Red Bull, Vettel: “Possiamo ritenerci soddisfatti”

Sebastian Vettel ammette che i primi quattro giorni di test a Jerez sono stati piuttosto produttivi per la sua squadra, ma non si sbilancia su previsioni o prestazioni della sua RB9.

redbull-rb9-2013Gary Anderson ne è convinto: “La Red Bull RB9 riesce a generare più carico rispetto a tutti gli altri avversari”. E quando lo riferiamo a Sebastian Vettel, lui sorride e fa spallucce.

Vuole tenere un profilo basso, Sebastian, conscio del fatto che è presto per parlare della RB9 come la miglior vettura del lotto. La concorrenza non sta certo a guardare ed è prematuro fare certe considerazioni dopo appena quattro giorni di test. Per assurdo, quello di Jerez è anche il meno utile. I prossimi 8 giorni di prove programmate a Barcellona ci diranno certamente di più.

Seb ammette: “Mettiamola così, è stato importante per me fare questi due giorni di test e fare un sacco di giri, anche grazie al clima favorevole. Ma non posso dire molto, anche se sono convinto che questa vettura rappresenta un passo avanti”. Una grande passo avanti? Il tedesco non si sbilancia: “Difficile da dire. La maggior parte delle innovazioni sono sotto il cofano e ce ne saranno ancora fino ad arrivare a Melbourne. Diciamo che è un passo avanti nella giusta direzione”.

In questi due giorni a Jerez, Vettel ha anche portato avanti dei test di valutazione delle nuove Pirelli Pzero 2013. A tal riguardo, il Campione del Mondo in carica ha aggiunto: “Ci siamo limitati a guidare con le Medie e le due. Utilizzeremo le Soft solamente a Barcellona. Sento queste gomme in maniera diversa, ma non saprei dirvi quanto incideranno in gara”.

Infine, tira le somme di quattro giorni di prove per la Red Bull: “Possiamo essere soddisfatti. Abbiamo una macchina stabile e siamo stati in grado di fare più giri rispetto lo scorso anno. Per quanto riguarda le prestazioni, brancoliamo nel buio, perché non conosciamo gli avversari. I test di Barcellona, in questo senso, saranno più utili di questi di Jerez”.

25 Commenti

  1. Se la differenza prestazionale tra ogni mescola è di 7 decimi e Vettel aveva lo stesso carico di benzina quando ha fatto il tempo, vuol dire che la RB ammazzerà il campionato.

    1.17.879
    1.18.565 +0.686 (dovrebbe essere +1.4, quindi avrebbe un vantaggio di 7 decimi)

      1. tieni conto che lo ha fatto il 4° giorno di prove e massa il3° quindi penso che sarebbe riuscito a togliere qualcosa e penso che ragionevolmente il distacco si potrebbe aggirare intorno ai 4 decimi sul giro secco in gara poi non siamo messi male

  2. I miei dubbi legati alla redbull sono piu’ nello sviluppo, che Newey sia un genio non ci sono dubbi, che pero’ sia anche un essere umano come tutti non ci piove. La Rb5 madre di tutte le redbull vincente è nata in un anno e non in pochi mesi, ora mi chiedo cosa farà Newey in questa stagione.
    Lascerà lo sviluppo in mano a qualche suo pupillo ?
    Cercherà di concentrarsi in questa stagione tralasciando il 2014 ?
    In ferrari almeno il lavoro è stato gia’ pianificato e per fortuna non essendo ” Newey ” dipendenti potremo concederci uno sviluppo di entrambe le vetture 2013 e 2014 senza problemi.

  3. Come al solito un titolo che non rispetta la sostanza….
    Vettel ha detto che brancolano nel buio perché ancora non conoscono gli avversari, ma sono soddisfatti come il 90% di chi ha provato… Niente di nuovo, dopo tutto anche se le lattine sono una brutta gatta da pelare non sono dei maghi e possono sapere cosa succederà in futuro, quando le vetture saranno in configurazione finale…
    Ci fosse qualcuno pessimista… in questo momento anche la Force india potrebbe vincere il titolo ascoltando le dichiarazioni dei piloti… Poi ci si dimentica che ancora la Williams non ha fatto debuttare la nuova macchina.

  4. LOL
    si ma noi della mclaren li abbiamo battuti giocando puliti!! la rb9 penso non sia superiore a mclaren e ferrari ma solo ai trucchetti riesce a esserlo,oggi quando la ferrari ha preso fuoco,e hanno dichiarato che era stata una perdita d’olio ho pensato ai vasi in acqua e olio in stile red bull

    oddio le ali fellotno pure sulla meclaren, vedi alettone basculante, cmq bisogna fare una scelta o si lotta contro i mulini a vento , cioè la fia con nn fa nulla, o ci si adegua e si brova a batter ela rb con le loro stesse armi….. nn c è molto scelta …..pe rme il gioco vale candela nn fosse altro per veder pianger ehorner vettel marko newey per un anno intero…e poi chis amagari dopo 2/3 anni che persono forse si levano dalle p….. e la f1 torna ad essere una questione tra costruttori o team storici

    1. certo, però sai che vantaggi porta quel musetto e alettone cosi flessibili?! lo sappiamo bene grazie al 2012, la red bull affrontava curve a velocità superiori alla Ferrari e alla McLaren, garantisce più aderenza all’anteriore e questo faceva e fà la differenza.

      1. si ma noi della mclaren li abbiamo battuti giocando puliti!! la rb9 penso non sia superiore a mclaren e ferrari ma solo ai trucchetti riesce a esserlo,oggi quando la ferrari ha preso fuoco,e hanno dichiarato che era stata una perdita d’olio ho pensato ai vasi in acqua e olio in stile red bull

  5. io invece non mi sorprenderò se la red bull avrà più carico aerodinamico grazie al muso super flessibile e all’alettone ancora che fletterà quanto l’anno scorso (nonostante il nuovo regolamento). Noi tifosi lo vediamo, perchè la Fia non vede?

  6. l’anno scorso a jerez vettel si lamentava per mancanza di carico al posteriore che poi si è rivelato una lacuna fino a metà stagione ed in effetti a melbourne la red bull non fu competitiva…

    quest’anno già a jerez appare molto soddisfatto, buon segno significa che la red bull partirà subito competitiva già da melbourne….

  7. mikepedo
    L’anno scorso e pure nel 2011 ricordo i test Red Bull come questo: mai prestazioni sensazionali ma piccoli stint costanti. Sarà di nuovo la macchina da battere per me.

  8. L’anno scorso e pure nel 2011 ricordo i test Red Bull come questo: mai prestazioni sensazionali ma piccoli Sting costanti. Sarà di nuovo la macchina da battere per me.

Lascia un commento