Vettel vince a Sepang ma ammette: “Ho fatto un bel guaio”

Sebastian Vettel vince il Gp della Malesia dopo uno spettacolare duello senza esclusione di colpi con il compagno di squadra Mark Webber, secondo ed “incazzato”. Gelo tra i due al termine della corsa.

malesia vet web

La Malesia segna il ritorno alla doppietta della Red Bull, ma anche l’acuirsi della tensione tra i due alfieri del team austriaco. In molti, durante il “round”, prima a distanza e poi face to face, avranno pensato all’incidente del Gp della Turchia 2010, quando Webber chiuse bruscamente la porta a Vettel, costringendolo al ritiro. Stavolta c’è mancato davvero pochissimo per bissare quell’episodio. Alla fine l’ha spuntata Vettel, grazie ad un sorpasso da brividi sul rettilineo principale, con Webber che lo costringeva a far la barba al muretto per sopravanzarlo.

I due hanno adottato una strategia completamente diversa, ma ciò nonostante si sono trovati a lottare per la prima posizione per oltre metà gara. Vettel, che ha mantenuto la leadership in partenza, è stato il primo a togliere le intermedie per le slick medie ed ha dovuto lottare per uno o due giri con la macchina che gli schizzava da tutte le parti. Poi, man mano che la pista migliorava, ha trovato il ritmo, ma quei giri con pista ancora umida gli avevano fatto perdere la leadership proprio a vantaggio del compagno di squadra, che intanto aveva montato le hard.

Vettel sembrava anche più lento delle Mercedes di Hamilton e Rosberg. Dopo ben tre pit stop, Seb si è trovato in seconda posizione, alle spalle del compagno di squadra, minimamente intenzionato a cedergli la vittoria. Vani i tentativi di ottenere l’ordine di scuderia, il tedeschino si è rimboccato le maniche ed ha lanciato la sfida a Webber; sfida che si è risolta, dopo un’acerrima battaglia, con un sorpasso al cardiopalmo sul rettilineo principale, passando a pochi centimetri dal muretto e facendo andare su tutte le furie l’australiano, oltre che far saltare sulla sedia Horner e Newey e dal divano gli spettatori increduli.

Non c’era ordine di scuderia (o meglio, c’era, ma era nel solo interesse della squadra…), né l’esigenza di vincere a tutti i costi, visto che siamo solo alla seconda gara ed Alonso era già ko. Ma la fame di vittoria ha preso il sopravvento: “Ho fatto un bel casino oggi – commenta Vettel. Vorrei dare una giustificazione plausibile per quello che ho fatto, ma non ce l’ho. Posso capire la frustrazione di Mark ed il fatto che il team non sia felice per ciò che ho fatto; devo una spiegazione ad entrambi. Proverò a darla più in là. Parliamo di queste cose tutte le volte che succede e normalmente non dovrebbe succedere, ma oggi è successo ed ho dovuto agire. Io e Mark lottiamo sempre quando siamo vicini, ma con le gomme che abbiamo ora, non sapendo come arrivavamo alla fine, era un rischio troppo grosso restare indietro. Potevamo finire addirittura in ottava o nona posizione in due giri se distruggevamo le gomme. Ho scavalcato una decisione del team che secondo me era sbagliata. Non l’ho capito e chiedo scusa. Non sono felice di aver vinto. Ho fatto un errore e se potessi tornare indietro non lo rifarei. Non è facile ora. Chiedo scusa a Mark e la squadra”.

Decisamente più incazzato Mark Webber. L’australiano, stavolta, poteva contare sul “non-ordine” di scuderia e sul fatto che il team volesse congelare le posizioni. Mark aveva fatto tutto bene: ottima partenza, tempismo perfetto al box, giusta scelta di gomme. Poi è arrivato il “cocco di mamma Red Bull” che, nonostante l’infruttuosa pressione psicologica sul muretto, si è preso la vittoria con la forza, in spregio di Webber e delle direttive provenienti dal box. Assolutamente giustificate e legittime le sue rimostranze al termine della corsa: “Penso che Vettel abbia rispetto per me – il commento di Webber – ed io ho rispetto per lui, ma oggi le cose non sono andate in modo corretto. Correre così al limite e spingere così duramente è la situazione peggiore per la squadra. Sono sicuro che volevano consolidare il risultato, visto che sappiamo che qualcosa può andar storto. Negli ultimi 15 giri pensavo ad un mucchio di cose, ma ero contento di come stavo guidando. Ho provato a non pensare a ciò che era successo ed a tirarne comunque qualcosa di buono dalla giornata, ma ovviamente non sono soddisfatto del risultato. Purtroppo non c’è il bottone rewind. Ora bisogna restare freddi, evitando di lasciarsi coinvolgere da questa situazione come vorrebbe la gente. Ci sono tre settimane prima della prossima corsa; abbastanza tempo per lavorarci su”.

La situazione, quindi, è piuttosto tesa al box del team austriaco e certamente non aiutano le difficoltà dimostrate dalla vettura in questi primi due gran premi. La Red Bull, nonostante la doppietta, avrà parecchio da lavorare nei prossimi giorni, tra macchine ed uomini.

93 Commenti

  1. pollux
    sono basito…perchè continuare a correre? Decidiamo tutto a tavolino lanciando dei dadi, mandiamo in onda qualche spiattellata e desciapata, tanto queste gomme sono buone solo per quello e piantiamola di perdere giorni per arrivare ad una gara in cui un pilota è costretto a scusarsi per aver fatto un sorpasso regolare o un altro fa di tutto per dimostrare che potrebbe essere più veloce ma non può perchè il dungeon master ha lanciato i dadi e ha detto non puoi sorpassare. non sono mai stato contrario ai giochi di squadra, ma quando hanno senso, si cerca lo spettacolo, si dicono tutti favorevoli alle gomme ridicole per dare spettacolo, ma è vietato dare spettacolo con sorpassi regolari senza KERS, DRS o GOMME IN PAPPA?
    io non sono d’accordo, a chi piace questa formula, se ne andasse al cinema a vedere un film d’azione, risparmia pure rispetto all’abbonamento sky!

    Vabbè, pollux. Però resta da capire se sia giusto o meno scavalcare una regola che il team si è dato e che in partenza vale per tutti e due i piloti. Non contesto il sorpasso in sé o il sorpasso a un compagno di squadra. Però non puoi fare finta di rispettarlo e infilare il tuo compagno che al tuo posto invece sarebbe rimasto dietro.
    È un comportamento al limite del vigliacco.

  2. ma dai porello deve vincere altrimenti poi si mette a piangere, sbatte i piedi e chiama la mamma

    scherzi a parte, vettel è veramente un bambino e dopo quello che ha fatto oggi (voglio vincere io!) lo ha dimostrato ancora di piu

  3. pollux
    sono basito…perchè continuare a correre? Decidiamo tutto a tavolino lanciando dei dadi, mandiamo in onda qualche spiattellata e desciapata, tanto queste gomme sono buone solo per quello e piantiamola di perdere giorni per arrivare ad una gara in cui un pilota è costretto a scusarsi per aver fatto un sorpasso regolare o un altro fa di tutto per dimostrare che potrebbe essere più veloce ma non può perchè il dungeon master ha lanciato i dadi e ha detto non puoi sorpassare. non sono mai stato contrario ai giochi di squadra, ma quando hanno senso, si cerca lo spettacolo, si dicono tutti favorevoli alle gomme ridicole per dare spettacolo, ma è vietato dare spettacolo con sorpassi regolari senza KERS, DRS o GOMME IN PAPPA?
    io non sono d’accordo, a chi piace questa formula, se ne andasse al cinema a vedere un film d’azione, risparmia pure rispetto all’abbonamento sky!

    Come non quotarti…

      1. ma chi se ne frega della scuderia , secondo voi la redbull avrebbe vinto 3 mondiali piloti con webber e chilton??? e per quanti punti ha vinto vettel lo scorso anno il mondiale piloti su Alonso??? bene sta facendo il massimo perche’ la ferrari e’ piu’ forte del 2012 e lo sa’ bene e se tanto mi da tanto deve sfruttare ogni occasione per fare piu’ punti rispetto al suo avversario ………….o volete le macchinine in fila indiana ……… e vergogna anche Hamilton Rosberg un offesa a tutti i tifosi della F1!!!!!!!!!!!!!!

  4. Quello che ha sbagliato vettel non è stato come ha sorpassato, ma il fatto che ha sorpassato, il sorpasso in se è anche stato spettacolare e bello, ma per rispetto del compagno e della squadra, se ti dicono di rimanere dove sei ci rimani, vettel non ha avuto rispetto oggi

  5. Evviva l’uniformità di giudizio sulla stessa identica manovra:
    – Fuji 2008 : Massa passa Webber che lo spinge verso il muretto box; commenti: grande Massa manovra da palle (a 3:45 qui —> youtube.com/watch?v=cf6xZ89sYhk )
    – Ungheria 201o: Barrichello passa Schumacher che lo spinge verso il muretto box; commenti: Schumacher maniaco assassino (e si becca 10 posizioni di penalità alla gara dopo) (video -> youtube.com/watch?v=wLwR7F9EX14 )
    – Oggi: Vettel passa Webber che lo spinge verso il muretto box; commenti: Vettel pazzo. (Non ci vorrebbe la penalità a Webber??)

    1. secondo me no nella maniera piu assoluta…perchè webber prende la posizione prima dell’inizio del sorpasso..è vettel che si butta in quello spazzietto che c’era…webber non stringe vettel verso il muro durante il soprasso

    2. Insomma, non sono proprio uguali come manovre.

      Nel primo caso Webber comincia a stringere Massa quando il muretto sta finendo e comincia la corsia di uscita dei box, quindi diciamo che di spazio ce n’è. Poi sono due rivali di due scuderie diverse, quindi a mio parere per quanto rischiosa possa essere la manovra, ci può stare.

      Nel secondo caso Schumacher chiude Barrichello a quasi 100m prima della fine del muretto fino a lasciargli tipo 8-10cm di margine, una manovra sicuramente più pericolosa.

      Oggi Webber ha stretto leggermente a destra rispetto alla sua traiettoria originaria, ma non è andato a sbattere Vettel contro il muretto (si vede chiaramente sia dal replay dall’elicottero che dalla on-board cam: Vettel è sì addossato al muretto, ma tra la sua macchina e quella di Webber ci sono almeno 30-40cm di spazio). Il problema però non è tanto la manovra di Webber, quanto il fatto che Vettel abbia cercato rabbiosamente di strappare la prima posizione al compagno di scuderia nonostante sia solo la 2a gara del mondiale e mettendo a rischio non solo il piazzamento di entrambi, ma anche la loro sicurezza.

    3. in teoria sarebbe giusto, ma spero che la FIA ci ragioni su: mark non si aspettava l’attacco di vettel
      sebastian ha ignorato un ordine di scuderia
      io la penalità la darei a vettel, ma la FIA non può accusarlo di nulla credo

  6. CavallinoRampante
    “shit happens”

    Bella segnalazione.
    Il fatto che ad esprimersi sia uno dei piloti più ermetici della storia, vale doppio.
    Kimi sa benissimo come funziona una squadra, visto che un ordine gli ha portato il titolo di campione del mondo.
    Il rapporto d’ora innanzi in RedBull sarà più difficile.
    Sarà finita l’ipocrisia di chi si scaglia contro la Ferrari, colpevole addirittura del peccato originale?
    I giochi di squadra ci sono sempre stati e ci saranno sempre.

  7. Ragazzi guardate che quello non è il profilo di Kimi lui non ha twitter in realta è un profilo falso…se guardate il profilo della Lotus molte volte ribadiscono che Raikko non ha twitter

  8. michelle
    E ti ricordi la reazione di Villeneuve a Imola 1982?

    La ricordo eccome! E quell’episodio fu determinante per quello che successe il granpremio dopo, purtroppo!

  9. michelle
    Non mi sembra eccessivo chiedere un minimo di sportività in pista.

    Quando erano vietati i giochi di squadra tutti si lamentavano…ora che se un pilota di sua spontanea volontà cerca il sorpasso al compagno di squadra vi lamentate ancora di più…ma allora cosa dobbiamo fare?!?

    1. Gli ordini dei box vanno rispettati, è sempre stato così. Se il box dice di congelare le posizioni, tu ti dai una calmata perchè la squadra viene prima di tutto. In questo gran premio si è vista benissimo la differenza tra non dico un signore ma un uomo squadra maturo come Rosberg e un ragazzino come Vettel.

      1. michelle che ti stia sulle balle vettel ok ma saranno pur azzi loro , se si schiantavano i ferraristi tutti godevano come matti, cmq un vero duello altro che pugnette a tavolino

  10. Quella di Vettel è una porcata che non lascerà indifferenti i suoi colleghi. Per info basta guardare il tweet che Kimi ha inviato a Webber. Personalmente reputo Vettel un gran pilota (non un Campionissimo ai livelli di Raikkonen, Alonso o Hamilton) ma quest’oggi si è dimostrato un piccolo uomo che, secondo me, è la cosa più brutta.

  11. sono basito…perchè continuare a correre? Decidiamo tutto a tavolino lanciando dei dadi, mandiamo in onda qualche spiattellata e desciapata, tanto queste gomme sono buone solo per quello e piantiamola di perdere giorni per arrivare ad una gara in cui un pilota è costretto a scusarsi per aver fatto un sorpasso regolare o un altro fa di tutto per dimostrare che potrebbe essere più veloce ma non può perchè il dungeon master ha lanciato i dadi e ha detto non puoi sorpassare. non sono mai stato contrario ai giochi di squadra, ma quando hanno senso, si cerca lo spettacolo, si dicono tutti favorevoli alle gomme ridicole per dare spettacolo, ma è vietato dare spettacolo con sorpassi regolari senza KERS, DRS o GOMME IN PAPPA?

    io non sono d’accordo, a chi piace questa formula, se ne andasse al cinema a vedere un film d’azione, risparmia pure rispetto all’abbonamento sky!

    1. Ma si vede che una grande parte di quelli che frequentano questo blog non ricordano i grandi duelli dei tempi che furono…basta citare i prost senna o villeneuve pironi…quella sì che era competizione pura! Erano duelli all’ultimo sangue!

  12. Cercare di buttare fuori gli avversari, inchiodargli davanti, rischiare di rovinare non solo la tua gara ma anche quella del tuo compagno…
    Ma che mi aspetto? Conosco te, conosco il tuo mentore e l’ambiente dove sei cresciuto…

    1. inchiodare? cercare di buttare fuori? chiamerei l’oculista, cmq il “tamponamento” di alonso non lo considero nemmeno un errore, può capitare, l’errore è non fermarsi ai box con l’ala in quelle condizioni. per il resto, una domanda, schumi-barrichello 2010 o 2011 non ricordo, chi aveva ragione per te?

      1. Ti riferisci all’ungheria? Schumacher lì ha tenuto un atteggiamento pericoloso, ma non oltre il limite seppur di poco. Molto in linea con il personaggio, diciamo che in passato fece ben di peggio.

      2. michelle
        Ti riferisci all’ungheria? Schumacher lì ha tenuto un atteggiamento pericoloso, ma non oltre il limite seppur di poco. Molto in linea con il personaggio, diciamo che in passato fece ben di peggio.

        quindi aveva torto barrichello? se sì rispetto la tua coerenza!

Lascia un commento