Pirro: “Ecco il perchè della penalità a Vettel”

10 settembre 2012 08:00 Scritto da: Giacomo Rauli

Emanuele Pirro, ex pilota di Formula Uno (senza citare i gloriosi trascorsi a svariate edizioni della 24 ore di Le Mans), ha fatto parte – al GP di Monza – del pool di commissari di gara.

Proprio i commissari di gara in questione, hanno comminato una sanzione al pilota tedesco della Red Bull Sebastian Vettel, reo d’aver commesso un’infrazione attraverso una manovra irregolare ai danni di Fernando Alonso che, in quel momento, lo insidiava a pochi centesimi di secondo dalla RB8.

Pirro, interrogato sulla penalità data a Vettel, ha spiegato il motivo di questa sanzione al sito Omnicorse.it, la quale ha fatto e fa tutt’ora discutere gli appassionati del Circus iridato.

Dopo il Bahrein, quando Nico Rosberg costrinse Lewis Hamilton a completare il sorpasso della Mercedes oltre la linea della pista e poi Alonso a togliere il piede dal gas, è stato scritto dalla FIA un chiarimento normativo che non lascia più alcun dubbio“, ha detto l’ex pilota della Scuderia Italia.

Pirro ha proseguito a riguardo: “Un pilota che si trova davanti può scegliere la traiettoria che vuole fintanto che quello che segue non gli affianca una parte della macchina alle ruote posteriori: in questo caso è costretto a lasciargli lo spazio di una monoposto per restare in pista. Il provvedimento che ha colpito Vettel, quindi, è giusto: Alonso aveva ben più di un baffo dell’ala alle gomme della Red Bull“.

Infine, l’ex driver Audi, ha illustrato come – prima della gara del Bahrain – i commissari abbiano illustrato tramite un documento Power Point varie situazioni di gara, quelle ammesse e quelle non tollerate: “Non ci sono discussioni, Connelly ed io avevamo preparato una presentazione in power point che avevamo mostrato in un briefing dopo il Bahrein ai piloti con tanto di macchine e possibili situazioni che si potevano verificare. I conduttori, quindi, sanno come devono comportarsi“.

 

41 Commenti

  • in qualsiasi caso ha ragione Vettel… è la fotocopia della manovra dell anno scorso non sanzionata….solo che quest anno alonso si butta piu verso l esterno ma la posizione delle due auto, vettel quest’anno e alonso l’anno scorso è identica…

  • Non credo che realmente qualcuno abbia potuto considerare ingiusta la penalità a Vettel.

  • “ALL THE TIME YOU HAVE TO LEAVE THE SPACE!” (cit.)

  • se davvero alonso e vettel correranno in ferrari nel 2014 quello di ieri e’ solo l’antipasto di una rivalità che si annuncia feroce a meno che non si ricorra al bromuro

  • vettel ha fatto la stessa manovra di rosberg e dello stesso grosjean a spa, ha tagliato la strada senza dare la possibilità di sorpassare, la differenza e’ che le ruote non si sono agganciate perche’ alonso ha allargato sulla ghiaia hamilton aveva il muretto

  • Al di là delle polemiche cqm Vettel da parte mia ne esce ancor di piu ridimensionato, e con l’incapacità di gestire le situazioni al limite.
    Sorpasso di Vettel su Alonso 2011 , Alonso si accorge che ormai è affiancato, riesce a gestire , scruta specchietti retrovisori, gestisce lo spazio, in una situazione in cui non vale la pena di essere complice di aver buttato fuori un rivale vista la pericolosità nel punto in cui si trovano.
    Sorpasso Alonso su Vettel , Vettel mentalmente si pone in difesa , chiudendo parti sensoriali al cervello per meglio gestire la frenata visto che è nel panico, chiuse la corsia senza guardare negli specchietti e la frittata è fatta.

    • Per me semplicemente: nel 2011 Alonso vede arrivare Vettel negli specchietti, vede che è fottuto e gli dà una strizzatina (sua stessa ammissione) per rendergli la cosa più difficile possibile. Vettel passa non senza essersela fatta un po’ addosso.
      Nel 2012 Vettel lo vede negli specchietti e pensa “Col cavolo ti fo passare, quest’anno te la fai addosso tu” e fa quel che fa. Nel frattempo il regolamento è cambiato e la penalità arriva come una mannaia.
      Ci vedo eccessi agonistici di pari misura. Ah, magari Vettel evita di piagnucolare alla radio, come fa spesso Alonso.

    • ma che sei un psicologo?mi chiedo come fai a sapere cosa ha pensato vettel,e come fai a sapere cosa ha visto e cosa non,dagli specchietti?

      • Me lo dice il carattere dei due piloti, e mi sono immedesimato nella situazione.
        Hai mai visto Vettel, abituato ad una vettura “vencente” da parco chiuso :-) essere sorpassato ? io no . Hai mai visto Vettel posato nelle situazioni al limite io NO ? hai mai visto Vettel dichiare l’ho fatta un po’ sporca ad Hockeneim su Button. Hai mai sentito un mea culpa di Vettel quando ha tamponato sempre Button a SPA ? Inoltre ha fatto le sue scuse al compagno di squadra in turchia , con una autostrada di spazio, buttandolo fuori pista ? io no .
        Alonso è piu’ posato e calcolatore , per cui ha sinapsi a sufficienza per valutare le situazioni. Vettel ha dato riprova Domenica di non avere a mio modo la completezza di un campione.

      • siccome hai detto che vettel non ha visto alonso..io non credo sia cosi!l’ha visto e l’ha stretto di proposito!
        sul fatto che vettel sia un campione o solo un buon pilota,beh..preferisco evitare per l’ennesima volta questo argomento!a me personalmente piace,e spero ch un giorno ci arrivi davvero in ferrari!(parere personale)

      • Quello che voglio mettere in discussione di Vettel è la capacità nel centesimo/millesimo di calcolare se stà facendo una “cacata pazzesca” o il colpo di del genio.
        Le sue dichiarazioni ” … Pensavo proprio di aver lasciato lo spazio necessario a Fernando e non capisco la sanzione…” comminattami.. ” cozzano con le immagini. C’era Alonso costretto con 5/6 dalla sua Ferrari fuori pista.
        Se Vettel lo ha accompagnato fuori volontariamente è un pirla alla n potenza.

  • Bisogna leggere bene quello che e’ scritto. Pirro non ha detto che il regolamento e’ stato cambiato, solo che (testuali parole)”è stato scritto dalla FIA un chiarimento normativo”
    Io non metto in discussione la penalita’, dico che ci vuole uniformita’ di giudizio.
    Se si penalizza Vettel per quella manovra bisogna penalizza Alonso per la stessa manovra del 2011.
    Purtroppo da questo punto di vista il regolamento e’ sempre troppo fumoso e da adito a critiche e storpiature a volte a vantaggio di uno ed a volte a vantaggio di un’altro.
    Chiunque nella loro posizione, nel dopo gara, avrebbe provato a difendersi, quindi non trovo niente di scandaloso nelle dichiarazione degli uomini RedBull.
    Non simpatizzo per loro, anzi…., ma non vediamoci del marcio sempre.
    Ps: Io personalmente non avrei penalizzato nessuno dei due. Andatevi a rivedere Digione 79 (credo) Villeneuve – Arnoux!
    Qualcuno dira’ altri tempi…… io quei tempi lì li rimpiango…..

    • sai qual’è la differenza(a anche bella grossa!)che nando ha lasciato seppur al limite lo spazio x passare a vettel invece quest’anno vettel ha lasciato semplicemente lo spazio dell’erba e la sabbia a fernando…..quindi penalità sacrosanta!

      • Magari tra un po’ la finiamo, visto che le parole di Pirro mettono il sigillo sulla decisione.
        Però una precisazione lasciatemela fare: non è che se Alonso lascia spazio per mezza macchina è corretto e se Vettel la lascia solo per un terzo di macchina allora è scorretto…sono manovre tutte e due da figli di buona donna. Se il regolamento non fosse stato cambiato/precisato sarebbero state entrambe manovre da penalizzare.
        Di spazio per passare ce n’era poco in entrambi i casi, fatemi il piacere.

    • Ma se il chiarimento e’ stato scritto quest’anno…che senso ha tirar fuori ancora il discorso del 2011.
      Probabilmente se fosse successo quest’anno l’avrebbero punito.

    • I bei duelli ci sono sempre stati (anche Raikkonen e Montoya in Germania hanno dato spettacolo stile Arnoux-Villeneuve). Il paragone d’immagini 2011-2012 del duello Alonso/Vettel trasmesso sulla Rai parla chiaro: nel 2011 Vettel si è allargato finendo con mezza ruota sull’erba e Alonso gli aveva lasciato spazio, infatti il sorpasso è riuscito, mentre ieri se Alonso non fosse riuscito a tenere la macchina con 4 ruote sull’erba a più di 280 km/h (come fortunatamente ha fatto) si sarebbe ammazzato.

    • Considera però che ai bei tempi le curve non le facevano a 280 km/h, con accelerazioni da 4g laterali. Qui se metti due ruote sull’erba e perdi aderenza…
      E poi penso che si siano fatti molti passi in avanti sulla sicurezza, per fortuna.
      Non bisogna per forza rischiare di finire contro un muro a 200 km/h per avere spettacolo e bei sorpassi.

    • villeneuve e arnoux lo spazio per il sorpasso lo lasciavano questi della nuova generazione chiudono la strada senza problemi perche’ non hanno paura di poter ammazzare il collega

      • assolutamente d’accordo.
        Ora allargano tutti e portano fuori SEMPRE…e ti costringono ad alzare il piede.
        Prima certe cose non si facevano.
        Ha ragione Jaques Villeneuve.

      • di solito negli anni 70-80 i piloti risolvevano a 4 occhi e spesso a scazzottate certe questioni e raramente la cosa diveniva pubblica, oggi sembrano delle donnine tante chiacchiere e polemiche ma la domenica successiva assistiamo alle stesse manovre, il problema di base e che non hanno rapporti e tranne rari casi neppure si stimano c’e’ solo cieco agonismo

    • ma che centra il 1979 con il 2012.. non andiamo a vedere sempre quello che succedeva 33 anni fa, ma guardiamo il presente e lo scenario era quello di penalità assoluta per Vettel.
      Pirro ha spiegato con la massima chiarezza la normativa che vige attualmente, magari nel 1979 questa normativa non esisteva.
      Una cosa buona l’hanno detta i commentatori RAI, cioè che in ogni gara ci vuole sempre lo stesso consiglio di direzione gara, non è possibile essere discriminati perchè cambiano ad ogni gran premio i commissari di gara, ognuno ha una sua interpretazione delle normative e pertanto ognuno di loro le applica secondo la sua ottica.
      Ma questa penalità a Vettel è indiscutibile.
      Se vorremo paragonare la formula uno del 1979 con quella attuale sappiamo tutti che le monoposto di allora erano delle MACCHINE, mentre adesso sono solo delle monoposto elettriche… punto!

  • mettiamo il caso che con una manovra del genere alonso non fosse arrivato al traguardo a prescindere dal regolamento il comportamento di vettel e scorretto nel 2011 non era in discussione il campionato

    • Non è una questione di campionato ancora aperto o campionato già chiuso come dici tu, si parla di sicurezza dei piloti. Se al posto di alonso ci fosse stato un altro pilota non in corsa per il mondiale vettel poteva buttarlo fuori tranquillamente? Ma non diciamo fesserie

  • Hanno cambiato di nuovo il regolamento a campionato avviato…non si smentiscono mai…

    • veramente un chiarimento e poi il regolamento è questo dal 3 gp poche balle in rb c hanno provato ancora una volta !!

      • II regolamento non è stato cambiato in favore di Alonso ma da Sepang dopo un incidente fra Hamilton e Rosberg. E’ stato spiegato ai piloti come comportarsi quindi non ci sono appigli per Horner e compagnia.. Anche se hanno tirato fuori il sorpasso del 2011 che comunque era diverso, penso che Horner conosceva il regolamento ma ha tentato ancora una volta di scaricare sulla Ferrari della Merda sempre mediaticamente come Marko aveva già fatto durante la faccenda del Canada e la regolazione a parco chiuso della redbull.

      • si è capito che barava in parco chiuso ….DOPPIA FIGURA DI MERDA e tante altre ne arriveranno ci metto la mano sul fuoco !!!

    • Aggiungo anche che se questo chiarimento fosse arrivato prima nel 2010 quando Alonso fu trascinato fuori da Kubica e taglio’ la curva non sarebbe stato penalizzato. Prima di questo chiarimento il direttore di gara poteva interpretare pericolo il comportamento di un pilota come era successo con Shumacher su Barrichello, adesso non c’è interpretazione se hai la macchina accanto devi lasciare spazio. Ok sul fatto che il regolamento rende i piloti meno incisivi, ma questo almeno adesso si applica a tutti senza interpretazioni…

    • hai perso un occasione per star zitto ed informarti sul regolamento…

  • e cmq è incredibile come la rb e vettel cerchino sempre di fare i furbetti ma quest anno c è il pugno di ferro ….

  • beh queste parole levano spazio a d ogni discussione sono cambiate le regole punto…. rb e vettel se ne facciano una ragione LE REGOLE DEVONO RISPETTARLE ANCHE LORO !!!!

  • direi che a questo punto è stato applicato il regolamento alla lettera. Inutile fare raffronti con Monza 2011 dato che il regolamento era diverso.

    • Dopo questo chiarimento mi zittisco anche io. Inutile fare confronti con l’anno scorso, la penalità ci sta.
      Per inciso a me piaceva poco il regolamento di prima e piace meno quello di ora, ma se c’è va rispettato.

  • confermo e proprio un bimbominchia (che vuole avere ragione tipico red bull)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!