Malesia 2013: Vettel vince, ma è guerra di nervi con Webber

24 marzo 2013 11:22 Scritto da: Davide Reinato

vettel-malesia-2013-red-bull

La Red Bull ha conquistato la prima doppietta della stagione, conquistando la vittoria sul circuito di Sepang. Una gara ricca di tensione e colpi di scena, che nel finale ha raggiunto l’apice con la sfida tutta interna tra Webber e Vettel.

L’australiano della Red Bull ha condotto una gara autorevole, grazie ad un ottimo ritmo e delle scelte giuste per quanto riguarda la strategia. E quando sembrava lanciato verso la vittoria, Vettel è arrivato di gran carriera, ingaggiando un pericoloso – quanto spettacolare – duello con il compagno di squadra. Sebastian è andato a superare il compagno sul rettilineo principale, passando a pochi centimetri dal muretto dei box, facendo letteralmente saltare dalla sedia Horner e Newey al muretto. Per qualche curva i due restano appaiati e quasi si toccano, facendo riemergere i fantasmi del passato tra i due…

Nonostante la doppietta, la squadra non è per niente unita. Sul podio, Webber ha ammesso che la squadra gli aveva chiesto di gestire la corsa e quindi non si aspettava un attacco del genere dal compagno di squadra. In altre parole, Vettel non ha rispettato un ordine di squadra. La compagna di Webber, ai microfoni di Sky, ha affermato: “Sono disgustata. Oggi abbiamo capito chi lavora veramente per la squadra”.

Sul gradino più basso del podio è arrivato Lewis Hamilton. Il pilota della Mercedes ha fatto una buona gara ed ha anche regalato un momento di ilarità totale quando, durante un pitstop, è rientrato al suo vecchio box in McLaren: colpa delll’abitudine! Sul finale della corsa, Lewis si è ritrovato in lotta con Nico Rosberg: a frenare gli animi, però, ci ha pensato lo stesso Ross Brawn che ha chiesto un congelamento delle posizioni per il bene della squadra, a stento digerito dal giovane tedesco.

Quinta posizione per l’unica Ferrari superstite, quella di Felipe Massa. La F138 non ha avuto il passo che ci si aspettava all’inizio della corsa e tagliare il traguardo a 25 secondi dai vincitori non è certo un risultato che può consolare.

Grande delusione per Fernando Alonso. Lo spagnolo era partito bene nonostante lo scatto su pista umida e gomme intermedie, ma un tamponamento alla curva 2 con Vettel gli ha danneggiato l’ala. L’asturiano doveva rientrare ai box alla fine del primo giro, ma unitamente alla squadra ha deciso di restare fuori e cercare di non perdere contatto con i primi. L’obiettivo, infatti, era quello di restare in pista in attesa che la pista si asciugasse, in modo da evitare un pit-stop in più nei confronti degli avversari. Ma l’azzardo non ha pagato: l’ala anteriore si è rotta, piantandosi sotto la F138, causando il ritiro dalla gara.

Sottotono la Lotus: Grosjean ha chiuso davanti a Raikkonen. Per loro sesta e settima posizione. A punti la Sauber grazie a Nico Hulkenberg – ottavo – mentre la McLaren agguanta un altro nono posto con Perez. Sfortunata la gara di Button, compromessa a causa di un errato serraggio della ruota anteriore destra durante un pitstop.

GP MALESIA 2013 – RISULTATI DELLA GARA

POS  PILOTA         TEAM                       GAP
 1.  Vettel         Red Bull-Renault           
 2.  Webber         Red Bull-Renault           +     4.298
 3.  Hamilton       Mercedes                   +      12.1
 4.  Rosberg        Mercedes                   +    12.640
 5.  Massa          Ferrari                    +      25.6
 6.  Grosjean       Lotus-Renault              +      35.5
 7.  Raikkonen      Lotus-Renault              +      48.4
 8.  Hulkenberg     Sauber-Ferrari             +      53.0
 9.  Perez          McLaren-Mercedes           +      72.3
10.  Vergne         Toro Rosso-Ferrari         +      87.1
11.  Bottas         Williams-Renault           +      88.6
12.  Gutierrez      Sauber-Ferrari             +     1 lap
13.  Bianchi        Marussia-Cosworth          +     1 lap
14.  Pic            Caterham-Renault           +     1 lap
15.  van der Garde  Caterham-Renault           +     1 lap
16.  Chilton        Marussia-Cosworth          +    2 laps
17.  Button         McLaren-Mercedes           +          
18.  Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari         +          
19.  Maldonado      Williams-Renault           +          
20.  Sutil          Force India-Mercedes       +          
21.  Di Resta       Force India-Mercedes       +          
22.  Alonso         Ferrari                    +          

Giro più veloce: Perez, 1m39.199

Ritirati:

PILOTA            TEAM                 
Alonso            Ferrari
Di Resta          Force India Mercedes
Sutil             Force India Mercedes
Maldonado         Williams Renault
Ricciardo         Toro Rosso Ferrari
Button            McLaren Mercedes

CLASSIFICHE               

PILOTI                        COSTRUTTORI
 1.  Vettel         40        1.  Red Bull-Renault           66
 2.  Raikkonen      31        2.  Lotus-Renault              40
 3.  Webber         26        3.  Ferrari                    40
 4.  Hamilton       25        4.  Mercedes                   37
 5.  Massa          22        5.  Force India-Mercedes       10
 6.  Alonso         18        6.  McLaren-Mercedes            4
 7.  Rosberg        12        7.  Sauber-Ferrari              4
 8.  Grosjean        9        8.  Toro Rosso-Ferrari          1
 9.  Sutil           6       
10.  Di Resta        4       
11.  Hulkenberg      4       
12.  Button          2       
13.  Perez           2       
14.  Vergne          1

211 Commenti

  • qualcuno vada a vedere i risultati di hamilton in malesia…li le ha prese pure da kovalainen e non ci ha mai vinto.

  • l anno scorso dopo melbourne dicevate che lewis non teneva il passo di button….dopo si è visto…………………………

  • Caribbean Black

    Difatti si è vista oggi l’imparagonabilità….

    LUCA
    cmq secondo me il PAPION te lo potevi pure risparmiare perché Hamilton e Rosberg sono imparagonabili. nico e un medio pilota che ha bisogno di un punto fermo come lo e adesso Lewis per dare il massimo e in questi anni lo ha dimostrato. non sara mai un leader

    Se fosse imparagonabile, oggi sarebbe andata diversamente.
    Nico non è affatto un medio pilota, per stessa ammissione di Lewis in passato.
    Nel mio “PAPIRO” c’è scritto dettagliatamente, obbiettivamente ed OGGETTIVAMENTE un resoconto incontrovertibile dei fatti che si son visti oggi….

    Non basta discordare come hai appena fatto, bisognerebbe argomentare.

    Il fatto che rosberg abbia bisogno di un punto fermo, è una tua mera convinzione, che non è suffragata da alcun fatto certo.

    Però mi piacerebbe davvero sapere perchè il tuo pensiero è questo, e cosa ti fa credere che Rosberg non possa essere un leader e non all’altezza 😉

  • Mi sono persa il duello webber vettel, e youtube ha rimosso tutti i video !!! Chi mi aiuta,con link please ?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!