Brawn non ha dubbi: “L’ordine di scuderia scelta obbligata”

Ross Brawn rivela che sia Hamilton che Rosberg dovevano risparmiare carburante, e spiega che quella di congelare le posizioni era per lui l’unica scelta possibile.

ross-brawnA motori ormai freddi Ross Brawn torna a parlare degli ordini di scuderia che hanno frenato la rincorsa di Rosberg su Hamilton nel GP della Malesia. Nonostante le critiche ricevute anche dall’interno della sua stessa squadra, il Team Principal Mercedes definisce la sua una “scelta ovvia”, obbligata dal fatto che entrambi i suoi piloti dovevano risparmiare carburante.

A differenza di quanto si diceva dopo la gara, infatti, Ross Brawn dichiara ad AUTOSPORT che Lewis Hamilton non era il solo costretto a centellinare benzina e che Rosberg non avrebbe in alcun modo potuto sfidare le Red Bull. “Ho ritenuto che mantenere le posizioni fosse la soluzione meno rischiosa. Nico avrebbe potuto forse superare Lewis, ma considerando la gestione del carburante a cui era obbligato non c’era possibilità che andasse a prendere i due là davanti. La terza e quarta posizione erano un ottimo risultato per la squadra e non avevo intenzione di rischiare tutto” spiega l’ex stratega Ferrari. “Parlando con il team, ho fatto l’esempio di un uomo nel deserto che trova un bicchiere d’acqua: volevamo assicurarci di non perderne neanche una goccia”.

Certo la benzina non si “trova” nei serbatoi per un colpo di fortuna, e la situazione degli uomini Mercedes è stata in realtà più simile a quella di un uomo nel deserto che si ritrova sì con un solo bicchiere, ma solo dopo essere stato convinto di avere a disposizione tutta l’acqua di cui ha bisogno. A quanto pare infatti i calcoli degli ingegneri della stella a tre punte sono stati troppo aggressivi: “Abbiamo valutato il quantitativo di benzina in base al tempo di gara più breve. Bisogna sempre trovare un equilibrio tra il ritmo più lento delle prime fasi gara e la gestione che devono fare i piloti alla fine, per poter raggiungere il traguardo. Bisogna reagire a seconda di come evolve la gara. Anche se le loro corse sono sembrate differnti, Rosberg ed Hamilton hanno dovuto attuare lo stesso programma carburante per arrivare al termine del GP”. Sebbene Rosberg ritenesse di avere un ritmo migliore del compagno di squadra, quindi, per Brawn il tedesco si trovava nelle stesse condizioni di Lewis, e lasciare che i due si sfidassero avrebbe potuto togliere alla Mercedes punti pesanti. “I calcoli sulla benzina si analizzano dopo ogni gara, quindi prenderemo sicuramente nota dell’accaduto per il futuro”.

Brawn rivela anche che nella riunione al termine del GP Lewis Hamilton ha domandato se non sarebbe stato meglio lasciar passare Rosberg per vedere cosa avrebbe potuto fare contro Vettel e Webber. “Ne abbiamo discusso nel briefing dopo la corsa. Io ho detto sia a lui che a Nico che le decisioni del muretto vanno rispettate, e che mi aspetto che agiscano nel miglior interesse della squadra. Esattamente ciò che hanno fatto domenica pomeriggio: sono davvero lieto della maturità dimostrata da entrambi”.

Certo resta il fatto che per quanto, a detta di Brawn, Rosberg non avesse chance di recuperare le due Red Bull, nella gara di Sepang è sembrato poter fare qualcosa più del compagno di squadra. Ma, anche se a Rosberg, in Mercedes da tre anni, non deve aver fatto piacere vedersi preferire in questa occasione il nuovo arrivato, mettendo da parte moralismi o ipocrisie ogni squadra ha il diritto di gestire come preferisce i propri piloti. Le parole di Lauda però hanno certamente fatto sembrare Ross Brawn piuttosto isolato nella scuderia. E il tutto nello stesso weekend in cui il suo braccio destro Nick Fry ha fatto un passo indietro a favore di Toto Wolff…

39 Commenti

    1. Infatti anche io per adesso e fra le altre cose Nico non ha creato stupide polemiche come invece ha fatto Massa in passato, che fra le altre cose ha anche tentato di chiudere Alonso in partenza… ma poi come al solito si è addormentato in gara. Mi pare che Rosberg oltre ad essere veloce, sia anche piu’ forte psicologicamente mentre Massa a parte qualche giro veloce tende sempre e comunque a creare polemica e ad enfatizzare qualsiasi cosa che fa sempre paragonata al suo compagno di squadra.

      1. Una episodio del genere forse piu’ simile quello fra Webber e Vettel, incrino’ i rapporti fra Villeneuve e Pironi le conseguenze furono drammatiche…. e non solo la Ferrari perse il titolo in quella stagione anche con Pironi’ …

  1. Carlo65
    a parti invertite hamilton se ne frega e lo passa, su questo puoi giurarci, purtroppo rosberg non ha le Pa..le e resterà sempre un gregario se non si sveglia.

    Non credo proprio. Se fosse il Hamilton di un paio d’anni fa, si certamente. Ma quello odierno non lo farebbe. Non scordiamoci anche del fatto che sia un nuovo nella squadra. Lui e uno che a Brawn potra rispetto. E Brawn e stato molto piu cattegorico dicendo via radio “Non se ne parla! o Negativo!”
    Non come Cristian: ” C’mon Seb, this is silly…”

    Sul fatto che Nico ha fatto una corsa migliore, non ho da dire niente perche cosi e stato. Lewis ancora non lo vedo al 100% con questa macchina per quanto riguarda gli assetti.

  2. Ma Ross inventati una scusa migliore, quella del carburante è vecchia ed è gia’ stata usata in MClaren sempre per favorire Hamilton in qualche occasione gia’ in passato e poi i giochi di squadra sono legali quindi… che senso ha essere cosi’ ridicoli. Comunque mi pare ovvio che il gioco di squadra sia stato chiesto per non creare una situazione critica con qualche sportellata di troppo dopo che Rosberg aveva superato Hamilton e l’inglese lo avera risorpassato, ricorda esattamente cio’ che era successo in Turchia nel 2010 con la piccola differenza che il mondiale era in uno stato piu’ avanzato,siamo solo alla seconda gara.
    Comunque nel mio post non c’è una critica nei confronti di Hamilton, c’è invece la consapevolezza che i giochi di squadra ci sono in tutte le squadre, solo che quando capitano in Ferrari si creano mille polemiche …. e se ne parla per mesi…mentre se succedono in altre squadre è tutto normale… ecco l’anomalia che diventa ancora piu’ grande quando i tifosi di Hamilton che hanno da anni criticato la Ferrari e Alonso di essere antisportivi cercano di non parlarne. Detto cio’ bisogna anche togliersi il para occhi, per adesso Hamilton non vale tutti quei soldi che ha investito la Mercedes, anche se è ancora presto per giudicare la coppia dei piloti che comunque ritengo sia attualmente fra le piu’ forti…

    1. Ecco il filmato del 2010 peccato che manca la parte con il video della comunicazione a Button per la benzina e quella ulteriore di Hamilton che chiede se Button cerchera’ di superarlo….

      www. youtube . com / watch?v= Wp_jQo7Yesg

      In quella stagione ci fu anche il famoso siparietto con Massa ed il suo ingegnere… solo che in quel caso ci fu un putiferio… !

      1. Da notare anche Rosberg che non ha fiatato, se ci fosse stato Massa sarebbe andato a piangere nella TV Brasiliana… complimenti a Nico che ha saputo trattenersi.

  3. Secondo me in mercedes si stanno chiedendo se era il caso di prendere un pilota che finora ha dimostrato di essere veloce quanto rosberg se non più lento, schumacher forse non era rincoglionito come pensavano

  4. rieccoci! via tutti i punti del titolo costruttori! bastaaaaaa bastaaaa con gli ordini di scuderia! gli ultimi giri del gp sembrava una parata! I love the tires smoking !!!!! FIA intervieni ferma queste castronate!!!!!!

  5. sembra che hamilton è diventato un brocco che ha bisogno di ross brawn per stare davanti a rosberg…forse qualcuno si è dimentica chi è lewis hamilton ma come sempre quest ultimo vi rinfreschera la memoria molto presto…gia dalla prossima gara..per il resto vediamo fino a quando andra avanti questa discussione…..!!

  6. Carlo65
    a parti invertite hamilton se ne frega e lo passa, su questo puoi giurarci, purtroppo rosberg non ha le Pa..le e resterà sempre un gregario se non si sveglia.

    Purtroppo lo penso anche io, e già nell’altra pagina ho scritto che finchè rosberg starà in un team dove è considerato il secondo di qualcun altro, non sboccerà mai.

  7. pablomk3
    io credo che, salvo casi dove bisogna far piu’ punti con uno o con un altro pilota, la scelta di non belligeranza tra compagni dopo l’ultimo pit stop, sia la piu’ intelligente.
    Poi sta ai piloti, certo e’ che sei IO fossi un pilota e fossi molto piu’ lento del mio compagno per vari motivi, lo lascerei passare!

    Quoto!! per il bene di tutta la squadra, Brawn doveva dire a Lewis di farsi da parte e far passare Rosberg che aveva chiaramente meno problemi di Lewis, nel consumo sia del carburante sia delle gomme. Questo aveva senso.
    Invece loro han fatto il bene della Mercedes, casa automobilistica e non reparto corse, la quale vuole il suo pupillo Hamilton vincente.
    Io credo che Lewis sia realmente dispiaciuto, anche perchè con Nico, mi pare abbia un ottimo rapporto. Non vorrei però che uno stupido podio, possa aver spezzato l’armonia del gruppo, perchè per finire come Vettel e Webber in F1 basta molto poco…
    Per quanto riguarda Brawn, io credo che con questa intervista abbia solo voluto confondere le acque, piuttosto che dare una spiegazione…. Durante la corsa non hanno detto a rosberg di rallentare per gestire il suo carburante, ma di non sorpassare lewis perchè gli stavano dicendo loro di andar piano.. -.-”’
    Ora dice che anche rosberg aveva lo stesso problema di lewis…e allora perchè non dirglielo durante la corsa?? la faccia di rosberg a fine corsa la diceva molto lunga su quello che era successo…
    mba… A me sembra proprio che rosberg sia stato usato quasi cm lo scudiero di lewis, mentre il capitano porta a podio la scuderia. Voglio proprio vedere se mai si verificherà una situazione simile, cosa succederà a parti invertite…

    1. a parti invertite hamilton se ne frega e lo passa, su questo puoi giurarci, purtroppo rosberg non ha le Pa..le e resterà sempre un gregario se non si sveglia.

  8. io credo che, salvo casi dove bisogna far piu’ punti con uno o con un altro pilota, la scelta di non belligeranza tra compagni dopo l’ultimo pit stop, sia la piu’ intelligente.
    Poi sta ai piloti, certo e’ che sei IO fossi un pilota e fossi molto piu’ lento del mio compagno per vari motivi, lo lascerei passare!

  9. Mi piacerebbe sapere perchè si stà sollevando tutto questo polverone per nulla !!!
    E’ stata una scelta dettata anche dal fatto che Mercedes avendo urgente bisogno di risultati a preferito non rischiare e ha cogelato le posizioni onde evitare rischi inutili, vedi contatto tra i piloti, consumo carburante e degrado gomme.
    E non capisco sinceramente neppure le dichiarazioni di Niki Lauda e mi chiedo come si faccia in Mercedes a mettere in dubbio uno dei migliori manager degli ultimi decenni in F1, Ross Brawn.

    1. Davide, anche Brawn può sbagliare, è umano. E secondo me ha esagerato, il congelamento delle posizioni non era necessario, io alla storiella della benzina sinceramente faccio fatica a credere.
      In tutta questo, vorrei anche sottolineare il comportamento esemplare di entrambi i piloti. Nessuna polemica, nessuna parola fuori posto. Bravi. Purtroppo per loro, mi sembra si stiano trovando nel mezzo di un ciclone politico tutto interno alla Mercedes. Posso sbagliarmi, ma ci sono troppe teste pensanti, e qualcuna salterà.
      E lasciami anche aggiungere che Hamilton non ha bisogno di essere aiutato in questo modo, se così è stato.

  10. Mah, io sono convinto che hamilton andasse piu piano perchè non aveva piu gomme, alla storiella della benzina ci credo poco, a parti invertite sono convinto che ham, non si sarebbe accontentato di un quarto posto, come scritto nell’altro post, questa è la differenza tra un campione e un ottimo pilota.

  11. se Rosberg doveva risparmiare lo stesso carburante di hamilton…hanno fatto bene a tenerlo dietro…magari davanti avrebbe spinto e consumato più del necessario non arrivando in fondo…quindi tanto valeva andare a casa con 3 e 4 così com’erano

Lascia un commento