.

L’obiettivo principale è far diventare l’attività di Petrov remunerativa per il pilota che, a quanto pare, non guadagna abbastanza. La Kosachenko non ne fa segreto: “La F1 è fantastica e molto prestigiosa, ma a Vitaly non porta soldi. Perché? Ci sono diverse ragioni. In Russia è difficile ‘vendere’ un atleta, praticamente impossibile promuovere un corridore di Formula 1”.

La gara di Sochi, nel 2014, potrebbe però essere un aiuto notevole da questo punto di vista. Ma se ciò non accadesse, allora Petrov potrebbe guardare altrove: “Se la presenta di un pilota russo in F1 sarà interessante solo per noi, valuteremo cosa fare al di fuori dei Gran Premi”.

15 Commenti

  1. VAI A FARE IL TASSISTA A MOSCA!!!!!!!!!!
    Essere inutile, l’unica cosa che hai fatto quest’anno e di essere riuscito a cacciare un campione come Trulli(fra l’altro ultimo pilota italiano che era rimasto in formula uno)!
    Brutto come la fame, lento come una lumaca!
    Capace solo di cacciare i migliori solo perché papà gli ha pagato un sedile
    Rappresenti ciò che gli esseri umani eliminano del cibo non utilizzato!!!!

  2. “Si è dovuto accontentare”? Mi chiedo quali fossero le sue reali ambizioni, magari il prossimo anno dirà che la McLaren ha preferito rinnovare con Hamilton piuttosto che puntare su di lui……ma va’ va’. Guarda in faccia la realtà, è stata la Caterham a preferire i tuoi soldi all’esperienza di Trulli

  3. Ide era un pilota scarso, Petrov è un pilota nella media che comunque è stato capace di belle manovre nella sua breve carriera (youtube.com/watch?v=EAsY93pN0kI, un esempio), ma se vuoi lasciare la f1 perchè non guadagni abbastanza… allora è il momento che smetti.
    spero sinceramente che se lo sia inventato la manager, altrimenti sarebbe davvero deludente

  4. Esempio di pilota mediocre (se non scarso) che corre solo perchè ha portato sponsor e soldi, è stato più conosciuto per aver bloccato Alonso ad abu dhabi nel 2010 che per altro

  5. “La F1 è fantastica e molto prestigiosa, ma a Vitaly non porta soldi. ….chiedo venia,oggi come oggi ci sono talenti veri che vengono finanziati da sponsor per correre, questo Petrov che non può definirsi talento e si aspetta pure di guadagnarci?!
    stiamo rasentando il ridicolo…!

  6. “si è dovuto accontentare di un posto in Caterham questa stagione, dopo che la Lotus gli ha preferito Raikkonen.” Aspetta aspetta…non c’è un tono polemico giusto? non sta quindi paragonando Petrov a RAIKKONEN vero? O_O

  7. Ma se ne vada pure,sto cosacco Russo del cavolo.Paga una fortuna per correre,fa fuori piloti più meritevoli,spara dichiarazioni a ca££o e poi si lamenta pure che guadagna poco?!!!Do svidanya tovarish Frankenstein. Ma dove t’hanno trovato figlio mio.E poi tanto per curiosità, ma da dove viene fuori il soprannome ?Ma quale rocket e rocket.A meno che non si intendano certi razzi sovietici fatti coi piedi e pertanto saltati in aria.Insomma,ha avuto pure il coraggio di lamentarsi del Mugello,ma che cavolo.
    E mi ha pure bloccato Alonso ad Abu Dhabi 2010, min*ia!(Vabbe’ dai per l’ultima scherzavo…..più o meno (l’avrei ammazzato anche se era incolpevole solo solo per sfogarmi)).

Lascia un commento