Lotus ha presentato la E22 e Charles Pic

Il team Lotus ha presentato oggi la nuova vettura 2014, già scesa in pista in Bahrain, e il nuovo terzo pilota del team Charles Pic

lotus-e22-presentazione

Il team Lotus ha presentato in via ufficiale la nuova monoposto 2014, la E22, accompagnata dai tre piloti ufficiali per questa stagione, Romain Grosjean e i nuovi arrivati Pastor Maldonado e Charles Pic.

La E22 è stata svelata ieri, perché è entrata in pista già nel primo giorno di test sul tracciato di Sakhir, in Bahrain. I rendering diffusi il mese scorso riguardo la nuova monoposto si sono rivelati autentici. Il muso della nuova nata di casa Lotus è dunque una biforcazione asimmetrica, così da rimanere entro i limiti regolamentari 2014 imposti dalla FIA.

Non solo il muso. La E22 si distingue anche per altri particolari inediti, come abbiamo avuto modo di farvi scoprire nella nostra review tecnica dedicata alla monoposto di Enstone. Non solo, oggi vi abbiamo mostrato un particolare molto interessante del retrotreno della vettura britannica, grazie ad alcune foto scattate alla E22 a cofano aperto.

Assieme alla presentazione della vettura, Lotus ha colto l’occasione per ufficializzare la line up 2014. Assieme a Romain Grosjean e al neo acquisto Pastor Maldonado, ha fatto il suo ingresso in squadra anche Charles Pic. Il francese sarà il nuovo terzo pilota di Enstone e sostituirà Davide Valsecchi, non confermato in Lotus dopo una sola stagione.

Charles Pic è stato appiedato al termine della stagione 2013 dalla Caterham, dopo un solo anno al volante delle vetture anglo-malesi e nonostante un contratto biennale firmato solo pochi mesi prima. Lotus ha così scelto di portarlo in squadra, considerando anche il budget che il francese porterà in seno al team.

lotus-e22-grosjean

8 Commenti

  1. Alcune considerazioni.
    Sulla macchina: amo da sempre la livrea nera/oro della Lotus, quest’anno il tanto rosso rovina il bellissimo contrasto che è il marchio distintivo di questa casa.
    La forma in generale mi lascia ancora indifferente (ci metto sempre un poco ad abituarmi alle nuove forme dettate da regole diverse) tuttavia sono certo che il muso asimmetrico non mi piace e non mi piacerà mai.

    Per le prestazioni siamo veramente troppo agli albori dello sviluppo per dare giudizi. Il Renault è un propulsore che sembra avere più problemi di altri ma non è detto che risolti i guai non possa essere competitivo.

    Sui piloti: la coppia titolare ha potenzialità ma deve dimostrare di essere all’altezza di un top team, sicuramente il terzo pilota è al livello dei primi due, almeno come premesse sulla carta. Sono dispiaciuto che Valsecchi non abbia avuto l’opportunità di giocarsela in pista soprattutto non farlo correre al posto di Kimi negli ultimi due GP 2013 è stata una scelta che ha reso la squadra meno simpatica ai miei occhi.

Lascia un commento