McLaren Mp4-27: arma letale… A doppio taglio

Bella è bella, o quantomeno la meno brutta di questo Mondiale 2012, dominato dai musi scalinati che farebbero storcere il naso anche a chi di F1 non interessa nulla. Veloce? Beh, no. E’ velocissima. A dire il vero, è la vettura più veloce del lotto e lo è stata per gran parte degli appuntamenti del Mondiale in corso: ha vinto due GP con Jenson Button e addirittura tre con Lewis Hamilton, unico driver – assieme ad Alonso – ad aver colto un trittico di successi in questa stagione e la monoposto è la più vincente del 2012.

Insomma, per la McLaren Mp4-27, i numeri parlano e dicono tutto. Nata sotto i migliori auspici, già dai test invernali tutti avevano intuito che la neonata in casa Whitmarsh & Co. avrebbe fatto da punto di riferimento tecnico, quantomeno per la prima parte della stagione. E così è stato. Ma c’è un ma.

Se nella prima parte della stagione sono stati errori di piloti e box a far scarseggiare il bottino di successi della creazione del pool di ingegneri guidato da Paddy Lowe, nella prima parte estiva sono arrivati i primi problemi: errati aggiornamenti hanno fatto sprofondare le prestazioni di Hamilton e Button. Il secondo step invece ha fatto tornare a volare la Mp4-27 come nei primi GP.

Il problema, dunque, dove stà?  Dopo la gara sfortunata a Silverstone, per i due alfieri McLaren, è iniziata la remuntada, non fosse stato per un piccolo particolare. Dal GP di Germania, disputato ad Hockenheim, Hamilton e Button si sono spartiti tre vittorie e due secondi posti. Il vero problema è che, quando uno dei due arrivava alla vittoria o, nel caso peggiore, al secondo posto, l’altro ha avuto problemi tecnici che hanno costretto al ritiro uno dei due, a turno. Ma vediamo la sequenza di vittorie-rotture in questione:

Monaco: Rottura dello sterzo per Button e 5° posto per Hamilton

Germania: Cedimento del differenziale nella vettura di Hamilton. Button secondo.

Ungheria: Vittoria per Hamilton ma problemi di affidabilità hanno relegato Button ad un deludente 6° posto.

Italia: Problemi di pescaggio benzina per Button, ritirato. Trionfa Hamilton.

Singapore: Rottura del cambio per Hamilton al 23° giro. Sino a quel momento aveva stradominato la gara. Button termina al secondo posto.

Tutti questi guasti hanno portato Button fuori dai giochi per il titolo piloti, Hamilton ad un distacco importante dalla vetta e un gap dalla Red Bull, nel Mondiale dedicato ai Costruttori, che sarebbe nullo senza questa preoccupante sequenza di ritiri.

La Mp4-27 è velocissima, la più veloce. Un’arma letale per gli avversari McLaren quanto per la McLaren stessa. L’affidabilità dunque è l’unico grande neo che potrebbe inficiare sulla rincorsa ai titoli. La monoposto di Woking sembra ripercorrere le orme di un’ormai lontana progenitrice: la Mp4-20 con la quale Raikkonen perse il titolo mondiale a causa della cronica inaffidabilità. Era indubbiamente la vettura più veloce della stagione, ma anche la più fragile e Alonso ringraziò, conquistando il suo primissimo iride.

Restando in tema di monoposto potenzialmente vincenti ma “azzoppate” da un’affidabilità alquanto discutibile, ecco la molto più recente RB5, la quale contese il mondiale alla Brawn GP di Button. Velocissima anche senza il “double decker”, perse il titolo a causa dell’inaffidabilità e di un avvio di stagione a “singhiozzo”.

In McLaren dovranno far tesoro di queste gare appena disputate per cercare di porre rimedio e puntare ai titoli. Il potenziale della vettura c’è ed è il migliore, Hamilton è concentrato come non mai e Button sembra aver trovato il feeling giusto con la monoposto. Servirà anche della fortuna ma, a Woking, l’audacia non manca affatto.

 

51 Commenti

  1. Ma si, ma si, alla fine la colpa ed il demerito, sono tutti della mclaren, quest’anno ai nostri piloti, gli si posson imputare solo un paio di errori ciascuno tra gara e week end, in 14 appuntamenti.

    Se andiamo a vedere nel complesso, la McLaren ha toppato come una squadra di principianti, sia con le soste ai box nelle prime 8 gare della stagione, poi ha toppato lo sviluppo dalla gara 4 alla gara 9, ben 6 gare, hanno toppato a barcellona, non solo per la benzina mancante, ma anche perchè Hamilton prendeva dagli 8 decimi al secondo abbondante al giro su maldonado ed alonso, e non c’entra che fosse nel gruppo, perchè neanche a pista libera, riusciva a fare i tempi di quelli davanti…prendevamo paga anche da di resta ed hulkenberg in quella gara…quindi, anche partendo dalla pole, non si andava da nessuna parte con quel passo gara.

    E’ un’annata stortissima, dove per di piu ci si mette pure la sfiga enorme, perchè sono anni che la mclaren non soffre problemi di affidabilità continui come da 4 gare a questa parte….
    Non mi sembra il caso di chiamare i recenti problemi tecnici, “pessimo lavoro dei ragazzi di woking” ma mi sembra piu una macumba voodoo che ci sta colpendo.

    Ed in piu…per concludere, c’è chi si avvantaggia LECITAMENTE si, ma immeritatamente delle disgrazie altrui, senza lode, senza gloria….

    in 4 gare, 3 vittorie argentate in cui Hamilton ha raccolto 50 punti (2 vittorie e 2 ritiri) e Button 51 (1 vittoria, un’8° un 2° secondo posto ed un ritiro…

    E’ davvero frustrante tutto questo…ma alla fine la colpa è solo nostra.

      1. Ciao peppe….secondo me non sono affatto collegate, ma sono cose che non hanno nulla a che vedere con la competitività.

        Il problema di pescaggio della benzina non è un problema che puo essere collegato alle prestazioni, così come non credo assolutamente che il cambio possa risentirne.

      2. Secondo me invece sono collegati, guarda caso anche la Ferrari di Alonso ha rotto qualcosa a Monza dopo che era stata approntata una nuova sospensione solo per questo circuito.
        Poi abbiamo scoperto che era solo un bullone avvitato male, resta il fatto che anche una soluzione nuova che in teoria è affidabile deve comunque integrasi nell’equilibrio delicatissimo del lavoro dei meccanici. Quando arriva qualcosa all’ultimo momento non puoi permetterti di fare il controllo qualità del pezzo montato come una banalissima barra di torsione. Poi io ho qualche dubbio che la Mclaren nascondi qualcosa al cambio, secondo me è quello il vero punto debole e ho anche qualche dubbio che il pescaggio della benzina non c’entri con il ritiro di Button.
        Se la Mclaren ha tutti questi problemi diversi l’uno dall’altro allora la cosa è piu’ grave di quanto si possa pensare. Devono fermarsi e riorganizzare tutto il controllo qualità congelando momentaneamente eventuali sviluppi

      3. Se si va ad analizzare le gare dal momento in cui la McLaren ha portato il pacchetto EVO col quale è tornata a volare, alla fine solo solo 2 i veri ritiri dovuti a rotture meccaniche: Monza e Singapore. Il ritiro di Lewis a Hockenheim è stato forzato anche dall’aver fatto tutto un giro di pista su 3 ruote con evidente sforzo del differenziale che poi ha reso l’anima, e secondo me anche da un fatto di convenienza..non sarebbero arrivati punti in quella gara e allora tanto valeva ritirarsi con una motivazione tecnica plausibile e mettere tutto nuovo per Budapest…la rottura di Jenson a Monza è stata strana, quella del cambio andato in malora a Lewis domenica è stato il secondo guaio al cambio dell’anno dopo la Cina….allarme afidabilità ok ma non da dover fermare tutto secondo me.

    1. NO CARIBBEAN dai non esagerare !!!
      Dopotutto la Mp4-27 è attualmente una SIGNORA MACCHINA.
      Paghiamo soprattutto l’incostanza prestazionale di metà stagione, direi dal BARHAIN a VALENCIA.
      IL SOLITO DIFETTO DELLA MCLAREN di tutte le stagioni.

  2. Condivido l’analisi di ronny, così come quella dell’articolo ma vorrei smentire il grande luogo comune del 2012. A Spa Hamilton ha perso 8 decimi non solo certo per il carico aerodinamico. Ha semplicemente toppato tutto. Perchè, se così fosse, allora doveva recuperare nel tratto guidato, dove in linea teorica la sua monoposto era più efficace. Invece, nel secondo settore, quello più ricco di curve, dove lavora l’efficienza aerodinamica, non ha guadagnato affatto.
    Complessivamente la McLaren ha perso le sue occasioni, un pò per demeriti e anche per una sequenza di eventi decisamente poco fortunati. Occhio, come sottolineava qualcuno, comunque, nel credere che tutte le restanti gare siano un gioco interno alla McLaren, è ancora presto per dirlo…

    1. A Spa hamilton non ha perso 8 decimi in virtù del carico aerodinamico infatti ma bensi a causa della diversa ala posteriore..che gli ha fatto perdere 1.1 secondi nel giro,Lewis ha recuperato 3decimi nella parte guidata..

      1. Resta il fatto che la Ferrari e Alonso a SPA hanno preso quel distacco per un assetto quasi improvvisati e in gara con molte probabilità poteva essere molto competitivo. Il fatto che voi tifosi della Mclaren guardate solo il distacco in prova per farvi belli, ma in gara le cose cambiamo.
        Non avete mai avuto quel distacco in gara è un dato di fatto oggettivo nemmeno in Ungheria la pista meno favorevole, semmai a SPA abbiamo avuto la conferma di quanto i distacchi in qualifica significhino pochissimo, anche considerando il tempo di Hamilton con assetto sbagliato ecc.. ma la sua macchina non puo’ oggettivamente essere 1,5 piu’ lenta anche nell’arco della gara.
        I distacchi in questo campionato sono da prendere sempre con le molle e variano tantissimo, se ragioniamo come voi tifosi della Mclaren allora la Sauber che a Monza dava un secondo a tutti compres a la Mclaren nel finale dalla gara allora dimostra che la sauber è la miglior macchina….. ah ah
        La MClarnen è per adesso la migliore vettura da qualifica che però in gara torna fra i mortali e nel migliore dei casi viaggia a 1/2 decimi piu’ della concorrenza.

      2. Ok in gara tutto cambia concordo, però anche la McLaren ha dovuto improvvisare con gli assetti a Spa, come tutti..e sono state percorse 2 strade diverse da Button ed Hamilton, che ha premiato molto Jenson e ha fatto andare indietro Lewis..il gap IN PROVA è sempre quello (Monza esclusa) da un pò, sempre 8 decimi a Budapest, a Spa e a Singapore..ma per bocca degli stessi uomini Ferrari devono migliorare la qualifica altrimenti i miracoli non avvengono mica tutte le volte..In prova la McLaren è la miglior macchina, in gara poi sfrutta questa superiorità per farne tesoro: nei primi 9 giri a Singapore Alonso aveva accumulato quasi 13” di gap….e poi il gap andava pian piano a ridursi ma per ammissione di Hamilton lui stava andando a passo di crociera per gestire Vettel e forse per stressare meno il cambio..di tutti quella messa peggio secondo me è la Red Bull, su una pista strafavorevole perde la pole e non avrebbe vinto la gara se Lewis non si fosse ritirato..vediamo a Suzuka, secondo me in Giappone la lotta sarà tra McLaren e Ferrari, la Red Bull ha perso il tocco magico (o glielo hanno tolto….eheh)..

  3. Che dire, girano ancora e non poco da ieri pomeriggio..dal quel maledetto giro 24 dove la Freccia d’Argento n.4 ammutolisce e Lewis che in ogni modo tenta di rianimarla..un colpo al cuore.
    Ad ogni modo, si deve andare avanti. Lewis ieri su FB ha postato una frase di Martin Luther King, ove il senso era che i veri uomini si vedono nel momenti che devono rialzarsi dopo una caduta e non nei momenti agevoli. Sarà carico a cannone per Suzuka, pista storica e stupenda dove la McLaren MP4-27 secondo me volerà. Rilancio la mia piccola previsione: se Lewis lascerà Yoengam dopo il GP di Corea sotto la gara di distacco dalla vetta, il sogno sarà possibile.
    Altrimenti….beh sarà tutto utopistico. Ieri la McLaren in un circuito le cui caratteristiche l’avevano sempre fatta penare era prima e terza…solo Vettel su una Red Bull (che per sua ammissione era al limite per stare vicino a Lewis) tentava di contrastarci. Perchè non si può pensare di vincere tutte le 6 gare restanti?
    FORZA LEWIS FORZA JENSON FORZA MCLAREN…SI PUO’ FARE!

    1. perche nessuno è mai riuscito a vincere due gare di seguito e perche nelle prossime piste con curve veloci e rettilinei la ferrari verrà fuori e non ci sarà tale distacco e perche c’è il serio rischio pioggia almeno su 3 delle prossime 6 piste , giappone korea a brasile e sappiamo come soffri la mclaren con la pioggia e poi perche non hanno una macchina affidabile

      1. Curve veloci e rettilinei c’erano l’ultima volta a Spa..e in qualifica Alonso prese 8 decimi esattamente come a Singapore. In gara a Spa si passa, a Suzuka non così agilmente. Rischio pioggia sono d’accordo, in Corea più che altro..e chi lo sa che la McLaren non si sia sistemata anche con la pioggia? Su questo non ci sono riscontri..almeno col nuovo pacchetto di aggiornamenti.

      2. a spa alonso era davanti in qualifica a vettel e hamilton se nn ricordi nn e colpa mia; e poi la vedo difficile perche deve recuperare su due nn su uno solo e nn su due qualsiasi

      3. Se non stava davanti con la macchina pessimamente settata da parte della McLaren (e anche da Lewis perchè i setup si fanno in due pilota e team) era dura eh..io faccio riferimento ai migliori riscontri cronometrici delle due migliori vetture piazzate da team. E a Spa Button diede 8 decimi abbondanti ad Alonso pur sapendo che Jenson non è questo mago delle qualifiche..Io vedo durissima rimontare su Alonso più che su Vettel, il tedesco se non ha un missile per le mani non vince anzi si innervosisce, mentre Alonso sguazza in queste situazioni massimizzando tutto quello che trova. Se la Ferrari non azzoppa la corsa di Alonso sono ben conscio che l’iride è lontanissimo eh..

    2. finchè non c’è la matematica, tutti possono ancora sperare…però vi consiglio di non sottovalutare nessuno nè la Red Bull, nè la Ferrari….ad ogni gp le variabili sono infinite….

      1. Ciao Davide occhio perchè golewis sono io..quello è golewisgo..io la penso in maniera opposta alla sua il mondiale piloti è finito per Lewis.

      1. ricordatevi quanto stava indietro Vettel nel 2010 e poi come è finita…il mondiale finisce quando sarà la matematica a dirlo.

  4. con i se con i ma non si va da nessuna parte! la mclaren complessivamente è stata la vettura piu veloce di questo mondiale ma non la migliore , la migliore è quella che abbina velocita ad affidabilità e questo la mclaren non la ha, diciamo che la macchina perfetta sarebbe quella con la velocità della mclaren e l’affidaiblità della ferrari ma mi sembra che far convivere le due cose in questo mondiale sia molto difficile , o si è veloccissimi ma poco affidaibili oppure si è affidaibli ma un poi piu lenti , nessuno è riuscito a mettere insieme le due cose

      1. Era un giornalista inglese molto vicino alla McLaren che nei primi anni ’80 dava filo da torcere ad un certo Senna.
        🙂

        Anche Schumacher non è che se lo mangiò vivo come ha fatto con altri. Un grande pilota vittima di coincidenze sfortunate.

    1. esatto,capisci quindi il nostro rammarico?
      che peccato,quelle sono occasioni da non farsi scappare!

      già mi dispiace che hamilton non riesca a lottare per il titolo piloti se poi non vinciamo neanche il titolo costruttori questa stagione è proprio una beffa,anche perchè era da tanto tempo che la mclaren non andava così forte e su piste completamente diverse.

      in pratica abbiamo avuto la macchina per lottare per vincere consecutivamente a hockenheim,hungaroring,spa,monza e singapore.

      non mi ricordo negli ultimi anni una mclaren così veloce su piste così diverse,segno che quest’anno almeno uno dei due titoli dovevi portarlo a casa.

      niente ragazzi,la delusione non mi passa continuano a girarmi le scatole per ieri pomeriggio.

      1. CARLOM io invece ho già smaltito la rabbia per ieri, meglio pensare al futuro a finire bene questo 2012, cercando di vincere più gare possibili e a VINCERE il TITOLO COSTRUTTORI.
        Soprattutto spero arrivi al più presto l’ufficialità del rinnovo di LEWIS HAMILTON con la MCLAREN, sarebbe meglio di una vittoria !!!
        Ho la sensazione che prima di SUZUKA si risolverà tutto.

    1. RONNY credo che HAMILTON abbia fatto la differenza in CANADA e UNGHERIA, dove notoriamente è una spanna sopra gli altri.
      Comunque meglio guardare avanti, giornali online tedeschi e inglesi parlano di HAMILTON in procinto già questa settimana di rinnovare il contratto con la MCLAREN !!!

      1. Concordo.
        LEWIS ha imparato a gestire le gomme.
        Ad esempio a BARCELLONA riuscì a fare 1 sola sosta, in UNGHERIA ha gestito alla grande la situazione così come ieri stava gestendo la gara in testa senza grossi affanni.
        Insomma l’HAMILTON IRRUENTO e MANGIAGOMME degli anni scorsi è solo un lontano ricordo.

      2. quando sei davanti è piu facile gestire le gomme, voglio vedere come le gestisce quando dovrà recuperare da dietro

  5. sarebbe bello vincere il titolo costruttori ma se solo una macchina finisce la gara diventa impossibile.

    il grande rammarico è non aver messo due macchine a podio sia a monza che a singapore,se ce l’avessimo fatta il titolo costruttori sarebbe stato veramente probabile.

  6. Credo che la vittoria del TITOLO COSTRUTTORI sia possibile per la MCLAREN, la distanza dalla vetta della classifica occupata attualmente dalla RED BULL è di soli 37 punti e considerando che BUTTON ha ritrovato la forma di un tempo e in RED BULL WEBBER appare un pò in crisi, TUTTO è possibile.
    Anzi la MCLAREN sarebbe già in testa al COSTRUTTORI sommando la possibile vittoria di LEWIS di ieri (25 punti)
    e il 2° posto perso da BUTTON a MONZA (18 PUNTI)
    43 punti persi anche in ottica COSTRUTTORI.

  7. australia superiorita netta
    malesia non lo sappiamo per via della pioggia
    cina sul livello della red bull
    barhein superiorita lotus e red bull
    spagna superiorita netta
    monaco dietro a ferrari,mercedes e red bull
    montreal sullo stesso livello di red bull e ferrari
    europa dietro a red bull,lotus e ferrari
    inghilterra dietro a 4-5 scuderie
    germania sul livello di ferrari e red bull
    ungheria la lotus in gara era superiore
    belgio netta superiorita
    italia alonso diceva di avere la pole facile…quindi dietro alla ferrari
    singapore sullo stesso livello della red bull ma con hamilton superiore a vettel
    questa era la precisazione che bisognava fare dal mio punto di vista…troppo facile dire che la mclaren è sempre stata la piu veloce ma non è vero…nel complesso si…per il resto sugli errori l articolo non fa una piega…la mclaren per gli errori commessi unitia alla sfortuna non merita questo mondiale

    1. RONNY la MCLAREN è apparsa in difficoltà solo a MONTECARLO, SILVERSTONE, BARHAIN e forse MALESIA.
      Tieni conto che sù 14 gp ha ottenuto la bellezza di 7 POLE POSITION e 5 VITTORIE…..ma con un bel pugno di mosche in mano !!!

      Insomma con questi numeri da TITOLO, nessuno dei 2 driver MCLAREN sono più in lotta per vincerlo, qualcosa che non và c’è certamente.

    2. per me il titolo costruttori lo meritiamo,vero che ci sono stati diversi errori alcuni gravissimi come barcellona,ma la nostra contendente è la redbull sulla quale ci sono più e più dubbi visto ciò che è emerso anche recentemente.
      la ferrari finchè corre con una sola macchina non può puntare a vincere il costruttori a meno che alonso non vinca ogni domenica.

      1. Secondo me il titolo costruttori lo avete in pugno….con sei gare davanti e due piloti entrambi forti….la Red Bull è altalenante, così come Webber. La Ferrari non è all’altezza….

  8. in ungheria non si sono presentati problemi di affidabilità, button è sprofondato per una tattica di gara al quanto discutibile, e per il fatto che in quel circuito non si sorpassa neanche a piangere.
    però al di là delle battute di arresto sfortunate di spa, valencia e germania (foratura e conseguente danneggiamento della macchina) si capisce come quest annata sia stata costellata di problemi, e come ricorda l’articolo, la storia spesso insegna che la macchina “migliore” è quella che ti porta a casa i punti la domenica, non la pole position ad ogni gp…medita mclaren, medita!

  9. Che dire, di positivo c’è il fatto che la MCLAREN Mp4-27 sia molto competitiva, sù ogni tipologia di circuito, dal Cittadino al veloce, insomma ci si può togliere ancora delle belle soddisfazioni in questo 2012.
    Anche sè reputo la rimonta in classifica piloti ormai una chimera bisognerà cercare di vincere TUTTE le gare, il potenziale sembra esserci.
    Insomma adesso l’obiettivo MCLAREN deve essere la conquista del TITOLO COSTRUTTORI che manca ormai dal lontano 1998.

Lascia un commento