Button parla già da ex: “E’ stato bello lavorare in McLaren”

Mentre Boullier ribadisce che non c’è ancora una decisione sulla line-up di piloti in McLaren, Jenson Button sembra quasi già parlare da ex pilota del team di Woking.

Jenson Button Brasile 2014

La scorsa settimana, si è riunito il Consiglio d’Amministrazione della McLaren nel tentativo di prendere una decisione sulla formazione di piloti che scenderà in pista il prossimo anno. Se l’accordo con Fernando Alonso sembra ormai già cosa fatta da tempo – grazie soprattutto alla benedizione della Honda – c’è ancora grande indecisione su chi tenere tra Kevin Magnussen e Jenson Button.

Proprio il pilota inglese ha parlato di questo clima di incertezza che gli ha creato qualche problema nei mesi scorsi. Premiato durante gli Autosport Awards, Button ha ammesso di avere ben chiara la propria situazione e di stare aspettando una decisione da parte della McLaren per imboccare una via piuttosto che l’altra. “E’ una situazione strana”, ha ammesso Jenson. “A volte, però, nella vita ci si ritrova in queste situazioni complesse e non puoi fare altro che affrontarle. Se tutto ciò fosse successo al mio primo anno di F1 sarebbe stato decisamente più difficile, ma ho avuto una carriera straordinaria in Formula 1, vincendo anche un campionato del mondo. Le ultime gare sono state davvero piacevoli e ho lavorato con persone straordinarie in McLaren. E’ stato davvero un piacere lavorare con questi ragazzi”.

Mentre Button sembra già parlare da ex pilota della squadra, Boullier – presente alla cerimonia – ha comunque lasciato intendere che non vi è ancora alcuna decisione da parte del Consiglio d’Amministrazione: “Ormai è una questione di giorni, perché tutti vogliamo sapere con chi lavoreremo il prossimo anno”, ha concluso il Racing Director della McLaren.

25 Commenti

  1. ricordo alle malilingue che Alonso aveva detto “mi piacerebbe avere button come compagno” non che si dica che arriva lui e caccia via chi vuole ,l’onestà prima di tutto poi se ha un carattere poco felice è altro discorso

  2. Nemmeno quando Button ebbe quella monoposto all’interno del regolamento ma così “meh” non riuscii a non farmelo piacere. Questo succede quando un individuo è tanto sportivo quanto uomo.
    Grazie, Jenson, per gli insegnamenti indiretti dati a chi ha saputo percepirli.

  3. se la scelta e’ per il futuro un giovane e’ di certo meglio, ma magnussen si e’ mostrato al di sotto delle aspettative e button ha dimostrato di saperci face ancora specie con un auto scadente. Per cui dato che il futuro non e’ certo d imagnussen allora tant ovale tenersi button. Ha esperienza per sviluppare un progetto tanto innovativo e puo’ tenere a bada la solita primadonna. Con magnussen invece il numero 14 potra’ spadroneggiare anche (e di nuovo) in mclaren, ma stavolta senza un hamilton che lo asfalti.

  4. Button, figlio di cotanto padre, persona elegante, mai volgare, mai un gossip alla Hamilton, uomo squadra, signore, gran pilota, troppo brava persona, il 14 non vuole campioni vicino, da sempre ho avuto grande stima ,sopratutto quando il delinquente manager del 14 lo definiva paracarro, chi è nemico del mio nemico è mio amico.

    1. A dire il vero alonso ha detto pubblicamente di preferire button per la sua esperienza dato che il motore e quindi la macchina saranno nuovi. In pratica vuole qualcuno che indirizzi lo sviluppo e setti per bene la macchina al posto suo visto che in questo non e’ una cima. Briatore defini button un paracarro quando stava vincendo il mondiale, salvo scoprire che aveva cercato di ingaggiarlo proprio quell’anno ma jenson aveva rifiutato per andar in brawn.

  5. Bravo ad El Guapo….con poche parole hai detto piu di quanto tu possa credere…

    LA FORMULA 1 è UN PUNTO DI ARRIVO….non di partenza per bimbetti figli di papà che non hanno dimostrato nulla.

    E’ ridicolo oltremodo mandare via gente come button per far spazio ad un Kevin Magnussen.

    Inutile stare ad evidenziare che Kevin non conosceva alcuni circuiti…..quando hai la stoffa del campione si vede subito, ed anche Hamilton nel 2007, non conosceva gran parte dei tracciati, eppure si è giocato il titolo alla prima stagione umiliando un 2 volte consecutivamente campione del mondo in carica!

    Magnussen non ha fatto vedere niente di niente in questa stagione….un podio fortuito e poi il nulla piu totale.

    1. Ben detto Caribbean. E direi che la differenza di punti che possono raccogliere in una stagione button e magnussen può essere determinante per raggiungere una posizione in più nel costruttori, che non è cosa da poco.

      1. Si questo fenomenale Button alla sua prima stagione in Williams fece la stessa figura di Kevin contro uno come Ralf Schumacher!
        Non tutti hanno un debutto alla Hamilton in F1. Rosberg che questa stagione si è confermato quasi sullo stesso livello di Hamilton nelle sue prime stagioni con un catorcio di Williams non è andato molto avanti.

    2. Si ma secondo te questo figlio di papà merita di essere appiedato e bruciato dopo una stagione? No perché Button ha già fatto la sua storia in F1, è si è guadagnato i soldi per la vita.
      Hamilton era in McLaren da 3 anni che testava! Ha fatto km su km. Magnussen no. Inutile paragonarli. Sono finiti quei tempi. Pure Ricciardo le prese da Vergne nel 2011.
      Lo trattate peggio di Kovalainen! Quello era scarso. Ma si è fatto 2 stagioni lo stesso.

      1. Quoto.
        Senza contare che la macchina del 2007 era tutta un’altra cosa.

        Cmq sono d’accordo sul fatto che la F1 dovrebbe essere un punto di arrivo di una carriera. C’è da chiedersi perchè non sia più così.

  6. Si e’ vero Button e’ ancora veloce ma vorrei piu turnover di questi tempi. Via Massa, Button, kimi, Alonso e magari zio Bernie e ripuliamo un po’ tutta la serie!

      1. si certo, ma quali? quelli bravi ce li ha redbull, il resto (tranne 2-3 eccezioni) è quantomai discutibile. arrivano pieni di sponsor e poi fanno pena. ma dico io, ragazzi miei aspettate, la F1 dovrebbe essere un punto di arrivo nella carriera di un pilota, non la partenza!

      2. La red bull ha i giovani migliori?
        Grazie al cazz* ha un team satellite. Quanti piloti ha bruciato prima di Vettel, Ricciardo e Kvyat?
        Bourdais Liuzzi Buemi Algersuari e così via…
        Concordo sul fatto dei piloti paganti ma è sempre stato così in F1. Se non hai i soldi non vai avanti.
        Soprattutto di questi periodi.

  7. Penso che un signore come Jenson Button, sempre corretto sia in pista che fuori mancherà molto a questa f1. Nel confronto con Hamilton non ha affatto sfigurato, sarebbe stato bello vederlo in squadra assieme ad Alonso

      1. Lo so, ma non dirlo agli hamiltonfags altrimenti ti rispondono che Hamilton ha comunque vinto di più

Lascia un commento