“Salut, Gilles”. La cartolina commemorativa per Villeneuve

7 maggio 2012 00:30 Scritto da: Redazione

Dici 8 Maggio e pensi subito a Gilles. Il collegamento è automatico, impossibile non pensarci. Soprattutto ora che la conta degli anni senza Villeneuve sale a 30. In trent’anni la Formula 1 è cambiata parecchio, diciamo pure stravolta. Eppure, nei cuori di ogni appassionato c’è sempre spazio per l’Aviatore, croce e delizia della Ferrari del tempo: quante auto distrutte in manovre rocambolesche, ma quanti sorpassi e controsterzi rimarranno per sempre negli occhi dei suoi tifosi. Quando entrava in monoposto, quell’uomo riservato ma sorprendentemente simpatico, diventava un vero acrobata delle quattro ruote.

A partire da questa settimana lo ricorderemo andando a rivedere le corse che fecero ammalare gli appassionati con la febbre Villeneuve. Ne ricostruiremo la origini, le vittorie e le gare che infiammarono intere generazioni, fino a quel tragico 8 maggio 1982, quando il pilota diventò mito.

Molte sono le iniziative dedicate al ricordo del pilota. Tra queste, spicca la cartolina commemorativa ad edizione limitata – 2.000 pezzi – che reca sul fronte un’illustrazione dal titolo “Salut, Gilles” creata dall’artista Chiara Luzi. Quella che all’apparenza sembra una classica cartolina celebrativa, si scopre in realtà dotata di tecnologia a realtà aumentata: dopo aver scaricato l’applicazione gratuita, basterà inquadrarne il retro tramite una webcam, un iPhone 4 o un iPad 2 per visualizzare sul display il casco del pilota, accompagnato dal rombo del motore e dalla musica suonata dallo stesso Gilles, mentre si dilettava alla tromba nel brano “Summertime”.

Un pezzo immancabile nella collezione di ogni appassionato, acquistabile online direttamente dal sito www.edizioniarcheoares.it.

La presentazione ufficiale della cartolina a realtà aumentata dedicata a Gilles Villeneuve avverrà presso il Museo Piero Taruffi di Bagnoregio (VT) il prossimo 2 giugno, alle ore 18. Sarà l’occasione per tutti i tifosi del canadese – ma anche per chi lo conosce appena – di poter partecipare al dibattito sulla figura del pilota, visionando filmati reperiti in rete e da collezioni private. Successivamente, sarà la volta di una breve introduzione alla tecnologia a realtà aumentata, con prove empiriche di visualizzazione tramite sistema iOS, con proiezione a schermo, prima di svelare la cartolina oggetto dell’evento. Al termine, è previsto un rinfresco a cura dell’associazione Piero Taruffi.

Per maggiori informazioni riguardo la cartolina e all’evento ad essa correlato, si può fare riferimento ai seguenti contatti:

Bruno Blanco 3207911328
Www.edizioniarcheoares.it  | Edizioniarcheoares@libero.it
Www.museotaruffi.it | Direttore@museotaruffi.it

1 Commento

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!