Ecco la Ferrari F138 di Fernando Alonso e Felipe Massa

Una livrea rivista e niente scalino sul muso. Aerodinamica rivista e tanta voglia di vincere. Questa è la nuova Ferrari F138.

ferrari-f138

Ferrari ha mostrato al mondo la cinquantanovesima monoposto costruita per il Mondiale di Formula 1: è la nuova F138, la vettura con cui Alonso e Massa parteciperanno al campionato 2013. Il nome della vettura, come già spiegato, deriva dall’anno (13) e dal tributo al motore V8 che verranno utilizzati per l’ultima volta inquesto campionato, prima del passaggio ai V6.

Sviluppata nella galleria del vento della Toyota a Colonia, la F138 debutterà direttamente a Jerez il prossimo 5 febbraio, proprio per l’inizio dei test invernali. L’obiettivo è quello di essere competitivi fin dalla prima gara, cosa che non è riuscita negli ultimi anni e che – al termine del campionato – ha influito parecchio.

La filosofia progettuale dello schema delle sospensioni non è cambiata: ancora pull-rod anteriore e posteriore. E’ stata però estremizzata la sua realizzazione, per migliorarne anche la resa aerodinamica, in particolare per quella posteriore. Anche le forme della carrozzeria sono state riviste per assecondare i cambiamenti nella posizione e nella conformazione degli scarichi. La presa dinamica posta sopra l’abitacolo, è stata ridisegnata per assecondare i cambiamenti nella posizione e nella conformazione degli scarichi, anche se quelli visti oggi sulla F138 erano palesemente “da show car”.

“Guardandola mi vengono in mente un po’ di cose”, ha ammesso Domenicali durante la presentazione. “Prima di tutto il senso di responsabilità che qui a Maranello sentiamo forte nei confronti di chi crede in noi, sia tifosi che partner commerciali. Credo che nessun altro, in questo momento di difficoltà economiche, possa avere il privilegio di poter annoverare nuovi partner che investono e hanno fiducia nella squadra”.

Ripercorrendo la scorsa stagione, il Team Principal del Cavallino ammette: “Veniamo da una stagione emotivamente intensa. Arrivare secondi all’ultima gara è sempre difficile, ma vogliamo dimenticare il passato e partiamo per migliorare tutti gli aspetti positivi che avevamo già: l’affidabilità, le strategie, i pitstop. Sarà una stagione difficile. La macchina è nata da un metodo di lavoro diverso, con due gruppi separati per seguire anche il progetto 2014. La F138 è una evoluzione dello scorso anno, lo vedete dalle forme, ma questo è solo il primo step di una vettura che sarà palesemente diversa in Australia”.

A Maranello hanno le idee chiare: “L’obiettivo che abbiamo è quello di dare ai nostri piloti una macchina competitiva fin da subito, perché non ci siamo riusciti negli scorsi anni, soffrendo il periodo invernale. Cercheremo di lavorare meglio ed essere efficaci già nella preparzione di queste settimane”.

[nggallery id=29]

116 Commenti

  1. Alcuni scrivono che i radiatori sono stati inclinati, io ho rivisto mille volte le pance e sono troppo simili oserei dire uguali…. C’è una lieve differenza nella parte superiore, ma da qui a dire che adesso i radiatori sono inclinati…
    La bocca è identica, ho forti dubbi che siano piu’ svasate nella parte bassa cio’ che inganna è la striscia nera e lo scarico corto, purtroppo voi confrontate la due vetture di lancio invece bisogna confrontare la F12012 di fine stagione con quella odierna. Secondo me i radiatori sono un evoluzione di quelli del 2012 e non hanno cambiato radicalmente disposizione come qualche giornalista sostiene…
    La conferma l’avremo quando la macchina verra’ smontata….

    1. Ecco, allora non sono il solo ad averlo notato.
      Molti, purtroppo, prendono come metro di paragone le foto della presentazione della F2012. Peccato che ad Interlagos la macchina era un “filino” diversa.

  2. Ma io non riesco a capire tutte queste critiche, intanto è una vettura di lancio e sia Fry che Tombazis hanno detto che da qui all’inizio della stagione verra’ stravolta. Quello che è completo della vettura è la sola meccanica. Poi mi pare ovvio che la Ferrari abbia fatto un evoluzione, adesso è il turno della Ferrari di capitalizzare cio’ che è stato iniziato l’anno scorso, tanto per farvi capire la Mclaren e la RBR nel 2012 hanno portato delle vetture che sono il frutto dell’evoluzione di anni ma se lo fa la Ferrari allora non si vince. In realtà è l’opposto adesso la nuova Ferrari è pronta e matura per vincere e andare subito forte. Gli obbiettivi sono questi… essere competitivi gia’ dalla prima gara.

  3. Osservando le immagini è completamente diversa da quella dello scorso anno, pance rastremate sottilissime nella parte bassa, più corto il cofano e miniaturizzato il cambio, presa aria sotto al musetto enorme più largo direi, più alto il muso… E molte altre cose… Speriamo bene…

      1. Comunque il confronto è fatto con due vetture di lancio la stessa F12012 nel lancio non aveva parti che poi sono state montante in gara, ad esempio la gobba del cofano motore che alcuni pensano sia una novità in realta’ c’è gia dal 2012. Bisognerebbe fare un confronto fra la F12012 di fine stagione è quella odierna anche se come ho detto la f138 vista è solo una vettura di lancio che cambierà molto, cio’ che puo essere confrontato è il telaio i bracci delle sospensioni e il cambio il resto è solo fiction….

    1. e allora? -_-
      1. è solo una presentazione, gli altri componenti arriveranno ai test
      2. se è identica non vuol dire che non è stata migliorata
      3. vedrai come la rb9 sarà identica alla rb8, è già perfetta com’era. col regolamento simile è difficile inventarsi altro, ciò non toglie che sicuramente qualcosa avranno migliorato

    2. Ditino… Da te mi aspettavo più sagacia… e dai? Non hai notato nulla oltre ai colori? Dai… ti do un aiuto, le sospensioni posteriori e tutto il retrotreno… L’anno scorso era lì il problema no!!! Sarà un altro campionato interessante!!! Almeno lo spero tu invece sei sicuro dello strapotere RBR?

  4. La cosa che più colpisce di primo acchito è l’ enorme lavoro di rastremazione del cambio, che ha permesso di restringere ancor di più la coca cola e di avere una maggiore luce tra parte terminale del cofano e attacco dell’ alettone. In questa zona spicca la sospensione posteriore con una geometria tutta nuova e il grande lavoro di affinamento aerodinamico, con le derive verticali sul fondo di scuola Newey, oltre ai profili del triangolo e del tirante carenati. la parte terminale dei pontoni e degli scarichi invece, appare chiaramente provvisoria e secondo me sarà la zona con le novità maggiori già dai test, insieme alle ali.

  5. ragazzi penso ke i bei tempi son finiti……io ferrarista fino al midollo posso dire ke i vari shumi, brawn,byrne…non torneranno più…..vedi anche il volto di alonso scuro……….ma certe volte critichiamo vettel……secondo me è lui il vero erede di schumi….

      1. Vettel al massimo gli faccio guidare i TIR che portano le macchine ai circuiti,se ne avessi bisogno,dato che di camionisti è piena l’Emilia,e anche la Romagna (già che ci siamo)

  6. rFactorItalia
    (mi è partito l’invio) cmq dicevo.. in che senso come a quello red bull? a cosa ti riferisci? al motore?

    La Redbull da anni ha sempre cercato di bilanciare la monoposto, una volta con le batterie del kers disposte attorno alla macchina, la passata stagione spostando i liquidi da un serbatoio ad un altro. Avere una macchina piu’ leggere permette di spostare accessori in punti strategici, magari la Ferrari non potra’ spostare i liquidi come fa La RBR grazie alla deroga del motore renault, ma almeno si partira’ con una macchina di base piu’ bilanciata.

    1. Il bilanciamento, almeno tra anteriore e posteriore, è fissato per regolamento. A meno di non spostare qualcosa a macchina in movimento (vedi Red Bull), non vedo proprio come sarebbe utile.
      Un aspetto positivo puà invece essere l’abbassamento del baricentro della macchina (aumenta la tenuta in curva) e la concentrazione delle masse attorno ad esso: mantenendo lo stesos bilanciamento, si otterrebbe una macchina con meno inerzia e quindi più agile, ma si parla di cose forse appena percettibili…

      1. Si sin dal 2009 il regolamento ha fissato il peso fra anteriore e posteriore, pero’ regolarmente anno dopo anno la Redbull continua a lavorare il questo campo. Da notare che nel 2009 la Redbull e la Brawn non avevano manco il kers per bilanciare meglio la macchina e nel 2010 veniva usato come zavorra visto che non funzionava quasi mai in gara… sulla lattona Ma mi pare che il regolamento sia abbastanza chiaro ma in qualche maniera si riesce comunque ad ottenere un vantaggio notevole spostando le masse in vari punti.

  7. scusate ma il nero (o meglio la fibra di carbonio nuda) secondo voi a cosa è dovuto? per me la nuova Enzo, citata più volte durante la presentazione, si presenterà alla stessa maniera tanto per sottolineare che la tecnologia della fibra è la stessa (vedi scambio di battute fra Ferrari e McLaren sulle loro vetture top stradali). a meno che non abbiano scoperto che la fibra nuda fa scorrere meglio l’aria 😀

  8. Quella che abbiamo visto è solo la macchina di lancio… che sara’ stravolta con un upgrade pesante e fra le altre cose la Ferrari ha iniziato a lavorare all’aerodinamica in ritardo di tre mesi rispetto alla parte meccanica che si è svolta a Maranello.
    La parola d’ordine è riduzione del peso, cio’ che sembra uguale rispetto alla vettura del 2012 in realtà è piu’ leggero e piu’ piccolo. E’ assolutamente inutile commentare la parte aerodinamica Fry ha detto apertamente che la vettura della prima gara sara’ totalmente diversa. Cio’ che si puo’ commentare è solo il telaio e visivamente si è fatto un ottimo lavoro di miniaturizzazione al posteriore, e credo che la Ferrari abbia interpretato al meglio il regolamento sul vanity panel, esasperando ancora di piu’ la parte anteriore con un muso che è qualche centimetro piu’ alto e con un inclinazione maggiore.
    Per cio’ che riguarda il peso mi chiedo a cosa servirà, forse la Ferrari ha lavorato su un sistema simile a quello redbull ?

      1. In pratica nelle interviste hanno detto che questa macchina di lancio è nata principalmente per assemblare la nuova meccanica, mentre la nuova aerodinamica arrivera’ solo a fine test con un grosso passa avanti.
        Sono soddisfatti del lavoro sulla meccanica con una grande riduzione del peso in ogni area del telaio e del cambio.

  9. ad esempio l anno scorso ricordo benissimo che alla presentaizione a parole la ferrari stravinse il duello su una mclaren definita da tutti semplice e conservativa…in pista tutto venne capovolto

    1. Be per adesso sono tutte chiacchere che sia la Ferrari o la Mclaren o la stessa Lotus che quasi sicuramente ci ha fatto il pesce d’aprile.
      Le Macchine vere le vedremo a Melbourne, per adesso possiamo solo dire che la ferrari ha sviluppato la monoposto mentre la MClaren ha per foza di cose rivisto quasi tutto il progetto. Per adesso possiamo commentare l’estetica delle livree il resto è solo aria fritta.

Lascia un commento