Ferrari: arriverà un nuovo muso per la F14T?

Siamo a metà stagione e la Ferrari non sembra ancora intenzionata ad apportare modifiche significative all’anteriore. Quante possibilità ci sono di vedere una F14T “versione B” al ritorno dalle vacanze?

ferrari-f14-t

Inutile negarlo: quando abbiamo visto per la primissima volta la F14T, la forma del musetto ci ha regalato un certo stupore, tanto da supporre che fosse addirittura un fotomontaggio. Niente “trichechi”, niente “manici di scopa”, ma un muso basso e schiacciato, probabilmente un po’ “stonato” con quella scocca così alta. E così, a strani animali ed oggetti ambigui, la fantasia degli appassionati aggiungeva “l’aspirapolvere” (FOTO).

L’idea dei tecnici di Maranello appariva davvero particolare, in netta controtendenza rispetto alle scelte fatte dagli altri team, salvo la Mercedes, che aveva ideato qualcosa di simile per la W05 Hybrid (FOTO); la F14T manteneva più in alto possibile (625 mm) gran parte del cockpit  per poi “picchiare” la parte terminale ai fatidici 525 mm imposti dal regolamento, creando uno scalino sia nella parte superiore che inferiore della scocca (FOTO).

musoPer non vanificare l’altezza del telaio (utile a far transitare quanta più aria verso il fondo), occorreva però un musetto che lasciasse transitare i flussi liberamente. Da questo presupposto nasceva il nose cone della F14T, il quale aveva lo scopo di far transitare l’aria non tanto al di sotto dello stesso (cosa piuttosto complicata, dati i 185 mm di altezza max imposti dal regolamento), ma ai suoi lati, opportunamente arrotondati e scavati proprio per favorire il transito dei flussi (FOTO – FOTO).

Come detto, la scelta della Ferrari si è posta sin dall’inizio in netta controtendenza con le altre squadre, soprattutto con quelle che hanno mantenuto molto alta la scocca (Force India e Sauber su tutte), le quali hanno preferito utilizzare il “trucchetto” della punta del muso a “manico di scopa”, mantenendo la parte restante bella alta per incanalare tanta aria al di sotto della struttura (FOTO). Il fatto che anche la Mercedes, l’unica col muso simile alla Ferrari, avesse cambiato dopo poche gare la forma del muso, lasciava prospettare a breve un cambiamento anche per la F14T; cambiamento che, ad oggi, non è ancora arrivato.

La domanda, a questo punto, è: arriverà mai un nuovo muso per la Ferrari F14T? Se si, che muso sarà? Piuttosto difficile rispondere alla prima domanda, anche se il fatto che il muso non sia già cambiato, con il campionato già al giro di boa, ci fa proprio presupporre che la domanda trovi una risposta negativa.

Un drastico cambiamento all’anteriore, infatti, produrrebbe effetti sull’intera aerodinamica della vettura, sia nella parte superiore che nella parte inferiore; il muso della Ferrari è disegnato per sollevare parte dei flussi verso l’alto (generando quindi carico all’avantreno) e tutta la parte superiore della monoposto (dal roll bar all’ala posteriore) è stata certamente disegnata in base alla quantità d’aria che il muso devia verso il resto della vettura, così come l’ala anteriore, che è apparentemente la più scarica del gruppo proprio in funzione della downforce generata sull’avantreno anche dal muso.

Vale lo stesso per il posteriore, in particolare per il sotto scocca, fondo scalinato e diffusore, disegnati per “lavorare” con la quantità d’aria che il musetto lascia transitare al di sotto del telaio. Tutto ciò equivale a dire che il restyling del musetto comporta un profondo cambiamento dell’intera vettura.

Force IndiaTuttavia, proprio gli effetti benefici dati da una maggiore quantità d’aria da indirizzare verso il fondo, potrebbero indurre la Ferrari (e magari l’hanno già fatto…) a sfornare un nuovo muso. In tal caso, come potrebbe cambiare l’aspetto della F14T?

Se il fatidico musetto nuovo arrivasse sul serio, secondo il nostro parere, con alta probabilità riprenderebbe le forme di quello della Force India, che ha un telaio molto simile a quello della monoposto di Maranello; anche la VJM07, infatti, ha la scocca scalinata sia sopra (ma con vanity panel) che sotto (FOTO), e ciò consentirebbe di utilizzare una forma simile anche per il musetto, facilitando il transito di molta più aria al di sotto della vettura.

Un muso simile comporterebbe un cambiamento minimo dell’aerodinamica superiore (ma decisivo per l’ala anteriore, che dovrebbe compensare il carico mancante); però, la quantità maggiore d’aria di cui potrebbero disporre fondo e diffusore potrebbe incrementare l’“effetto suolo”, migliorando nettamente il comportamento della monoposto italiana, soprattutto nei tracciati più guidati.

gp spagna 1996Il cambiamento, quindi, non è affatto da escludere e nel passato abbiamo già assistito ad esperimenti che poi si sono rivelati vincenti. Proprio la Ferrari, nel 1996, operò una drastica modifica al musetto della F310, inizialmente dotata di un muso basso vecchio stile; dal Gp del Canada (guarda caso a metà stagione) fu introdotto un muso alto (FOTO) e le prestazioni della Rossa migliorarono notevolmente, consentendo a Michael Schumacher di conquistare altre due vittorie (a Spa ed a Monza) dopo la prima in Spagna, chiudendo il campionato in bellezza.

41 Commenti

  1. Ragazzi avete letto le ultime news sulla vicenda Alonso-Ferrari ?

    Secondo indiscrezioni provenienti dalla Germania e dal Giornalista Italiano Alberto Antonini,Fernando Alonso avrebbe avuto un primo contatto con la Mercedes per un’eventuale ingaggio.
    Secondo una clausola presente nell’attuale contratto con scadenza a fine 2016 lo Spagnolo potrebbe svincolarsi sè la Ferrari non dovesse terminare nei primi 3 posti nella classifica Costruttori.

    La stampa Inglese invece riporta che Hamilton avrebbe avviato i colloqui per l’estensione del contratto con Mercedes, il nuovo accordo prevederebbe un nuovo contratto fino al 2018 con uno stipendio di 85 Milioni di Euro nell’arco dei 3 anni !!!

    Insomma come finirà ?!!!…..

    1. Finirà che Autosprint deve vendere e creare scandalo… 🙂
      Storicamente i contratti Ferrari sono inattaccabili, una clausola del genere sarebbe assurda, come scrivevo sotto se un pilota avesse la convenienza potrebbe danneggiare la scuderia di proposito per liberarsi… La vedo molto difficile anche come ipotesi.

      1. mai dire mai fabietto… Prost ci riuscì eccome a farsi cacciare.
        Il fatto più importante, per me, è: ma dove vai, bellezza in bicicletta?
        Pare che Hamilton stia discutendo il rinnovo con Mercedes, quindi rimangono McLaren e forse ma forse RedBull, se Vettel decide di mollarli. Ditemi quello che volete, ma Alonso in Redbull non ce lo vedo, troppe frizioni in passato, e visto il trattamento riservato a Vettel quest’anno sarebbe solo un rischio per lui.
        Capitolo McLaren: ok, è in arrivo il motore Honda. Ma oggi usano IL motore di quest’anno, quindi se la macchina non va la colpa è solo loro. Non so che convenienza avrebbe, ci sarebbe il serissimo rischio di passare dalla padella alla brace, almeno per il 2015.

        Detto ciò, la mia opinione non cambia molto: questa telenovela prima o poi dovrà finire, per il bene di entrambi. A noi serve un vero capitano, a lui una vera macchina. Aspettiamo e vediamo, ma per me non succederà niente di particolare.

  2. Caro fabietto, secondo turrini la macchina 2015 sarà firmata ancora una volta dal tomba…….
    Ed allison? Non era lui a capo del progetto?
    si dice anche che Alonso abbia una clausola che permette di liberarsi dalla Ferrari se non si arriva terzi nei costruttori….
    In questi 9 mesi potrebbero cambiare molte cose a quanto pare

    1. Beppe… ma allora non leggi quello che scrivo da tempo ;).
      Il modellino della 2015 è in galleria da marzo, oviamente Allison ha l’ultima parola su ogni scelta, telaio, sospensioni, aerodinamica, motore, ma non disegna lui lo fa Tombazis, il telaio lo supervisiona Fry, lo scrivo da tempo nei vari commenti, il motore del prossimo anno è figlio di Marmorini, non hai assunto alcun nuovo capo motorista, non hai preso nessun capo disegnatore.
      Cosa cambia? Allison ha carta bianca e dirige in prima persona il progetto secondo le sue idee. Ma ripeto se la Ferrari si fidasse ciecamente di Allison come sta dicendo da tempo Mattiacci, non avrebbe cercato Newey.
      In Mercedes la situazione è un po’ diversa Paddy Lowe disegna e crea e Costa da il benestare.
      Ripeto per l’ennesima volta non vi aspettate che il 2015 la Ferrari torni a vincere, semmai si correrà con più dignità, lo ha detto anche Allison.
      Alonso… conoscendo i contratti Ferrari, non credo esista una tale clausola, sarebbe dannosa per la Ferrari, un pilota potrebbe correre male apposta per liberarsi.
      Semmai visto il risultato Alo prenderà molti meno soldi legati alle prestazioni ed ai punti.
      Che succederà? Credo nonostante i tentennamenti Alo rimanga almeno per il prossimo anno, che sarà di transizione totale per la nostra amata scuderia.
      Mancano ancora tre figure importanti e lo scrivo da 6 mesi… 😉

      1. Ti sbagli Fabietto, in Mercedes Paddy Lowe non “disegna” la macchina ma è solo il coordinatore del lavoro in Factory a Brackley e gestisce il muretto e il Team sotto il punto di vista Tecnico-sportivo.

        In Mercedes Aldo Costa è il Telaista mentre l’aerodinamico è Geoff Willis con Mark Elliott, mentre Mark Ellis appena arrivato dalla Red Bull è a capo del reparto simulazioni al CFD.

      2. Davide ciao, Costa è il DT giusto? Ha dichiarato lui stesso che il suo compito è dare il benestare sul disegno della vettura, Willis è l’aerodinamico ok, ma la macchina chi la disegna? Bell che è un capo disegnatore non c’è più, quindi a meno che non manchi il capo disegnatore… questo è Lowe.

      3. Copy that 😉
        certo che ti leggo fabietto! Sapevo che fosse in galleria da un po’ ma pensavo che fosse stato allison anche a disegnare…
        invece a quanto pare fa il supervisore e interviene dando le sue direttive, un po’ come brawn faceva in Ferrari e jn Mercedes…
        È comunque una figura chiave e se decide una cosa quella deve essere….del resto brawn ha rifatto fare la w05 per mettere l’intercooler nel telaio…
        spero comunque in uh importante miglioramento

      4. Ciao Myriam, beh a meno di ferie improvvise e prolungate del telaio se ne occupa (senza averne merito 😉 ) lui. Lo scrivo da un po’ che manca il telaista, direi manchino: telaista, motorista e team manager 🙂

      1. spero tanto abbiano cambiato lo schema sospensivo, basta sentire quello che ha detto forghieri per capire che è la prima cosa su cui intervenire

  3. Si vocifera di un forte step evolutivo per Spa, ma non penso che ci sarà un muso nuovo, il male della F14T risiede nel motore e nel telaio, per quest’anno c’è poco da fare ragazzi….

    1. A parte modifiche al motore già provate sulla Marussia e qualche aggiornamento aerodinamico, nulla che faccia recuperare 1,5 sec. D’altronde molte scuderie porteranno “qualcosa” per aggiustare l’aerodinamica della vettura post Fric Ban.
      Spa e Monza saranno “inquietanti” per la Ferrari, ma fra una settimana c’è la pausa obbligatoria dal lavoro in fabbrica e storicamente solo la RB portava miracolosi aggiornamenti mentre gli altri erano in ferie. 😉

  4. L’attuale muso è un serio ostacolo al raggiungimento della velocità di punta perché, avendo una sorta di “ostacolo aerodinamico” proprio nella zona in cui la vettura dovrebbe fendere l’aria, la penalizza oltremodo. La Force India ha, a mio avviso, interpretato nel migliore dei modi il nuovo regolamento riguardo i musi.

    Di contro, il muso della F14T è di aiuto nei curvoni veloci grazie al suo downforce.

    Purtroppo, la penalizzazione della ridotta velocità di punta è superiore al beneficio aerodinamico dei curvoni veloci.
    Circùiti con più rettilinei anziché curvoni veloci e una Power Unit non all’altezza del Mercedes hanno reso la Ferrari poco competitiva.

    Forza Ferrari Go!

    Scuderia Ferrari, la Scuderia più vincente nella storia della Formula 1.
    16 Titoli Costruttori & 15 Titoli Piloti.

    1. Se la tua ipotesi fosse vera la Ferrari avrebbe avuti un nuovo muso dopo tre gare e la Mercedes non avrebbe avuto quella mostruosa velocità di punta 😉
      Il maggior ostacolo che incontra l’aria sono gli pneumatici tant’è che tutte le squadre, Ferrari e RB a parte, tendono a deviare i flussi attorno alle ruote.

      1. Purtroppo la F14T è stata progettata attorno a quel muso e montarne uno totalmente diverso creerebbe dello scompenso aerodinamico.
        Non credo che lo stravolgeranno, forse solo qualche piccolissima modifica.

  5. Per carità, gli spunti offerti da questo articolo sono anche interessanti, ma è abbastanza “campato in aria” a mio avviso.
    Non è certo il muso più simile alla Mercedes del lotto a dare problemi e avere “più aria che passa sotto la vettura” vuol dire fino ad un certo punto.
    Che migliori il carico anche è una speculazione azzardata.
    Non credo che la Mercedes, con il muso molto simile abbia problemi di carico aerodinamico.
    Se fossi nella Ferrari eviterei di buttare risorse su questo aspetto.

    1. Non è detto che il muso della Mercedes sia il migliore, comunque il flusso d’aria sotto la vettura tra la Ferrari e la Mercedes è abbastanza accentuato.
      http : // www . newsf1. it / wp-content/uploads/2014/07/pull_rod_ferrari_F14t.jpg

      1. Mah, le due foto sono prese da due angolature diverse, quindi non danno nessun raffronto credibile. Potrebbe anche essere maggiore la luce sotto il muso Mercedes, ma di sicuro confrontata con la Marussia è inferiore. Eppure la Marussia non brilla per carico aerodinamico (né per altri aspetti, a dire il vero)…

  6. un muso nuovo e più alto per far passare molta aria sotto non serve a niente se non la si sa estrarre…l’anno scorso la F138 aveva una galleria sotto e non mi sembra che fosse non siluro…
    i problemi sono molteplici…primo tra tutto la trazione (malattia ormai congenita dal 2009)

  7. Ma che senso ha copiare il muso della force india? Mica è la migliore macchina del lotto, con quel motore eccezionale che ha si trova a lottare a mezzo gruppo…

  8. La Ferrari dovrebbe usare un muso magico, anzi dovrebbe usare una magia per cambiare la vettura al 100%.
    È il primo anno da tanto tempo che vediamo una macchina nettamente inferiore alle rivali su diversi aspetti.
    – Motore con meno potenza (mai successo anche negli anni bui che la Ferrari non avesse motore).
    – Aerodinamica poco efficiente e quindi difficoltà per i piloti a guidare in modo pulito.
    – Scelta della sospensione anteriore in controtendenza.
    – Consumo degli pneumatici maggiore rispetto al passato.
    Fino allo scorso anno almeno in gara, dopo una partenza difficile per mettere in temperatura le gomme, vedevamo una macchina che cresceva giro dopo giro. Quest’anno 2 sorpassi in partenza, se va bene e poi? Sofferenza, sofferenza e ancora sofferenza.
    Altro che muso nuovo, miracoli servono!

  9. Fabietto quindi un bel dilemma migliorare questa F14-T! 🙂 x quest’anno non credo si possano vedere miglioramenti significativi purtroppo. Correggimi se sbaglio…

    1. Miglioramenti sulle componenti sicuro, dai freni e accessori, varie interne alla vettura e lavorare sulle ali credo si possa fare e utilizzarle come base per il 2015. Stravolgimenti non credo non ci sono risorse, intese come ore galleria, CFD e soldi. Hai poche ore da regolamento da dividere tra questa vettura e quella del 2015.

  10. Prima cosa no non arriverà.
    Seconda cosa… ma se il regolamento il prossimo anno costringerà tutte le squadre a portare un muso come questo Ferrari, mi spiegate che senso avrebbe rifare muso e vettura?
    Terza cosa il problema della F14T è puramente meccanico mi sgolo dalla presentazione, mancano cavalli e il telaio ha una serie di problemi ben discussi, la Ferrari non manca downforce, non può averla per non compromettere velocità di punta, e infatti ha lavorato tutta la stagione sull’efficienza.
    Semmai farei un articolo con la comparazione delle ali Ferrari dal 2012 a oggi e mi farei domande interessanti…. meditate redazione 😉

  11. Bene bene, se anche la Ferrari metterà il pene davanti lauda potrebbe cambiare opinione, da Ferrari di merda a Ferrari del ca@@o. Comunque se ca@@o sarà, speriamo la dotino pure delle contropalle

Lascia un commento