Raikkonen, il rinnovo con la Ferrari è una possibilità concreta

Il pilota finlandese è considerato dai vertici del Cavallino come la spalla perfetta per Sebastian Vettel…accordo in arrivo?

GP CINA F1/2015Squillini le trombe, rullino i tamburi. Non ancora, magari, ma teneteli caldi, perché l’improbabile è possibile, e vedere ancora Kimi Raikkonen (amato dagli appassionati) al volante della Ferrari non è mera utopia.

L’ottimo inizio di campionato (un ritiro per errato fissaggio della ruota e due quarti posti, di cui uno in rimonta) e il feeling sbocciato tra Kimi e la nuova dirigenza del Cavallino hanno restituito alla F1 il vero Raikkonen, competitivo e costante in gara. Il finnico deve migliorare l’approccio alle qualifiche, ma il suo rendimento attuale non può essere messo in discussione.

Lo stesso Raikkonen vive un periodo di grande serenità, e non è mai sembrato tanto legato a Maranello, come si evince anche dall’intervista rilasciata a Rai Sport dopo la gara di Shanghai. Proprio in quella sede Raikkonen ha mandato un messaggio alla Scuderia, aprendo le porte ad un prolungamento del contratto.

Beninformati riportano di un Kimi che terrebbe molto a continuare a correre in questa Ferrari, dato che al bel rapporto da sempre avuto con la Scuderia e con i meccanici, si è aggiunto quello con Sebastian Vettel e il team principal Maurizio Arrivabene. Raikkonen – per chi non lo sapesse – è un ferrarista vero, che voleva fortemente chiudere la carriera nella squadra con cui ha vinto il titolo mondiale.

Lo stesso Arrivabene si è detto ripetutamente soddisfatto delle prestazioni di Kimi ed è attratto dall’idea di continutare con questa coppia piloti, per un discorso di stabilità progettuale. Vettel e Raikkonen non sono solo amici e ottimi colleghi, ma anche – e soprattutto – due piloti dallo stile del guida molto simile e capaci di dare indicazioni precise ai tecnici.

Ecco perché il rinnovo di Raikkonen è una possibilità più che concreta; la Ferrari potrebbe far valere l’opzione che prevede di prolungare l’accordo, le trattative sono già iniziate (Iceman percepisce un salario annuo di 12 mln di euro). Non resta che vedere quando si farà vivo Steve Robertson, agente di Kimi, dalle parti della GeS, per apporre una firma che in tanti aspettano…

13 Commenti

  1. 1
    10
    100
    1000 di questi kimi e di questi seb!
    direi che ad oggi in quanto a piloti siamo messi benone!
    se devo essere onesto non invidio nessuna delle altre line-up concorrenti!
    abbiamo 2 piloti in gran forma, che finalmente riescono anche a lavorare bene insieme e a indirizzare il lavoro della squadra nella stessa direzione, insomma chi ce lo fa fare di guardare altrove!
    poi se dovessi cambiare kimi lo cambierei solo per uno migliore, e ad oggi l’unico oltre a seb(che per fortuna è già in rosso, e che rosso 🙂 ) è lewis, gli altri valgono come o meno di kimi!
    quindi forza ragazzi, dateci dentro e facciamo sudare sette camicie alle stelle d’argento!
    forza ferrari sempre

    1. ps: poi magari in futuro non troppo lontano(tipo dal 2017…) vedremo come avranno progredito i vari ricciardo e verstrappen(senza dimenticare che abbiamo già il buon vergne…), che si in previsione potrebbero essere i campioni del futuro… ma questa è un’altra storia

  2. Ricciardo tutta sta costanza quest’anno do l’ha lasciata? ..mi tengo volentieri il mio campione del mondo piuttosto, soprattutto se il primo pilota già c’è 😛

  3. In Ferrari prendere un Ricciardo o un pilota equivale non avrebbe alcun senso.
    due piloti forti nello stesso team portano più guai che risultati.
    Molto facilmente si buttano fuori destabilizzando l armonia e levando punti.
    Un pilota forte giovane e ambizioso affiancato da un pilota forte ma “anziano” con già un mondiale nel cassetto e senza più obblighi di dimostrare più niente è l accoppiata perfetta.
    quindi ora l accoppiata Ferrari è perfetta almeno finché Kimi porta a casa ottimi risultati senza creare attriti di nessun genere.

  4. personalmente visto il momento poco felice in redbull,farei un’offerta a ricciardo vista la sua costanza di rendimento dimostrata lo scorso anno,cosa che purtroppo al finnico manca,e cosa non da poco lo vedo troppo remissivo nell’attaccare il compagno di scuderia.

Lascia un commento