Ecco la nuova Sauber C34 motorizzata Ferrari

Il team di Hinwil ha svelato la nuova monoposto per il campionato 2015, caratterizzata da una nuova colorazione blu e gialla.

sauber-2015

Dopo una stagione da dimenticare, la Sauber vuole cambiare marcia. E lo fa su più fronti, a partire dalla livrea della vettura: addio al grigio, che è stato proprio il colore adatto a descrivere il disastroso 2014, e benvenuto al blu.

Così come si era vociferato nei giorni scorsi, la livrea della nuova Sauber accoglie il nuovo sponsor “Banco do Brasil”, portato in dote dal debuttante brasiliano Felipe Nasr. Sul resto della vettura appaiono pochi altri sponsor, a testimonianza del momento economico difficile del team svizzero.

Sauber-2015frontalet

A prima vista, appare come una evoluzione della monoposto dello scorso anno, eccezion fatta – ovviamente – per i cambi regolamentari che hanno imposto nuove misure all’anteriore. Il muso è certamente l’elemento che più colpisce a prima vista e, allo stesso tempo, appare come l’unico elemento veramente modificato rispetto alla C33. La concezione del nuovo muso è molto lineare alle norme del 2015 ed è stato concepito per superare subito i crash test, poiché le limitate risorse del team svizzero non permettono grandi spazi di manovra nella ricerca e sviluppo.

Quella svelata oggi è una vettura davvero conservativa che non pare nascondere nulla di eccezionale neanche sotto il cofano. Un portavoce della Ferrari, parlando della nuova power unit che spinge la C34, ha ammesso: “Il motore è veramente simile a quello dello scorso anno, ma l’architettura è cambiata notevolente”.  Avremo modo, comunque, di analizzarla nel dettaglio nelle prossime ore.

Il team è già in viaggio verso Jerez de la Frontera dove, il 1° febbraio, scatteranno i test invernali. A portare al debutto la C34 sarà Marcus Ericcson che guiderà nei primi due giorni, per poi lasciare il volante a Felipe Nasr.

21 Commenti

  1. le pance sono molto simili a quelle dela nuova rossa!!!
    interessante anche la forma particolare dell’airscope…
    in effetti il cofano motore sembra alquanto cicciottello, ma anche in ferrari sulla sf15t guardando bene le poche foto ad ora mostrate non sembra che abbiano optato per una soluzione taglia xsss

  2. Secondo la Sauber la nuova PU Ferrari è uguale allo scorso anno, bene, eppure tutti che sognavano….ci sara’ da divertirsi…Riguardo alla Sauber, orrenda, muso senza senso, dove passa l’aria?, livrea orrenda, progetto identico alla f14-t dello scorso anno, specie al retrotreno, ergo pessimo, se tanto mi da’ tanto…la Ferrari se la gioca con Force India, Sauber per le ultime posizioni, anzi l’ultima…bye bye.

  3. giornate di giudizi estetici 🙂
    la prima parola che mi viene in mente guardando queste forme è: camion.
    la seconda è: Uno Fire. Mio nonno (buonanima) ne aveva una dello stesso colore.

  4. O la Ferrari ha fatto un motorino (di nuovo)… Oppure qualcosa non quadra. Provate a confrontare le bocche nelle pance per il raffreddamento tra Sauber e Mercedes… Quelle del team tedesco sono il doppio più grandi. Le soluzioni son 2. O in Sauber avendo avuto i dati sul motore tardi hanno fatto fatica a stravolgere il progetto… oppure quello che da giorni si dice sul motore Ferrari sono una marea di vaccate.

    1. La mia opinione invece è che non c’entra molto il motore con le prese d’aria, nel senso che ogni squadra valuta di per sé. Certo il motore conta ma evidentemente in Sauber hanno ritenuto che questa fosse la scelta giusta visti anche i parametri del motore. Oh poi che ne sappiamo, visto il cauto ottimismo degli uomini della Ferrari possiamo pensare di tutto, pure che abbiano realizzato un bel motorino molto efficiente…

      1. Utilizzeranno la versione 2015 di base per poi svilupparla. Sicuramente sarà una PU fin da subito molto più performante di quella 2014 anche se forse non all’altezza. Probabilmente solo verso la fine dell’anno ci si toglierà qualche soddisfazione ma intanto se realizzano una buona macchina per quanto riguarda aerodinamica e meccanica si può ben sperare in buoni piazzamenti anche all’inizio.

Lascia un commento