Rookie Test: Bianchi domina anche il secondo giorno

12 settembre 2012 19:23 Scritto da: Giacomo Rauli

Cambia la vettura ma, a Magny Cours – nel secondo giorno del Rookie test in programma nella pista francese – non cambia la sostanza. Affatto.

Jules Bianchi si riconferma in testa alla classifica anche nel secondo giorno, il quale ha visto il francese al volante della Force India VJM-05, dopo aver potuto guidare, il giorno prima, la F2012.

1’16”467 il tempo del francese al volante della vettura indiana, che lo ha issato per il secondo giorno consecutivo in testa alla classifica. Oltre a Bianchi, hanno girato  Sam Bird con la Mercedes W03, che con il tempo di 1’17”482 ha colto il secondo posto nella classifica dei tempi e Davide Rigon che ha “ereditato” la F2012 da Bianchi, il quale ha terminato la giornata di test al terzo posto, con il tempo di 1’17”925.

Bird s’è concentrato sullo sviluppo del triplo DRS e della nuova soluzione degli scarichi (effetto Coanda) in vista degli ultimi sette appuntamenti del Mondiale 2012, compiendo in tutto 125 giri sotto gli occhi di Schumacher, presente ai box Mercedes per seguire gli sviluppi della vettura.

Vero e proprio lavoro da “maratoneta” per il vicentino Rigon: con la F2012 ha compiuto 165 giri, provando varie soluzioni aerodinamiche per Singapore come ala anteriore e posteriore, fondo e diffusore destinati al prossimo GP.

Tutti e tre i piloti impegnati nel test odierno hanno compiuto vari stint con tre diversi compound di pneumatici Pirelli: Soft, Medium e Hard.

Domani i test proseguiranno con il terzo giorno di prove sul circuito francese, del quale vi forniremo un dettagliato resoconto. 

 

 

42 Commenti

  • Allora,io lo dico di essere orbo di mio, però più guardo la foto e più mi sembra che sia un buco sul fondo, a questo punto chiedo anche a Maxleon e a john i pareri.

    Guardando la prospettiva delle “alette” sul fondo, si nota: in primo piano quella per convogliare i gas di scarico ai lati del diffusore, più centralmente si nota in secondo piano l’altra bandella, che serve ad incanalare il flusso d’aria proveniente dall’anteriore verso il diffusore, e sempre in prospettiva, ancor più centralmente, si nota questo buco con dei flap, simili come forma a quelli degli upper flap sull’ala anteriore McLaren!

    In più, voi non notate un pezzo di carbonio che parte dalla bandella centrale allargandosi verso il diffusore e và a creare una sorta di “piano” orizzontale,che a sua volta crea un tunnel d’aria col fondo?

    • L’immagine non è che sia molto chiara, comunque non è che ci possiamo arrovellare il cervervello cercando di interpretare di cosa si tratti, almeno io non ne ho la competenza, in ogni caso non penso che possa generare equivoci regolamentari, perchè come ho detto il regolamento prevede che se si guarda dal basso verso l’alto (in pratica immaginiamo di avere la vettura sul ponte e guardarla da sotto) non si deve vedere alcun componente della parte superiore della monoposto e non mi sembra che sia questo il caso.

      Comunque, lo so che i tempi non contano assolutamente nulla, in ogni caso stamattina con la pista bagnata, Bianchi era assolutamente inarrivabile, è stato praticamente sempre in testa, mentre il pomeriggio è stato quasi tutto il tempo a fare prove di aerodinamica, sembra, amcora una volta con diversi alettoni anteriori, in più il miglior tempo lo ha fatto registrare con gomme dure.

      • aggiungo che sinceramente in Ferrari non mi sembrano i tipi da mettere in atto una soluzione palesemente irregolare a 7 gare dalla fine…anzi in Ferrari negli ultimi anni sono stati fin troppo conservativi…figuriamoci rischiare ora con soluzioni notoriamente illegali. Io ho fiducia nella Rossa :)

      • Sembrano soluzioni volte ad incanalare l’aria verso il diffusore, sia la protuberanza in carbonio sia il “buco”. In quest’ultimo caso, se al centro del fondo, serve anche ad incrementare l’effetto Venturi e quindi garantire più downforce…ma hai ragione, vedremo a Singapore.

        I tempi sono da prendere con le pinze, speriamo bene!

  • ecco i tempi a fine sessione: Bianchi su ferrari 1.16.985,Gonzalez su forche india 1.18.018,Hrtley su mercedes 1.18.671

  • gira anche la foto di un fondo con un boco poco prima del diffusore grande quanto la breccia di porta pia ??? ma è legale ??? chiedo ai meglio informati se sto fondo dovesse ricevere l ok della fia si scatenera’ il putiferio…ma è quello che desidero una ferrari al limite del regolamento se nn oltre come da anni fanno rb e meclaren,,,

  • una domanda provocatoria..non è che in ferrari in questi giorni hanno girato con vari sensori perche ancora non c’ è una perfetta correlazione tra la galleria del vento e la pista?

    • spero di no…. pero tutti quando si tratta di testare cose importanti girano con i sensori credo sia normale… poi in questi giorni alonso s eè lasciato andare a grande ottimismo…. che gli sia arrivata voce che i test confermavano alla grande i risultati di galleria ??? spero di si quel che è certo è che alonso nn parla mai a c… di cane…

    • Non è provocatoria, anzi è opportuna;) a quanto dicono si pensa che siano sulla strada giusta per capire il tutto, ma ad ogni modo hanno bisogno delle loro prove in pista per saperlo e speriamo che questi 3giorni siano utili.

      Ad ogni modo io credo che tutte le squadre non arrivino mai a comprendere al 101% le correlazioni tra pista e galleria del vento/CFD,vuoi perchè i sensori continuano ad esserci in tutte le macchine il venerdì, vuoi perchè la tecnologia dev’essere migliorata (tutt’oggi la galleria del vento della Toyota a Colonia è considerata tra le top, nonostante abbia molti anni),vuoi perchè se attui un cambiamento volto a migliorare la galleria, poi devi ricalibrare il tutto, insomma…

  • Da vari siti si legge che la ferrari utilizza un 3 pedale per azionare il drs

  • ecco i tempi registrati a metà mattinata su pista bagnata:-Bianchi su ferrari1.29.551 (34 giri),Gonzalez su force india 1.31.725 (33 giri),Hartley su mercedes 1.40.084 (15 giri) inoltre fanno sapere che il programma odierno della ferrari prevede la bellezza di 120 giri

  • ragazzi su f1 technical hanno postato un immagine della ferrari vista da dietro nella quale viene cerchiata una strana apertura..e un semplice sfogo dell aria o qualcos altro?

  • davide cristina

    Ma perchè di questi Rookie Test non se ne possono svolgere 3 o quattro sessioni durante il campionato? Gioverebbe sia per testare in pista nuove soluzioni sia per testare i giovani.

  • Il brutto di questi test è che bisogna attenersi a quello che dicono i media, non si può esaminare uno straccio di dato obiettivo, perchè sarebbe interessante anche solo sapere quanti giri il pilota ha compiuto con ogni tipologia di pneumatico utilizzato, perchè credo che ogni team abbia a disposizione un numero limitato di treni gomme, qualcuno sa esattamente quanti ne hanno a disposizione???

  • notizie su cosa ha testato la ferrari?

    • Le foto sui nuovi componenti sono già uscite ieri, in pratica sono stati testati almeno tre tipi di alettoni, un nuovo alettone posteriore, un nuovo fondo scocca ed un nuovo diffusore, spostate le telecamere sul musetto e forse ci saranno delle aperture sulla parte bassa dei condotti ACER (ma questo è tutto da vedere, data la scarsa definizione delle immagini)l’ultima notizia riporta di un pedale per azionare il drs al posto del pulsante sul volante.

      Io aggiungerei che anche l’assetto risulta più picchiato (IMHO è tutta la vettura più alta), per cui sono da tenersi in considerazione anche gli elementi non visibili, perchè non si può alzare la vettura senza aumentare il carico aerodinamico.

      Poi, almeno nel primo giorno di test sono stati usati anche degli strani pannelli dietro i piloncini del musetto e se come si dice in giro si tratta di sensori di pressione, la cosa è alquanto strana perchè in quel settore conta poco o niente la pressione in confronto alla volumetria dell’aria che viene poi indirizzata al fondo ed all’estrattore.

      Per quanto riguarda i test odierni, non ho visto altre foto, comunque il fatto che Rigon abbia fatto 165 giri dice tutto.

      • servono a verificare la qualità dei flussi a valle della ruota anteriore:
        www . f1-direct . net/2012/img/epfrance/039.JPG

      • che è poi una misura della bontà dell’ ala anteriore, in particolare più aria devia dall’impatto con le ruote anteriori meno drag ha la vettura

  • Caribbean Black

    L’ho sempre detto e ripetuto….un pilota con scarsi risultati nelle serie minori, non è detto che non sia ottimo per la F1….

    Lo stesso giorgio Pantano, che ha surclassato chiunque in quasi ogni serie nella quale ha gareggiato, quando è arrivato in f1 alla Jordan, l’ha fatta proprio fuori dal vaso, non mostrando mai grandi risultati.

    Penso che la guida di una F1 sia sol una questione di adattabilità alle caratteristiche della monooposto.

    Vedere Bianchi per credere…..oppure al contrario nelson piquet Jr….un fulmine in gp2, ma uno scandalo in F1.

  • principesco88

    good vibration from Ferrari

  • ci sono da provare tante cose evidentemente speriamo anche che rigon sia all altezza ce bisogno di giovani talenti italiani

  • e che cacchio … 165 giri???? pari a quasi tre gp … la faccia dello stakanovista … speriamo che sia stato anche un modo per la Ferrari di valutare Rigon come pilota e non solo come tester (in definitiva era la prima volta che saliva sulla Ferrari di quest’anno, test aerodinamici esclusi) …

  • Ma per fare 165 giri quanta roba aveva da testare??

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!