Hamilton: “Mi sento in forma per la nuova stagione”

Lewis Hamilton ha superato quota 100 giri al volante della sua W06 Hybrid oggi, e, forte dell’affidabilità della vettura, si è detto pronto per le nuove sfide che lo attendono nella nuova stagione, anche se per il pilota inglese il primo approccio con una nuova monoposto non è mai semplice.

ham_jerez

Il compito di guidare la W06 Hybrid nell’ultima giornata di test in quel di Jerez è toccato a Lewis Hamilton: il pilota inglese è riuscito a superare quota 100 giri durante la sessione odierna, obiettivo che non aveva centrato lunedì, occasione in cui ne aveva portati a termine 91, prima di essere fermato anzitempo da una perdita d’acqua. Il trentenne di Stevenage ha ottenuto il terzo crono in classifica, piazzandosi alle spalle di Kimi Raikkonen e di Marcus Ericsson, compiendo un totale di 117 tornate.

Il lavoro della Mercedes a Jerez si è concentrato principalmente sui long run, e la scuderia di Brackley è riuscita a macinare ben 561 giri in questi quattro giorni, più di ogni altro team. Hamilton e Rosberg hanno percorso 2284 chilometri, agevolati da una monoposto che ha accusato solo problemi minori. Hamilton si è detto soddisfatto di questo risultato: “È stato fantastico saggiare l’affiidabilità della nostra vettura in questa settimana. Si respira grande entusiasmo nel team, sia qui a Jerez, che a Brackley; la voglia di bissare i successi dello scorso anno è tanta”, ha spiegato il pilota inglese.

Unica pecca di giornata per Hamilton è stato l’errore commesso alla chicane in mattinata: il pilota inglese è andato in testacoda ed è finito nella sabbia. A causa di questo inconveniente, è stata esposta bandiera rossa e Lewis ha perso circa 40 minuti. L’anglocaraibico ha commentato così questa défaillance: “Sono uscito con pneumatici slick quando la pista era ancora umida, e mi sono girato”.

Per Hamilton non è mai amore alla prima sterzata con le nuove monoposto: Quando guido una vettura per la prima volta, non mi sento mai a mio agio. La macchina è nel momento peggiore dell’anno dal punto di vista prestazionale, e l’asfalto è troppo freddo”, ha puntualizzato il pilota inglese, che si sente però assolutamente pronto per la nuova stagione: “Inanellare 117 giri oggi è stato abbastanza naturale per me, e sono in forma. Non vedo l’ora di tornare al volante a Barcellona”.

19 Commenti

  1. Io credo che se gli altri si avvicinano alle prestazioni della Mercedes, questi ultimi sono costretti a spingere di più, e così facendo il rischio che si verifichi un inconveniente aumenta. Lo scorso anno hanno avuto problemi anche loro, nonostante per 2/3 di stagione andavano a velocità di crociera forti del loro vantaggio. Se Ferrari, Red Bull e Williams gli costringono a spingere, son sicuro che ne vedremo delle belle

      1. E infatti nel 2010 se Hamilton fosse stato un po’ più costante si sarebbe giocato il mondiale all’ultima gara

      2. A Luì, ma mandala a quel paese sta cogl**** che ti sta rovinando la carriera. Ma sei proprio nu strunz!!!!

      3. Era in lizza ma non aveva praticamente possibilità concrete, che avrebbe avuto con più costanza di rendimento.
        Se fosse arrivato con tre o quattro punti da Alonso avrebbe vinto invece il suo distacco era troppo grande

    1. Sarebbe bastato che Webber ( leader del mondiale ) non lo spedisse a muro ad Singapore 2010.

      Oppure sarebbe bastato che McLaren reagisse meglio all’introduzione degli scarichi soffiati ( i primi che soffiavano ai lati della scatola del cambio ).

      Hamilton ha avuto le sue colpe anche in parte, ma non quanto altri fattori

  2. Quel “è stato bello saggiare l’affidabilità” mi rattrista, mi sembra di sentire “come sarà bello replicare il 2014 ma facendo doppietta in tutte le gare visto che non avremo più problemi”

    Devo già rassegnarmi a vedere le gare per chi si aggiudica il terzo posto come l’anno scorso?

    1. Temo proprio di sì, in condizioni normali… Ma secondo me con meno “distacco” rispetto allo scorso anno e ci saranno gare più travagliate, causa meteo o altro, che potranno essere interessanti!
      E nel 2016 potremmo finalmente avere un campionato combattuto!

      1. penso anche io che i distacchi saranno parecchio inferiori se non minimi ma è anche vero che la Ferrari non è più guidata da un fuori classe.

      2. ferrari molto miugliorata sotto tutti gli aspetta peccato che manchi il pilota che abbiamo perso l’anno scorso!

Lascia un commento