Tempo di bilanci e prospettive per Hamilton e Button

18 novembre 2010 08:00 Scritto da: Andrea Facchinetti

La McLaren ha chiuso al 2° posto il campionato 2010 collezionando 5 vittorie, 3 con Hamilton e 2 con Button, e 1 Pole Position. Una stagione tutto sommato positiva per il team di Woking, anche se degli errori di sviluppo nella seconda parte di stagione non hanno permesso ai due campioni del mondo di giocarsi pienamente il titolo ad Abu Dhabi. Hamilton e Button, che domenica sul podio hanno festeggiato il nuovo Campione del Mondo Sebastian Vettel, analizzano la loro stagione e guardano al 2011.

HAMILTON – “Ad Abu Dhabi abbiamo avuto una gran macchina, probabilmente la migliore della stagione: il bilanciamento era ottimo e la vettura era forte sia nelle curve lente che in quelle veloci. Non credo che ci sia stata una gara dove abbiamo perso il titolo, le Red Bull erano le vetture da battere in tutte le gare. Certo, i miei ritiri di Monza e Singapore non hanno aiutato, ma lo stesso si può dire dei problemi tecnici avuti a Barcellona e in Ungheria. Per me è stato un onore essere ancora in lotta fino all’ultima gara per la 3° volta nella mia carriera. Abbiamo una buona base da dove partiremo per il 2011. L’arrivo di Jenson in squadra ci ha resi più competitivi, credo che quest’inverno potrà permetterci di sviluppare meglio la vettura in modo da poter iniziare aggressivamente i test di febbraio. Voglio congratularmi con Sebastian e con la Red Bull, hanno fatto una stagione fantastica, ma so che noi stiamo già lottando per i titoli 2011.

BUTTON – “E’ stato un anno fantastico. E’ difficile credere che sia arrivato all’inizio dell’anno, mi trovo bene nel team, sembra sia qui da più tempo. Ovviamente i momenti migliori dell’anno sono state le vittorie in Australia e Cina e le doppiette in Turchia e Canada, ma ci sono molti momenti da ricordare. Il mio rapporto con Lewis, con il mio ingegnere e i miei meccanici sono ottimi. Nel 2011 dovremo migliorare le qualifiche: quest’anno abbiamo fatto delle buone gare, ma alcune potevano essere più semplici se fossimo partiti più avanti in griglia. Sappiamo che nella F1 moderna la qualifica è sempre più importante e quindi l’anno prossimo dovremo essere più forti al sabato. Quest’inverno discuterò con i miei ingegneri per poter gestire meglio la vettura quando abbiamo poco carburante, come nel Q3. Credo ci siano molte cose che possiamo fare per essere più forti e migliorare nel prossimo anno. Abbiamo un anno di esperienza in più, un anno dove abbiamo spinto fino alla fine: da questo dovremo trarne giovamento.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!