Pirelli presenta a Milano le nuove mescole 2013

nuove_pirelli

Nella sede di Viale Sarca a Milano, Pirelli ha accolto i media internazionali per svelare gli pneumatici sviluppati per la stagione 2013 di Formula 1. A fare gli onori di casa il Presidente Marco Tronchetti Provare, affiancato sul palco dal Direttore Motorsport Paul Hembery e dal nuovo acquisto di Pirelli: Jean Alesi. Il francese, da oggi, è infatti diventato un brand ambassador del marchio della P lunga.

Pneumatici più morbidi, un approccio più aggressivo e piccole altre sorprese. La gamma Pirelli può contare ancora sulle PZERO slick e Cinturato Intermediate e Full Wet. L’unica modifica visibile ad occhio riguarda la gomma dura. La “vecchia” Silver Hard viene da oggi sostituita dalla nuova colorazione arancio, quella portata in pista a Interlagos – insieme alla media – nell’ultimo appuntamento stagionale del 2012.

“La rivoluzione 2013 segue quella già effettuata da Pirelli lo scorso anno rispetto al range 2011. Obiettivo è quello di proporre sfide sempre nuove ai piloti e azzerare le conoscenze accumulate dai Team nel corso della stagione precedente. L’accumulo di informazioni ed esperienze Gp dopo Gp ha comportato, infatti, che dopo un avvio spettacolare con il record di sette vincitori diversi nelle prime sette gare, nella seconda metà della stagione la competizione fosse meno movimentata e i pit stop ridotti spesso ad uno. Un fenomeno che abbiamo osservato sia nel 2011 sia lo scorso anno, il che ha deluso molti fan e spinto alcune Squadre a chiederci di sviluppare nuove soluzioni in grado di animare ulteriormente le gare nella prossima stagione. Il range 2013 spariglia di nuovo le carte con l’obiettivo di assicurare maggiori possibilità di sorpasso e 2-3 soste a gara”, ha spiegato Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli.

7 Commenti

  1. a me non pare che nel 2011 le cose
    durante l anno siano cambiate, ricordo che fino alla fine tutti (almeno le grandi scuderie) facevano la stessa strategia: si aspettava fino all ultimo pit stop (che spesso avveniva negli ultimissimi giri) per montare la mescola più dura

  2. Mah… fino all’anno scorso c’era una certa corrispondenza fra colore e prestazione della gomma: più “colore” significava più prestazione. L’arancione così sembra posizionarsi fra soft e supersoft, potevano fare una scelta migliore…

  3. Bella arancione!!! Ma se il problema era che si confondevano bianca e silver, ora sarà lo stesso tra arancione e rossa… magari era meglio usare il blu delle full wet, tanto in caso di bagnato il colore è inutile, si capisce da sè!!! 😉

Lascia un commento