GP Europa 2012, Fernando Alonso espugna Valencia!

24 giugno 2012 16:08 Scritto da: Davide Reinato

Fernando Alonso conquista la vittoria nel Gran Premio d’Europa 2012 a Valencia. Il boato del pubblico spagnolo al passaggio della F2012 sotto la bandiera a scacchi, Fernando se la ricorderà a lungo. Il Ferrarista è il primo pilota che fa il bis di vittorie in questo pazzo campionato e i suoi festeggiamenti sono iniziati sotto una tribuna insieme a dei commissari e i tifosi in festa, ritardando le classiche tempistiche della festa del podio.

Una gara perfetta quella della Ferrari, agevolata anche da episodi sfortunati che hanno coinvolto altri team. Pur partendo dalla undicesima posizione, il solito scatto fulminio lo ha portato ottavo dopo poche curve. Da lì in avanti, Nando ha dato vita ad una gara strepitosa, ricca di sorpassi di forza ed un ritmo a livello dei primi. La manovra più bella di Fernando è arrivata dopo la ripartenza della safety car, quando ha superato prepotentemente Romain Grosjean alla prima curva. Dopo qualche secondo, è arrivato il colpo di scena: il ritiro di Sebastian Vettel.

La Red Bull RB8 del campione del mondo, che stava imprimendo un ritmo indiavolato alla corsa, ha ceduto di colpo lasciando a bocca asciutta il tedeschino. A quel punto, Fernando si è reso conto che il colpaccio era possibile ed ha cercato di staccare Grosjean che, però, gli stava incollato dietro. Ma La Lotus E20 del francese non ha retto e  un problema con un alternatore ha costretto Romain a fermarsi a bordo pista.

L’unico rivale dello spagnolo, a quel punto, era Lewis Hamilton. Una gara sfortunata per l’anglocaraibico che ha sofferto i soliti problemi al pitstop, perdendo secondi preziosi che hanno cambiato completamente la storia della sua gara. Poi un errore clamoroso: spiattella l’anteriore destra in una frenata e le forte vibrazioni non gli consentono di gestire le gomme fino alla fine. A quel punto Maldonado tenta un sorpasso all’esterno della curva 12, ma Lewis non gli lascia spazio e la Williams sperona la McLaren e la lancia dritta contro le barriere. Ne approfittano così Raikkonen e Schumacher, che completano il podio di Valencia.

Passato e presente della Ferrari si uniscono dunque sul podio, forse il più bello di questa stagione: Alonso, Raikkonen e Schumacher. Bello rivedere il sorriso del Kaiser Schumacher mentre l’inno nazionale italiano salutava la vittoria della Rossa.

Ai piedi del podio arriva Mark Webber. L’australiano, partito diciannovesimo, è risalito in mezzo al gruppo e sfruttando il caos a centro gruppo, è riuscito a venirne fuori e conquistare punti importanti per la classifica piloti.

Bene le due Force India: Hulkenberg ha chiuso in quinta posizione, Di Resta settimo. Tra i due c’è l’altra Mercedes di Nico Rosberg, quest’oggi incapace di replicare la prestazione del sette volte iridato. Gara totalmente incolore per Button che chiude ottavo, davanti a Perez e ad un Maldonado che è sotto inchiesta dei commissari per aver causato l’incidente con la McLaren di Hamilton.

GP EUROPA 2012 – RISULTATI DELLA GARA

POS  PILOTA        TEAM                       TEMPO DI GARA
 1.  Alonso        Ferrari                    1h44:16.449
 2.  Raikkonen     Lotus-Renault              +     6.421
 3.  Schumacher    Mercedes                   +    12.639
 4.  Webber        Red Bull-Renault           +    13.628
 5.  Hulkenberg    Force India-Mercedes       +    19.993
 6.  Rosberg       Mercedes                   +    21.176
 7.  Di Resta      Force India-Mercedes       +    22.866
 8.  Button        McLaren-Mercedes           +    24.653
 9.  Perez         Sauber-Ferrari             +    27.777
10.  Maldonado     Williams-Renault           +    34.653
11.  Senna         Williams-Renault           +    35.961
12.  Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari         +    37.041
13.  Petrov        Caterham-Renault           +  1:15.871
14.  Kovalainen    Caterham-Renault           +  1:34.654
15.  Pic           Marussia-Cosworth          +  1:36.551
16.  Massa         Ferrari                    +     1 lap
17.  De la Rosa    HRT-Cosworth               +     1 lap
18.  Karthikeyan   HRT-Cosworth               +     1 lap
19.  Hamilton      McLaren-Mercedes           +    2 laps

GIRO PIU' VELOCE: Rosberg, 1:42.163

NON CLASSIFICATI

PILOTA        TEAM                      AL GIRO
Grosjean      Lotus-Renault                41
Vettel        Red Bull-Renault             34
Kobayashi     Sauber-Ferrari               34
Vergne        Toro Rosso-Ferrari           27
Glock         Marussia-Cosworth            1

CLASSIFICHE MONDIALI: 

PILOTI                       COSTRUTTORI
 1.  Alonso       111        1.  Red Bull-Renault          176
 2.  Webber        91        2.  McLaren-Mercedes          137
 3.  Hamilton      88        3.  Lotus-Renault             126
 4.  Vettel        85        4.  Ferrari                   122
 5.  Rosberg       75        5.  Mercedes                   92
 6.  Raikkonen     73        6.  Sauber-Ferrari             60
 7.  Grosjean      53        7.  Williams-Renault           45
 8.  Button        49        8.  Force India-Mercedes       44
 9.  Perez         39        9.  Toro Rosso-Ferrari          6
10.  Maldonado     30
11.  Di Resta      27
12.  Kobayashi     21
13.  Hulkenberg    17
14.  Schumacher    17
15.  Senna         15
16.  Massa         11
17.  Vergne         4
18.  Ricciardo      2

 

295 Commenti

  • pagella della sola gara perchè le prove non le ho viste:

    Vellet : 10 perfetto
    Webber : 9 arrembante
    Hamilton: 6 luci ed ombre
    Button : 5.5 poco reattivo
    Alonso : 10 e lode ” enorme! ”
    Massa: 6 d’incoraggiamento
    Schumacher : 9.5 old style
    Rosberg : 6.5 sufficenza
    Raikkonen : 8.5 concreto
    Grosjean : 9 veloce

  • Da notare la Caporetto della Toro Rosso. E’ vero, quest’anno la vettura non appare così brillante come nel 2011, ma è altrettanto evidente che il team satellite della Red Bull sta pagando, a caro prezzo, le conseguenze della sua scelta. Vergne e Ricciardo, in un’occasione o l’altra sono coinvolti in carambole, incidenti o scontri all’ultimo sangue. Le prestazione, come se non bastasse, sono anche deludenti. Webber, a breve termine, lascerà questa carriera e di conseguenza anche la casa austriaca. Sono piloti sufficientemente maturi, Vergne e Ricciardo, per sostituirlo?
    A loro favore c’è certamente il fatto di essere entrati nel circus recentemente, ma in effetti in primo luogo la mia critica si rivolge alla politica Red Bull, fallimentare, visto che, con tutta probabilità, non verrà sostituito nei prossimi anni Webber da un pilota interno.
    Buemi e Alguersuari, dal loro canto, cominciavano a fare progressi ed il loro abbandono è stata una scelta disastrosa senza se e senza ma; l’origine, probabilmente, non va ricercata nei risultati, quanto nella rivalità che si era innescata con il pilota spagnolo e nella voglia di mostrare che si scommette su talenti, esplosivi nelle serie in cui corrono, ma che devono ancora crescere.

    • ma anche la williams paga la scelta dei suoi piloti,e se permetti,anche la lotus..

      • Vero, ma non certo come la Toro Rosso. Grosjean e Maldonado, per citare due dei quattro piloti, nonostante gli errori, hanno confermato quanto di buono avevano mostrato in GP2. Come dire, nella scuderia di Faenza non si paga solamente, ma con gli interessi, perchè il fallimento è completo. Invece Maldonado e Grosjean, quando si “tengono lontani dai guai” sanno condurre ottime gare.

      • ma,non sarà pure vero che quest’anno la toro rosso,non ha azzeccato il progetto?

  • In questa gara si è visto di tutto…bella…emozionante…dura…avvincente fino all’ultimo giro con continui sorpassi e colpi di scena dove finalmente sono venuti fuori i valori dei piloti ad di là delle gomme ( perchè ora più o meno tutte le vetture riescono a sfruttarle nello stesso modo ):

    La velocità e determinazione di Vettel in gara.
    La velocità di Grosjean anche se in partenza per poco non mandava anche ieri fuori qualcuno.
    Il talento e la scorza del lottatore di Alonso ( vive un momento di grazia ) aiutato anche dalla fortuna…sembra che quest’ anno chiunque gli sia davanti o cerchi di attaccarlo sia destinato ad un incidente o rottura.
    L’acume tattico di Raikkonen…freddo calcolatore imperturbabile ottiene sempre il massimo del risultato.
    La grinta e la consistenza in gara di Michael ( forse ha perso 0.5″ dal 2006 ) ma è ancora un piacere vederlo guidare e quando sente profumo di podio…la zampata è sempre in grado di darla.
    La caparbietà e il talento di Webber.
    Hamilton in una gara in cui ha dimostrato di essere molto veloce non solo in prova e poteva concludere una delle sue migliori gare ha buttato via tutto con una resistenza inutile ( il duello stava agevolando ulteriormente il recupero di Schumacher e Webber )
    Button purtrppo non sta riuscendo a far fruttare le sue doti da un po’ di gare.
    Mi auguro di rivedere ancora gp così belli dove c’è dentro tutto il bello e brutto della formula 1 compresa quella fortuna ed imprevedibilità che ti fa trattenere il fiato fino all’ultimo giro!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!