Alonso: “Il passo gara della MP4-30 mi ha sorpreso”

Il pilota della McLaren, Fernando Alonso, si è detto sorpreso del passo gara della sua monoposto, che ha guidato per la prima volta in un weekend di gara in Malesia. Pur essendo stato costretto al ritiro dopo 21 giri, Alonso giudica il suo fine settimana in maniera positiva. Fondamentale, per l’asturiano, però, è che la McLaren-Honda comprenda la natura dei problemi occorsi a Sepang e impedisca che si verifichino di nuovo.

alonso

Vedendo la Ferrari tornare sul gradino più alto del podio con Sebastian Vettel, è inevitabile pensare al pilota che lo ha preceduto nel team, Fernando Alonso. Il destino ha voluto che la Rossa tornasse competitiva subito dopo il suo addio, che lo ha portato ad approdare in una scuderia che ha vissuto un inverno disastroso e un esordio in gara nel 2015 altrettanto problematico. L’asturiano, però, sembra voler vedere il bicchiere mezzo pieno. “Ci sono stati progressi maggiori di quanto potessi pensare. Il nostro passo gara mi ha sorpreso”: queste le parole di Alonso, raccolte dai colleghi di Autosport.

Alonso, in effetti, non ha tutti i torti: la McLaren-Honda in Malesia ha mostrato dei timidi segni di miglioramento. Dopo essere riusciti a girare senza grossi inconvenienti il venerdì – risultato per nulla scontato, viste le temperature elevate dell’asfalto malese e i problemi di raffreddamento della PU Honda -, in qualifica Alonso e Button hanno colto tempi di solo – per modo di dire – due secondi e mezzo più lenti rispetto a Mercedes e Ferrari, pur riuscendo a tenersi dietro la sola Manor ad aver corso il sabato, quella dello spagnolo Merhi. Anche il passo gara è sembrato leggermente migliore rispetto a quello mostrato in Australia, come conferma lo stesso Alonso: “Il ritmo mostrato durante il Gran Premio era buono; ci siamo ritrovati nel gruppone centrale, arrivando quasi a tallonare le Red Bull prima del pit stop”, spiega l’asturiano.

Alonso e Button, partiti con la mescola dura, sono riusciti a risalire la china grazie ai pit stop di altri piloti in regime di Safety Car, trovandosi a battagliare con le due Force India. Ma la gara di Alonso non era destinata a durare a lungo: il pilota spagnolo, infatti, è stato costretto al ritiro al ventunesimo giro, a causa di un problema legato al mancato raffreddamento dell’ERS. Anche il compagno di squadra, Button, non ha concluso il Gran Premio a causa di un guaio occorso alla tribolatissima power unit Honda. Alonso insiste sul fatto che questi inconvenienti siano naturali: “Questi problemi di affidabilità sono normali per chi, come noi, ha girato poco durante i test. Stiamo scoprendo ora le criticità che solitamente vengono alla luce macinando chilometri durante l’inverno ”, ha puntualizzato Alonso.

Nonostante il ritiro, Alonso si è detto soddisfatto del suo primo weekend di gara di questa stagione: “Ho vissuto un fine settimana positivo. Non ho riscontrato problemi venerdì, per cui ho potuto effettuare delle prove d’assetto; anche le qualifiche non sono andate male, sebbene siano terminate troppo presto per noi, essendo usciti alla Q1”, ha spiegato Alonso, che ha poi sottolineato l’importanza di imparare dagli inconvenienti della Malesia: “è fondamentale che il problema riscontrato nel weekend venga analizzato a dovere, per fare in modo che non si verifichi nuovamente”, ha concluso Alonso.

46 Commenti

  1. Comunque stavolta concordo con Carribean, queste dichiarazioni sono volte a salvare la faccia… se le potevano risparmiare. Sotto con l’umiltà che non hanno avuto dall’inizio… meglio fare come Ferrari quest’anno (finalmente) testa bassa a lavorare e poi tirare fuori qualche sorpresa, piuttosto che fare proclami e figuracce.

    1. Cosa ha fatto la Ferrari scusa? Ha mandato via tutti quelli che hanno costruito questa monoposto la quale ha vinto! Poi a tutti sfugge un particolare. Ferrari e mercedes sono due costruttori e conosco ogni dettaglio meglio dei team clienti. Se la Ferrari se le prendeva ancora dalla williams allora si dovevano seriamente preoccuparsi. Hanno rimediato dove avevano sbagliato. Tanto di cappello comunque! 🙂 vittoria meritata domenica. Godo nel vedere i crucchi perdere 😀
      Poi Honda cosa doveva fare? se cercava di costruire una power unit potente ma affidabile otteneva ciò che hanno ottenuto nel 2014 Ferrari e Renault! Hanno scelto la performance sapendo che la FIA permetterà le modifiche per motivi di affidabilità. Ci sono voci che la FIA abbia già concesso questo a Honda e i giapponesi stanno valutando le opzioni. Copiare o seguire il proprio concetto!
      Hanno pure richiamato Osamu Goto colui che ha vinto negli anni 80 e 90

      1. Io a differenza di Carribean non dico che erano del tutto incompetenti, dico che hanno scelto un progetto estremo e non hanno dedicato sforzi più di tanto nel comprendere questa tecnologia.
        Ma a quel punto, una volta saputo che dovevano omologare un motore depotenziato avrebbero fatto meglio a non fare ulteriori proclami.

        Spero che sia come dici tu, che riescano ad ottenere delle concessioni sul fronte dell’affidabilità per ravvivare ulteriormente il campionato. Fatto sta che a sto punto ho i miei dubbi che l’accoppiata Honda-McLaren possa entrare nei primi a stagione in corso.

      2. Hanno fatto i sboroni perché sul simulatore la Power unit eroga tanta potenza e l’affidabilità era molto meglio. In pista invece si sono resi conto di aver trascurato del tutto l’affidabilità…
        Tranquillo non me la sono presa con te 😉 Sei uno dei pochi sostenitori della Honda. 🙂

  2. Sarei stato curioso di vedere cosa avrebbe fatto Prodromou con un motore Ferrari o quantomeno Renault…
    Credo che la conferma dell’aerodinamica possa arrivare in qualche circuito cittadino, tipo Monaco, dove le velocità di punta contano relativamente.

  3. Secondo me si sta come la Ferrari l’anno scorso, anzi anche peggio. Però i margini di miglioramento ci sono ma credo dall’anno prossimo si potranno cominciare a raccogliere i frutti. Sarebbe una gran cosa sia per questo sport che piano piano sta letteralmente morendo!

  4. MatteoS

    Mi farebbe piacere sapere in modo argomentato perche tu sei piuttosto sicuro di no.

    Di prego illuminami perche sto cercando disperatamente di trovare una speranza , una luce in fondo al tunnel e sono aperto e desideroso di ascoltare tutti i pareri dei miei compagni di squadra in merito alla loro fede-fiducia verso questi scempi asiatici.

    1. Sicuramente questo passerà come il “Periodo più brutto della storia McLaren” perché questa stagione supereremmo il numero di 53 gare senza vittorie.
      Ma per quanto tu odi i giapponesi e al momento hai pienamente motivo per farlo io mi limito ad aspettarli.
      Sono rientrati in F1 consapevoli di non essere al livello degli avversari e sanno benissimo che costruire un telaio non è da loro. Hanno scelto la McLaren e la McLaren ha scelto Honda perché la prima voleva ritornare in grande riportando in mente le vecchie glorie e la seconda aveva bisogno di un partner che lavorasse a stretto contatto e che portasse soldi.
      Secondo me hanno sbagliato a concordare o contattarsi per questa nuova avventura così tardi. Si sapeva dal 2011 che ci sarebbe stato il ritorno dei turbo nel 2014 e nessuno dei due hanno fatto qualcosa per riavvicinarsi. Molto probabilmente i giapponesi avevano paura ma Withmarsh non era il tipo dal pugno di ferro.
      L’inizio è il peggio del peggio ma a guardare che PU compatta hanno costruito e il modo in cui hanno obbedito alle esigneze della McLaren è straordinario. Poi non è mica un segreto che al simulatore hanno spinto sulla performance. Hanno spempre dichiarato di essere dove voleva sotto il profilo della performance e che mancava l’affidabilità. Però pure in Mlaesia hanno girato con 160cv in meno e siamo quasi arrivati alla zona punti.
      Poi le due parti lavorano strettamente insieme e condividono qualsiasi informazioni. Si soffriva al’inizio ma il progetto intrapreso è di lunga durata e la McLaren aveva bisogno di un motorista esclusivo e che portasse soldi.
      Pazienza e coraggio.

      1. Ca*** sei quasi riuscito a convincermi LOL 🙂

        Senza dubbio mi hai calmato.

        Ciònonostante, sono veramente dubbioso sul fatto che abbiamo girato con 160 cv in meno come a Melbourne.

        Abbiamo guadagnato 2 secondi da Melbourne a Sepang, ed a Sepang i secondi a paragone di Melbourne, è come se fossero 3-3,5 e non credo affatto sia merito di set up o regolazioni delle ali, ne tantomeno di comprensione migliore delle aree a noi ancora sconosciute.

        Credo che questi 2 secondi siano esclusivamente di motore il che rende impossibile un depotenziamento di 160 cv….ma rende molto probabile un aumento di almeno 120-130 cv se non oltre….e se cosi fosse, c’è poco da stare allegri calmi o tranquilli.

      2. Carribean, non penso proprio siano esclusivamente di motore. In ogni caso pare accertato che hanno un ritardo di 120cv dal Mercedes, non 160. Hanno recuperato quei 30-40cv rispetto a Melbourne.

        Non si può negare che abbiano portato un aggiornamento aerodinamico sostanzioso: nuova ala, s-duct, deviatori sulle pance, barge boards e modifiche sul fondo.
        Poi forse era una soluzione presentata già da tempo, cmq il cambio rialzato è una soluzione che credo farà scuola.

      3. In Australia hanno corso con una PU depotenziata di 200 cv! Senza parte elettrica e con il termico che non girava al massimo perché si consumava benzina. In Malesia il termico ha girato al massimo ma hanno usato l’ers al 30%.
        Poi la Malesia è stata una gara fortunata. Con 61º gradi di temperatura pista il setup low downforce della McLaren ci ha aiutato. Eravamo i più costanti con il degrado gomme dopo la Ferrari! Poi hanno montato i mozzi forati anche al posteriore e hanno ridotto un po’ il drag.
        Honda deve far funzionare la parte elettrica. La FIA Ha dato il via libero ai giapponesi per modificare i problemi di affidabilità ma i giapponesi insistono con la loro soluzione è non vogliono copiare i crucchi. La McLaren poi sta lavorando con loro per aiutarli con certi materiali.
        Devi essere paziente ma questa accoppiata è giusta! Perché con un motore clienti la McLaren sarebbe nella top 6 come la willliams. La Ferrari ha recuperato molto perché hanno costruito tutto in casa e la loro monoposto è perfettamente bilanciata. Williams ha una power unit più potente ma il telaio risente sul bilanciamento.
        La McLaren ha cercato di evitare quello che fatto la williams e ottenere il massimo.

  5. Ha rischiato e ne subisce le conseguenze in tutti i sensi fino ad adesso..povero nando..credevo pur io di vedere una macchina piu’ pronta e invece quei testoni giapponesi per adesso nn hanno concluso nulla visto che nn riescono nemmeno a finire le gare

  6. Anche a me il passo gara della McLaren mi ha sorpreso: era 3 secondi più lento di Vettel nei giri successivi la ripartenza dalla safety car.
    Il tedesco 1.46.2, lo spagnolo 1.49.2!
    Troppe frasi di circostanza!
    Mi dispiace per lui perchè lo vorrei vedere lottare…

  7. Purtroppo che è una persona falsa e ipocrita, che parla e straparla a sproposito me ne rendo pienamente conto solo adesso.. mi dispiace per la mclaren, ma onestamente sono ben felice che Alonso si trovi in questa situazione.. “si grande amore per la ferrari ma per vincere ho capito che dovevo spostarmi”.. come per dire la ferrari non è in grado di vincere.. offesa sia per una scuderia come la ferrari che per tutti i suoi tifosi. beh beccati questa situazione ora, e beccati la vittoria di Vettel, ti sta bene! Sarò poco sportivo, ma la penso esattamente così.

      1. Dopo quello che è successo con Alonso che è quasi finito arrosto, ed hanno fatto di tutto per insabbiare qualunque cosa pur di far partecipare la Honda in nome dei soldi che ci hanno speso, sinceramente, mi posso aspettare di tutto oggi.

        Poi Dennis, uno scandalo di CEO, uno dei peggiori degli ultimi 20 anni di formula 1….abbiamo gia visto come si svende facile in nome dei Dindini.

        Storico ed epocale il pacco che ha tirato a Lamborgnininel prestagione 1993….per prendere a gratise i pessimi propulsori Peugeot, durati tra la notte di natale e Santo Stefano.

        Bah….

  8. Mah, una dichiarazione così, detta dal pilota che ha lasciato la Ferrari stanco di puntare solo a piazzamenti, lascia pensare.. Son curioso di sentire le sue dichiarazioni a metà campionato se la situazione non migliora..

  9. Secondo me comunque la McLaren, una volta risolti i problemi di PU, tornerà al vertice. Ovviamente intendo per l’anno prossimo, ma potrebbe diventare una competitor, se la Mercedes dimostra (come credo) di avere margini di sviluppo ridotti rispetto agli altri.

    1. MatteoS, guarda, ti crederei se fosse stato rispettato il tabellino di marcia che loro credevano di aver rispettato alla lettera, se non anche meglio, dati i proclami di prima, ed il rilancio successivo.

      Sinceramente per come la vedo io, il risultato di sepang, in termini di prestazione, è il massimo che la honda riuscira ad ottenere da questo aborto di motore, toh, al massimo riusciranno a limare un altro mezzo secondo,e stare sul secondo e mezzo di distacco dai primi, il che significa, non essere assolutamente competitivi, visto che loro hanno dichiarato sin da subito:

      1) competitività immediata
      2) Gare al vertice
      3) Vittorie di campionati

      Ovvio poi, le dichiarazioni lasciano sempre il tempo che trovano, gli obbiettivi che si fissano sono sempre arrotondati per eccesso, quindi ottimistici, però qui io credo che la honda sia andata oltre.

      Stare ad 1,5 secondi dal vertice, non è assolutamente stare al vertice, e non è nemmeno sinonimo di miglioramento, ne rispetto degli obbiettivi minimi prefissati.

      Non credo che honda si avvicinerà mai a ferrari e mercedes, ne a renault.

      La Honda purtroppo, dimostra da ormai un decennio, di essere sempre 1-2 passi indietro rispetto alla concorrenza, e qui in f1 ci sono colossi che fanno rabbrividire la compagine Giapponese.

      1. Sono in ritardo, ma aspettiamo un po’ più di due gare prima di giudicare.
        Non è secondo me ragionevole credere che il margine di miglioramento McLaren sia di 0.5 secondi, visto che girano con motore depotenziato.

      2. È questo il punto Matteo, che secondo me si sono sparati quasi il massimo della potenza a sepang…ho il timore che sia cosi.

      3. Io sono piuttosto sicuro di no. Non dico che saranno a livello Mercedes, ma non è da escludere che abbiano fatto un motore molto potente con problemi di affidabilità da risolvere.

  10. No no, questo non sta bene…non sta bene….gli si è flippato il cervello…rimandatelo in cura….22 giri e parla di passo gara la prima volta che guida sto scempio?

    E button?
    Pure Jenson se ne esce sostenendo che solo cambiando l’incidenza dell’ala dopo il camio gomme, ha rilevato un cambio drastico e repentino della prestazione….

    Non è che forse cambiando gomme e mettendo gomme fresche, saei andato piu forte per questo?

    Che figura, che figura…..e tutto questo per coprire lo scempio della Honda che ci paga….

    Come ci siamo ridotti…

  11. Una domanda a chi segue più da vicino le vicende McLaren… Ma Ron Dennis non aveva ipotizzato un cambio di livrea, con annesso “concorso” per decidere l’idea migliore?

    1. si si e sembra che sia stata scelta una livrea particolare:
      carrozzeria tutta bianca con bande arancioni un paio di croci rosse sulle fiancate 2 lampeggianti blu sul cupolino e la scritta sul musetto AZNALUBMA….. 🙂

      1. ahahah hai vinto te… ma, alonso la guiderebbe o fa solo da passeggero? 😀

Lascia un commento