Miglioramenti in McLaren, ma la strada è ancora lunga

22 marzo 2013 12:14 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Button e Sam Michael parlano di leggeri miglioramenti rispetto alla scorsa settimana. Ma a Woking si lavora ancora per capire cosa non va con la MP4-28.

button-mclarenAl termine di due sessioni in cui le McLaren si sono ritrovate sempre fuori dalla Top10, Jenson Button invita i tifosi a non perdere le speranze, considerando che , nonostante tutto, la MP4-28 si comporta meglio sul tracciato malese di quanto visto nella gara di apertura in Australia.

Oltre al fatto che la pioggia sembra dare una mano agli uomini di Woking nell’avvicinarsi ai migliori – elemento da non sottovalutare in vista di una gara che si preannuncia bagnata – se il distacco dalla vetta – oltre il secondo – appare ancora un’enormità, è pur sempre quasi dimezzato rispetto a quello delle prove libere di Melbourne. Certo i tempi del venerdì vanno sempre presi con le molle, ma Jenson Button parla di effettivi miglioramenti rispetto alla scorsa settimana: “Abbiamo fatto un lavoro piuttosto soddisfacente, raccogliendo informazioni utili sulla vettura. Sull’asciutto sembra andare meglio rispetto a Melbourne, anche se in ogni caso siamo lontani da chi ci è davanti”.

Oltre ad analizzare il comportamento della monoposto, in McLaren hanno potuto lavorare anche in vista del weekend: Abbiamo individuato dei miglioramenti da fare per domani, il che è incoraggiante. È stata una buona giornata di studio”.

Il Direttore Sportivo Sam Michael aveva dichiarato ieri che durante le prove libere la McLaren avrebbe studiato due serie di nuove componenti: una, già prevista, di parti per adattarsi al circuito, ed altre sperimentali per migliorare il degrado e allo stesso tempo indirizzare lo sviluppo da fare a Woking. “La cosa peggiore che può succedere è non avere un’idea di dove hai bisogno di lavorare. Ma noi abbiamo un’idea piuttosto buona”. Con una macchina difficile da capire tra le mani, anche il solo raccogliere dati può essere utile nel ritrovare la prestazione smarrita: “Se ora tornassimo in Australia faremmo un weekend migliore, semplicemente perché conosciamo meglio la monoposto. Se le parti nuove non dovessero andare bene sarebbe comunque un passo avanti per sapere in che direzione andare.

L’idea generale sulle aree su cui concentrarsi sembra esserci, anche la certezza assoluta su quali siano i problemi principali continua a mancare, come Michael ha chiarito oggi ad AUTOSPORT: “Ad essere onesti, stiamo vagliando tutti i fronti. Abbiamo un’idea su quali siano i problemi, e per la maggior parte si tratta di cose che devono essere ridisegnate. Ma più dati riceviamo dalla pista, più abbiamo idee precise. Siamo ragionevolmente fiduciosi su quale sia la strada da percorrere, ma in situazioni del genere bisogna tenere la mente aperta per non lasciarsi fuorviare da false piste”.

Il Direttore Sportivo è inoltre tornato sulla questione del ritorno all’MP4-27, dichiarando che, in ogni caso, non potrebbe essere una soluzione immediata: “Bisognerebbe ridisegnare l’anteriore, superare i crash test, vedere quante parti abbiamo ancora in magazzino. La nostra attenzione ora è focalizzata sulla MP4-28, perché continuiamo a credere che il suo potenziale sia maggiore”.

12 Commenti

  • Caribbean Black

    Iron Mc
    @Caribbean Black
    Non posso essere certamente sicuro del fatto che recupereremo il gap, però se già domani sull’asciutto fossimo a circa 1 secondo dalla Ferrari sarebbe un bel segnale. Non dimentichiamoci che a Melbourne eravamo a 3 secondi dalla RedBull e a 2 dalla Ferrari e che di fatto sulla macchina hanno potuto lavorare solo 2 giorni. In gara l’obiettivo va decisamente puntato sulle prestazioni della rossa e della Lotus. Le mie sensazioni positive derivano anche dal fatto che le gomme sembrano essere un problema un po’ per tutti (tranne la Lotus), quindi se riuscissimo a portarci più o meno sulle prestazioni dei migliori nel giro di 4-5 gare allora il discorso potrebbe farsi interessante con due signori della guida pulita come i nostri. Infatti a Melbourne è mancato anche l’impatto del pilota sulle gomme tanto era scadente la prestazione della vettura. Se riescono a far girare la macchina come si deve io penso che i nostri potrebbero trattare meglio le gomme rispetto ad altri. Il discorso che fai sull’assenza di un top driver è condivisibile in parte. E’ vero: a noi manca un pilota che faccia punti pesanti nei momenti difficili. Però negli ultimi anni nessun pilota è riuscito a fare una differenza così marcata da sovvertire i valori gerarchici delle vetture. Lo stesso Alonso del quale molti dicevano: “dategli una macchina anche mezzo secondo più lenta degli altri e vincerà a mani basse”, a Melbourne non è riuscito neanche lontanamente ad insidiare Raikkonen che è un buonissimo pilota, per carità, ma non è Senna nè Schumacher. Quindi, più che del pilota da copertina, per vincere c’è bisogno di una macchina super-competitiva. La McLaren dell’anno scorso dal Gp del Bahrain al Gp di Silverstone faceva letteralmente pena. Hamilton ci ha messo una pezza in Canada (ma lì vince anche con un gommone) ma ha combinato un mezzo disastro a Valencia e a Barcellona sappiamo come andò. Poi dal Gp di Germania c’è stato un miglioramento eccezionale della vettura che ha vinto 5 gare su 10 e in almeno altre due occasioni poteva vincere senza problemi di affidabilità. Certamente vedendo lo stato attuale delle cose pensare di poter lottare per il titolo è pura follia, però la partita più importante ce la giocheremo sullo sviluppo e negli ultimi anni a Woking hanno sempre fatto bella figura (compreso il 2009).
    Certo che una “botta d’acqua” non sarebbe proprio sgradita in queste prime gare.

    Ok, grazie Mr Iron, è bella e lucida la tua analisi, anche se la ritengo inesatta su alcuni punti inerenti la passata stagione, che ti dirò fra poco….
    Sono contento che tu la veda così, e mi fa piacere, perchè in fondo in fondo, anche se siamo solo supporter, un po di ottimismo non fa male, e sostenersi tra compagni di squadra è una buona cosa.

    Io cmq nonostante tutto il tuo discorso, non riesco a vederla come la vedi tu, ma la vedo nera che piu nera non si puo, il perchè l’ho gia spiegato nei giorni scorsi, ovvero, perchè attualmente non ci sono aree nuove da esplorare che ti consentano di avere quella spinta in piu sugli altri, inoltre siamo all’ultima stagione con questi motori e regolamenti, pertanto, se abbiamo mostrato un gap del genere a melbourne (3 secondi circa in qualifica e 1.5 in gara) proprio in virtù del fatto che non ci sono aree che ti permettano di fare un balzo prestazionale tale da colmare questo enorme gap, mi cadono le braccia a terra soprattutto pensando che abbiamo terminato la passata stagione da primi della classe, cosa che sarebbe dovuta essere il punto fermo e di partenza per questa nuova stagione.
    Ok, loro sono i tecnici, loro sanno il perchè di questa scelta azzardatissima, avranno avuto i loro validissimi motivi, però sta di fatto, e le interviste pare lo confermino, che c’è stato proprio un’errore di progettazione, tant’è vero che si parla di ridisegnare nuove componenti, segno evidente che il nostro gioiello virtuale (il simulatore) ha calcolato parametri notevolemnte incongruenti con il responso della pista….e questo è un gravissimo problema che si va ad addizionare al “maldestro” montaggio di quella componente delle sospensioni che dicono di aver montato al rovescio….segno evidente che c’è piu di qualcosa che non va con i nostri uomini.
    Per quanto concerne la famosa leggenda della nostra stratosferica capacità di sviluppo nel corso della stagione, sinceramente, ho il timore che non si potrà verificare, per i motivi sopraelencati, ricordando che mai nessuna scuderia ha colmato un gap del genere in una stagione, sotolineando sempre che oramai non c’è piu nulla da scoprire con i regolamenti di quest’anno, il che renderebbe teoricamente impossibile un tale recupero.

    Per quello che riguarda la tua disamina sulla passata stagione, scusa la pignoleria, ma ok che dal bahrein a silverstone non ci abbiamo capito una mazza, però c’è da dire che sia a valencia che a barcellona, la colpa piu che di lewis, è stata solo della scarsa competitività della macchina….il passo gara in entrambi i gran premi e con entrambi i piloti è stato a dir poco scandaloso, segno evidente che ci fu qualcosa che non funzionava bene sulle vetture.

    Su Perez, penso si faccia ormai troppo lo stesso luogo comune, ovvero che tratta bene le gomme….Perez non è affatto uno docile con le gomme, tutt’altro, è un pilota molto aggressivo, non estremamente, ma molto aggressivo sulle coperture, caratteristica che è stata sempre mascherata dalla bontà del progetto sauber degli anni passati.
    Detto questo, credo che Perez cmq non sia all’altezza della situazione, o almeno questo è il sentore che ho, anche se è troppo presto per valutarlo bene dopo solo una gara, per altro corsa in condizioni tecniche difficilissime.

  • @Caribbean Black
    Non posso essere certamente sicuro del fatto che recupereremo il gap, però se già domani sull’asciutto fossimo a circa 1 secondo dalla Ferrari sarebbe un bel segnale. Non dimentichiamoci che a Melbourne eravamo a 3 secondi dalla RedBull e a 2 dalla Ferrari e che di fatto sulla macchina hanno potuto lavorare solo 2 giorni. In gara l’obiettivo va decisamente puntato sulle prestazioni della rossa e della Lotus. Le mie sensazioni positive derivano anche dal fatto che le gomme sembrano essere un problema un po’ per tutti (tranne la Lotus), quindi se riuscissimo a portarci più o meno sulle prestazioni dei migliori nel giro di 4-5 gare allora il discorso potrebbe farsi interessante con due signori della guida pulita come i nostri. Infatti a Melbourne è mancato anche l’impatto del pilota sulle gomme tanto era scadente la prestazione della vettura. Se riescono a far girare la macchina come si deve io penso che i nostri potrebbero trattare meglio le gomme rispetto ad altri. Il discorso che fai sull’assenza di un top driver è condivisibile in parte. E’ vero: a noi manca un pilota che faccia punti pesanti nei momenti difficili. Però negli ultimi anni nessun pilota è riuscito a fare una differenza così marcata da sovvertire i valori gerarchici delle vetture. Lo stesso Alonso del quale molti dicevano: “dategli una macchina anche mezzo secondo più lenta degli altri e vincerà a mani basse”, a Melbourne non è riuscito neanche lontanamente ad insidiare Raikkonen che è un buonissimo pilota, per carità, ma non è Senna nè Schumacher. Quindi, più che del pilota da copertina, per vincere c’è bisogno di una macchina super-competitiva. La McLaren dell’anno scorso dal Gp del Bahrain al Gp di Silverstone faceva letteralmente pena. Hamilton ci ha messo una pezza in Canada (ma lì vince anche con un gommone) ma ha combinato un mezzo disastro a Valencia e a Barcellona sappiamo come andò. Poi dal Gp di Germania c’è stato un miglioramento eccezionale della vettura che ha vinto 5 gare su 10 e in almeno altre due occasioni poteva vincere senza problemi di affidabilità. Certamente vedendo lo stato attuale delle cose pensare di poter lottare per il titolo è pura follia, però la partita più importante ce la giocheremo sullo sviluppo e negli ultimi anni a Woking hanno sempre fatto bella figura (compreso il 2009).
    Certo che una “botta d’acqua” non sarebbe proprio sgradita in queste prime gare.

  • Se c’è qualcosa che alla McLaren sanno fare bene e forse anche meglio degli altri, quella cosa è sviluppare la macchina.
    Per me la vostra stagione sarà sofferta, molto probabilmente capirete la sospensione verso metà stagione se non oltre, ma visto che la’erodinamica è migliore della 27 credo che questa macchina non solo sarà molto competitiva a fine stagione, ma anche che dal 2014 Ferrari e McLaren torneranno assolute protagoniste della F1, questo perchè quando non ci saranno più gli scarichi doppi e si passerà a quello centrale il diffusore posteriore perderà un sacco di efficienza e team come Lotus e Red Bull si vedranno costrette ad adottare la pull anteriore per recuperare il carico perso con il grip meccanico, ma a quel punto Ferrari e McLaren saranno così avanti nella comprensione e progettazione di questo elemento che saranno avanti anni luce rispetto agli altri…
    Meglio un uovo oggi o una gallina domani???
    La gallina, la gallina…
    ;-()

  • Goodyear4F1

    La McLaren deve capire come gestire meglio questo nuovo anteriore con le pull-rod…la Ferrari lo scorso anno ci ha messo un po’ per venire a capo dei problemi con queste nuove sospensioni (e questa volta non si può copiare la soluzione =p )…sapendo poi che il team inglese ha sempre adottato un sistema abbastanza rigido, si capiscono i perché del nervosismo della macchina e dei saltellamenti in frenata, dove il peso ricade sull’anteriore…questo limita il carico frenante che il pilota può applicare e si spiega anche perché la McLaren in Australia avesse un punto di frenata anticipato rispetto alle auto di vertice…

  • Caribbean Black

    ryudoctor
    Se ora tornassimo in Australia faremmo un weekend migliore..grazie al ** lol..come tutti ma che commenti sono..

    Già, quoto….tutti quanti se tornassero in australia ora, sarebbero ancora piu competitivi e conoscerebbero meglio le proprie vetture.

  • Caribbean Black

    Iron Mc
    Almeno un po’ di ottimismo:)
    Ad ogni modo la pioggia potrebbe darci una grossa mano per non perdere troppo terreno dai primi. Io ci credo ancora nella possibilità di fare una stagione positiva. Ricordo il grande recupero fatto lo scorso anno dopo Silverstone e sono convinto che ci rialzeremo. Forza ragazzi!

    Finalmente…segnali incoraggianti, non si brancola piu nel buio piu totale, ma inizia a schiarirsi qualcosa.
    Certo è che dover ridisegnare delle parti significa aver toppato e floppato in fase di progettazione.

    Io cmq, a differenza di te, caro compagno di squadra, credo che non ci siano speranze di abbattere totalmente quel secondo e mezzo che ci prendiamo sul passo gara.
    é un enormità, penso si possano limare dei decimi, magari mezzo secondo, e forse adattarci meglio a qualche circuito dove si puo vincere qualche gara, però non credo assolutamente nel potenziale di questa macchina, così come non credo che potremmo lottare per il titolo, anche considerando che abbiamo 2 piloti che difficilmente riusciranno a metterci del proprio, vista la competitività di altri piloti e delle altre vetture.
    Purtroppo per quanto possiamo migliorare, miglioreranno anche gli altri, e dubito fortemente che riusciremo a rimetterci in carreggiata.

    Ad ogni modo, mi piacerebbe sapere le tue sensazioni Iron, e perchè credi che ce la faremo a recuperare tutto il gap.

  • alexander brandner

    Sentire due piloti Mclaren contenti di essere a metà classifica è inaudito!

  • Se ora tornassimo in Australia faremmo un weekend migliore..grazie al ** lol..come tutti ma che commenti sono..

  • Almeno un po’ di ottimismo:)
    Ad ogni modo la pioggia potrebbe darci una grossa mano per non perdere troppo terreno dai primi. Io ci credo ancora nella possibilità di fare una stagione positiva. Ricordo il grande recupero fatto lo scorso anno dopo Silverstone e sono convinto che ci rialzeremo. Forza ragazzi!

  • lewis_the_best

    speriamo che per la gara riescano ad entrare entrambi i piloti in zona punti!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!