Boullier: “Scelta piloti? Non solo secondo risultati 2014”

Il racing director della McLaren, Éric Boullier, è intervenuto in merito alla scelta della line-up per il 2015 da parte del team di Woking, sottolineando come la scelta non dipenderà solamente dai risultati conseguiti in pista nel 2014. Il chiaro vincitore del confronto in quel di Woking, Jenson Button, potrebbe dunque non essere la scelta, nonostante si mormori che l’inglese abbia un sostenitore di eccezione: l’uomo che andrebbe ad affiancare, Fernando Alonso.

Eric Boullier with Jonathan Neale.

Con l’avvicinarsi dell’inizio del mese di dicembre, cresce l’attesa in merito all’annuncio da parte della McLaren della propria line-up per il prossimo anno. Nessuna informazione in merito verrà divulgata da parte del team di Woking prima dell’inizio del prossimo mese, come comunicato la scorsa settimana attraverso un Tweet. Se la presenza di Fernando Alonso in McLaren il prossimo anno sembra data ormai per certa, il dubbio riguarda l’altro sedile disponibile.

Sarà con tutta probabilità uno dei due piloti che hanno disputato la stagione 2014 in quel di Woking ad affiancare Alonso nel campionato 2015, che vedrà il suo ritorno in McLaren dopo la travagliata esperienza dell’ormai lontano 2007. Ma chi la spunterà tra Jenson Button e Kevin Magnussen? Se si guardasse alle statistiche riguardo alla stagione appena conclusasi, la risposta sembrerebbe piuttosto chiara. Dati alla mano, infatti, l’esperto Button ha decisamente prevalso sul compagno di squadra, il rookie Magnussen, nel 2014.

In qualifica, il confronto tra i due si è concluso 10-9 per il trentaquattrenne inglese; in gara, invece, il risultato è decisamente più netto, ma sempre a favore di Button: sono infatti 126 i punti conquistati da Jenson nel corso di questa stagione, contro i 55 portati a casa da Magnussen. Paragonando questi dati con quelli dell’anno scorso, si scopre come il confronto con Pérez fu meno impari: in qualifica, fu proprio il messicano ad avere la meglio per 10-9, mentre in gara Button ottenne 73 punti, 24 in più di Pérez. Ciononostante, il messicano lasciò la McLaren a fine anno. Magnussen è riuscito a conquistare il 43% dei punti ottenuti dal compagno, mentre Pérez nel 2013 collezionò il 67% dei punti di Button.

Il risultato conseguito dal pilota inglese, tuttavia, non gli assicura un posto al sole accanto a Fernando Alonso. In questi termini si è espresso Éric Boullier, racing director McLaren. “Se dipendesse tutto dalle statistiche, prendere una decisione sarebbe facilissimo, calcolatrice alla mano. Le cose, però, non stanno così. Non dirò altro, mi sono già sbottonato troppo. Chiedo un po’ di pazienza: abbiamo diramato un comunicato per informare del fatto che non prenderemo alcuna decisione in merito almeno fino al 1° dicembre”, ha dichiarato il francese.

Secondo quanto riportato da Autosport, ci sarebbe una spaccatura interna al team di Woking in merito a questa delicata scelta. Ron Dennis propenderebbe infatti per Magnussen, in virtù della sua giovane età, che gli permetterebbe di poter rientrare nei piani a lungo termine della scuderia. Altri dirigenti del team, invece, gli preferirebbero Button; questa scelta sembrerebbe essere condivisa anche da Fernando Alonso: parrebbe infatti che l’asturiano abbia espresso il desiderio di avere l’inglese come compagno di squadra il prossimo anno.

54 Commenti

  1. Manto il darsi da fare era inteso al non aspettare la Mclaren perché a mio avviso non lo confermeranno dopo tutto quello che ha dato…quindi il darsi da fare e anche inteso come cambiare categoria visto che anche la McLaren non e che gli da la possibilità di vincere…cmq se Raikkonen non rinnovava con la ferrari la coppia Vettel Button sarebbe stata da urlo soprattutto se nel muretto ci fosse stato Brawn

  2. In tanto domani scadono i 5 giorni imposti dalla redbull e vettel è già in pista a fiorano con la f2012 !
    Sembra già dato per spacciato tombazis e Brown starebbe temporeggiando solo per motivi di salute , se li risolve lo danno già in rosso.

      1. Infatti ConteBaracca ha detto domani, non oggi, se sai leggere non e’ difficile, so’ che per te è arduo ma è cosi. 🙂

  3. CIOE’ FATEMI CAPIRE BENE !!!!

    Fino pochi GP fa dicevate che Magnussen in gara le prendeva ma che il potenziale si vedeva dalle qualifiche dove era più veloce di Button.

    E mo veniamo a scoprire che anche in qualifica Jenson ( che non è un fulmine di guerra e per giunta pure vecchio ) ha battuto il ragazzo ?

  4. Moltoooooooooo più’ semplice di come la state facendo, Ron Dennis non voleva il 14, per tutto quello che e’ successo nel 2007, ovvero 100 milioni di dollari di motivi. La Honda voleva il 14 e ha obbligato Dennis a farselo piacere, altrimenti niente PU e niente soldi, 100 milioni di dollari, strano. Dennis dal canto suo vuole e voleva Magnussen, crede in lui e solo questo ha portato a casa. Stavolta il 14 non c’entra, ma si farà’ sentire con le pull-rod, altroché’…eh eh eh eh, Nessuno mi toglie dalla testa che se Vettel avesse rifiutato la Ferrari e scelto Honda ora staremmo a parlare del 14 ancora in rosso, che lui ama la Ferrari e bla bla bla, per fortuna a parità’ di offerta il Tedesco ha scelto Maranello, anzi Honda gli dava pure più’ soldi se e’ vera la cifra dell’ingaggio del 14. In ogni caso il 14 era ed e’ una seconda scelta sia in MCL che in Ferrari.

    1. strano e io che credevo che Alonso dal 2004 al 2010 avesse vinto con le push rod.

      le pull rod è una tipologia di sospensione che ha permesso agli aerodinamici di mantenere un miglior soffiaggio ai lati del muso, il fatto che Alonso abbia approvato o meno non centra assolutamente nulla.

      1. Ha vinto dal 2004 al 2010? in quale film lo dicono?, ma sopratutto dove lo proiettano? ah ah ah ah ah.

      2. strano pensavo sapessi che alonso è stato campione del mondo nel 2005 e nel 2006, e nel 2004 ha vinto per la prima volta.
        Nel 2007 si è giocato il mondiale
        Nel 2008 ha vinto 2 gare con Renault
        Nel 2010 si è giocato il mondiale

        Ma viste delle pull rod in queste vetture

  5. Credo anche io che Alonso si sente il numero1 non teme nessuno e visto che sa che va incontro a un anno di problemi con la mclaren honda preferisce portare a casa il trofeo della testa di un’altro campione del mondo come Button che aumenta la fama di Alinso cone migliore del circus anche se si piazzasse 10 in classifica piloti
    Vuole ripetere lo schema Raikkonen

    1. Si ma button è un bravo sviluppatore ed è già di casa mclaren, conosce i metodi di lavoro e ha sempre detto le cose che non gli andavano. Non credo che la mclarentorni alla pull rod solo perché Alonso si trova meglio.

      1. si e alonso è considerato il migliore

        Anche Hamilton al primo anno in Mercedes ha battuto Rosberg che era già di casa.

  6. Allora secondo logica la Mclaren avendo acquistato un veterano della f1 tra l altro considerato tra i migliori della f1 come seconda guida dovrebbe puntare su un giovane.
    Alonso ha detto meglio button perché è più esperto e serve la sua esperienza per sviluppare la nuova Mclaren honda .
    A questo punto le possibilità secondo me sono 2.. o Alonso è consapevole di essere una pippa nello sviluppo oppure teme più lo scatenato e irriverente Magnussen.
    Scatenate l inferno con le vostre opinioni !! 🙂 🙂 🙂

  7. Raga finiamola se Alonso avesse detto: voglio mangnussen tutti a dire non vuole Button perché ha paura è campione del mondo ecc.. Non avete capito che Alonso ormai non ha paura di nessuno perché si ritiene il n.1. Lo guarderò con interessere oltre le Ferrari perché è il mio pilota preferito. Comunque sempre forza Ferrari 🙂

  8. Button deve darsi da fare non può aspettare la Mclaren in un momento così delicato per la sua carriera… anche perché sarò cattivo ma la Mclaren non é più un top team quindi alla fine tanto vale andarsene e provare nuove avventure visto anche il trattamento.. Ha 34 anni ha dimostrato quanto vale… in questi 14anni di f1 battagliando con signor piloti Jacques Villeneuve e Hamilton su tutti..ancora ricordo gli anni alla BAR quando disse da Villeneuve sto imparando tanto ed era proprio vero…grande pilita e grande persona

    1. In che senso deve darsi da fare? Ha tenuto la mclaren al quinto posto costruttori che vista la macchina che avevano è un miracolo se c’è riuscito, eppure nonostante il risultato ottimo e i soldini che entreranno alla scuderia è lui quello più q rischio di uscire

  9. ma scusate una soluzione piu semplice alla scusante ”magnussen rappresenta il futuro”..perchè non prendete sto magnussen elo infilate in GP2 o altre formule?si fa un annetto la..impara lavora e guida sempre..intanto button rimane in mclaren..con la sua età farà al massimo altri 2 anni..a quel punto se veramente magnussen è capace risale..tanto difficile è?cioè non capisco il discorso di mantenere magnussen in mclaren come se ci sia la possibilità di perderlo..io preferirei addirittura vergne a lui..

  10. Manto se ti riferisci al mio discorso io non ho detto che Magnussen è più concreto di button ma meno gestibile.
    Apparte il fatto che è giovane perciò può solo migliorarsi, ma oltre a questo sono convinto che tra button ed Magnussen se si trovassero dietro ad Alonso in staccata quello che azzarda oltre al limite è sicuramente Magnussen .

    1. No non mi riferivo assolutamente al mio discorso, era un discorso più generale basato sui risultati.
      Detto questo secondo me lasciare button a casa è uno spreco per quanto riguarda i punti, mentre per quanto riguarda l’aggressività in pista son d’accordo al 100%, magnussen può essere un cliente scomodo per Alonso perché essendo giovane è anche un po’ più spericolato diciamo.

  11. Ragioniamo un secondo con la pura fantasia. Se la mclaren avesse avuto due magnussen si sarebbe trovata con 110 punti, relegata al sesto posto dopo la force india.
    Se avesse avuto due button avrebbe concluso davanti a Ferrari con 252 punti.
    Con Alonso e Magnussen sarebbe a quota 216 mentre con Alonso e Button a 287.
    So che è un discorso di pura fantasia però il confronto è chiaro.
    Secondo me magnussen è ancora troppo immaturo, anche vandoorne sembrava un fenomeno in f3 ma in gp2 nonostante il risultato mi è sembrato ancora acerbo.

  12. Alonso considera button più gestibile di Magnussen.
    Molto più giovane e pericoloso se ti è vicino..
    Ecco il motivo delle sue dichiarazioni d amore , mai disinteressate.
    Il solito paraculo 🙂

Lascia un commento