Button: “In Canada priorità alle qualifiche”

2 giugno 2012 11:21 Scritto da: Giacomo Rauli

 Jenson Button, reduce da due prestazioni decisamente al di sotto delle aspettative – sia in qualifica al sabato che in gara la domenica – cerca riscatto in Canada, dopo aver colto solo due punti nelle ultime tre gare.

Il Campione del Mondo 2009 ha individuato il suo tallone d’Achille nelle qualifiche del sabato, dove non riesce ad essere incisivo come il compagno di scuderia Hamilton:” Negli ultimi due Gran Premi (Spagna e Montecarlo) sono partito rispettivamente dalla decima e dalla dodicesima posizione causa il cattivo bilanciamento della monoposto. Ciò mi ha pregiudicato il risultato finale, davvero deludente per me e per il team”.

A chi gli fa ricordare della memorabile vittoria della scorsa edizione, proprio sul circuito dedicato al grande pilota canadese Gilles Villeneuve, Button risponde “ Tornare a Montreal sarà un grande orgoglio per me, ma sarà fondamentale trovare il giusto assetto per affrontare al meglio la Q2 del sabato, dove ho fatto male le ultime gare”.
“Il mio obiettivo per il fine settimana sarà quello di avere un rendimento migliore in qualifica e di poter costruire una buona gara sulla posizione in griglia di partenza”, conclude il pilota di Frome.

Proprio come Button, anche Lewis Hamilton ha tutta l’intenzione di regalarsi e regalare alla McLaren un grande weekend, dopo aver colto solo tre terzi posti e zero vittorie in un’annata mai così incerta sul vincitore di ogni GP: “Stiamo facendo di tutto per estrapolare ogni decimo possibile dalla vettura. Tutti i ragazzi della fabbrica e del box si stanno impegnando al massimo per consegnarci una monoposto in grado di vincere e primeggiare in ogni tipo di pista. Inoltre Montreal – chiude l’anglocaraibico – è una delle mie piste preferite…”.

Insomma, grandi propositi per il team guidato da Martin Whitmarsh in quel di Montreal. Certo, dovranno mettere a frutto il buon progetto Mp4-27, cercando di sfruttare la grande adattabilità della monoposto su ogni tipo di circuito. Visti i precedenti poco confortanti di questo 2012, sarà la volta buona?

7 Commenti

  • Anche secondo me le qualifiche non saranno troppo fondamentali in questa pista. Certo, se parti decimo è un discorso…ma se parti terzo o quarto e hai il ritmo migliore di tutti i sorpassi li fai…non ci sono nemmeno curve praticamente: chicane, rettilinei e un tornantino

  • anche per me montreal è fantastica,una delle mie preferite.
    lewis qui è sempre stato forte,ci ha regalato capolavori e errori storici come il semaforo rosso lol

    speriamo bene,mi preoccupa soprattutto la gestione delle gomme nel ritmo gara;per tenere il passo della ferrari si dovrà sfruttare al massimo le gomme con tutti i rischi del caso(e considero la ferrari favorita su questo circuito).

  • Uno dei miei G.P. preferiti sù un Circuito bellissimo dove si disputano sempre gare emozionanti e ricche di colpi di scena.
    NON credo sia fondamentale partire in POLE POSITION, anche partendo 3° o 4° si può puntare alla vittoria, in una gara ricca di colpi di scena.

    Per la MCLAREN e LEWIS sarà una gara fondamentale, ripetere le deludenti prestazioni delle ultime 3 gare significherebbe essere entrati in un tunnel senza uscita, significherebbe che a WOKING hanno perso la “bussola” a livello tecnico, perdere contatto con la testa della classifica sarebbe deleterio…..

  • penso che in questa pista non e fondamentale la qualifica

    • gabriele72

      mah,la qualifica è fondamentale sempre..in quanto le gomme se sei avanti,si comportano in un modo,ma se sei dietro,in mezzo al gruppo,le gomme soffrono moltissimo..
      io continuo a dire solo una cosa:date queste benedette gomme,almeno per le qualifiche..almeno per la q3,un set di gomme in più,per dare la possibilità a tutti di lottare per la pole,per me non sarebbe male..

      • io reintrodurrei le gomme da qualifica…è osceno vedere piloti del calibro di Vettel (vedi Montecarlo) o altri non uscire nella Q3 per poter scegliere la mescola con cui partire e avere un treno di gomme nuovo…ok, può essere una buona opportunità in previsione gara per chi in qualifica non va forte, però non è lo spirito delle qualifiche…ricordo con amarezza i 12 giri a disposizione durante tutta la sessione dove nessuno si sognava di risparmiarsi…

      • Un’ora di qualifica, 12 giri l’uno! Con la scelta di fare o 3tentativi da 4giri o 4tentativi da 3…tutto meno frenetico, tutto con molta più suspence…mi ricordo le sfide “solitarie” che si facevano Hakkinen e Schumacher :) Altri tempi…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!