Pirelli, forse gomme da 18 pollici già nel 2016

Pirelli ha dichiarato che potrebbe anticipare di un anno l’ingresso in Formula 1 delle coperture da 18 pollici, nel caso le scuderie ne facessero espressa richiesta.

lotus18

A gran sorpresa, Pirelli ha dichiarato che le gomme da 18 pollici, recentemente provate in versione Concept nella due giorni di test di Silverstone, potrebbero già essere pronte a debuttare a partire dalla stagione 2016. Ovviamente sarebbe necessario un ingente lavoro di ricerca da parte della casa italiana, ma Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli, ha ribadito che, qualora vi fosse una richiesta pressante da parte delle scuderie, Pirelli proverà a fare questo grande sforzo: “La FIA sta parlando del 2017 e penso che la decisione sarà presa quest’anno. Si tratta di un periodo di tempo realistico, ma se i team lo vorranno, potremmo fornirle già dal 2016. Noi ci proveremo. Testeremo le 18 pollici e le 19 pollici sulle GP2, ma avremo bisogno di fare ancora molta ricerca…”.

Il grande pubblico sembra aver gradito molto le nuove gomme Concept da 18 pollici, rispetto magari alle più “tradizionali” 13 pollici, standard imposto dal regolamento tutt’ora in vigore, ma non mancano anche gli scontenti, delusi da questa novità che in parte snatura la conformazione delle gomme F1, facendo assomigliare le monoposto della massima serie a quelle stradali.

7 Commenti

  1. Devo dire che a me non fanno impazzire così grandi. Esteticamente avrei forse preferito 17 o persino 16. Da 18 mi immagino scendere un rapper con catenaccio dorato al collo. .. come dite ? Abbiamo pure quello nel circus? 😉

  2. Al di là dell’estetica, sulla quale ognuno ha giustamente i propri gusti, mi viene da pensare alle implicazioni riguardo alle sospensioni e ai freni.

    Per le sospensioni, come si era già detto, dovranno prendersi carico dello smorzamento molto più di quanto fanno adesso, con le masse non sospese che in realtà aumenteranno (essendo che i mozzi, oggi, sono in parte sospesi, come massa).

    Per i freni bisogna tenere in conto che lo spazio all’interno del cerchio crescerà di molto, permettendo dischi più grandi ed una migliore dispersione del calore.

    Davvero interessante come sfida.

Lascia un commento