McLaren, segnali di risveglio: Button 6°, Perez 8°

8 luglio 2013 09:15 Scritto da: Antonino Rendina

La scuderia di Woking esce dal Nurburgring con entrambi i piloti a punti, con un po’ di fiducia in più e con dodici lunghezze guadagnate sulla Force India.

Jenson Button in actionEra da Barcellona che la McLaren non concludeva la gara con entrambi i suoi alfieri in top ten. Al Nurburgring la gloriosa scuderia inglese ha dato cenni di vita, dopo due appuntamenti da dimenticare.

Partiti in nona e tredicesima piazza, Jenson Button e Sergio Perez hanno chiuso rispettivamente 6° e 8° una corsa tiratissima.

Il Ring è un derby che inizia al primo giro e si chiude al cinquantesimo; è subito uno scatenato Perez che infila JB sfruttando nelle prime tornate la gomma più tenera. Jenson, partito con gomme medie, va lungo con la strategia scegliendo le due soste.

Gentile con le gomme, il driver britannico riesce con tenacia ad arrampicarsi fino al podio, riportando la sua McLaren in quelle posizioni nobili che mancano da un po’. Poco provvidenziale risulta l’ingresso della safety car, che distrugge la tattica di Button.

L’inglese si rimbocca le maniche e cede soltanto negli ultimi giri la quinta piazza all’ex compagno di team Lewis Hamilton, non prima di aver regolato Perez in un bel duello interno:

“Ci sono un sacco di lati positivi nella gara di oggi. Siamo tornati ad essere abbastanza veloce, è stato bello lottare con la Mercedes. E anche i punti raccolti sono molto importanti per la squadra. Forse se i piloti della Caterham avessero rispettato le bandiere blu esposte, avrei potuto difendermi meglio contro Hamilton. Spero che la McLaren non debba rimpiangere a fine stagione i due punti persi per colpa dei doppiati. Anche la Safety car mi ha rovinato la strategia, nonostante questo parliamo di un sesto posto, di buoni punti e di una macchina molto migliorata. E’ stata una giornata positiva per il team, dobbiamo essere soddisfatti per non aver commesso alcun errore durante il fine settimana e per aver raccolto un buon risultato”.

Di buon umore anche Perez, la cui gara, come quella del compagno, si è svolta su una tattica di due pit. Diversa però la tempistica. Mentre Jenson ha allungato il primo stint, Perez è partito a fionda con le morbide, per poi percorrere ben trentasei giri con le mescole dure dopo la sua seconda e ultima sosta:

“Dobbiamo essere felici perchè la vettura oggi ha risposto bene. Sia come velocità che come degrado delle mescole. E’ stato importante poter tornare a lottare con quelli davanti. Dopo la safety ho passato trenta giri a dover pensare sia a gestire le gomme che a non farmi passare da quelli dietro. Non è stato facile”.

Con i dodici punti raccolti in Germania dai suoi piloti, la McLaren rimane al sesto posto in classifica, ma ha dimezzato lo svantaggio dalla Force India. Il quinto posto Costruttori resta l’obiettivo minimo per un team abituato a ben altri traguardi.

9 Commenti

  • Bisogna dire che il passo gara della McLaren mostrato al Ring non era inferiore a quello della Merdacess-Band.
    Infatti bisogna considerare che Gigetto partiva dalla pole e ha fatto una sosta in più rispetto a Button, quindi ha avuto gomme sempre più fresche nel corso del Gp. Aggiungiamoci che la Safety-Car ha azzerato il vantaggio della sosta in meno e avremo un quadro decisamente più chiaro.
    Detto ciò, questo piccolo passo avanti non può essere ancora considerato un segnale di risveglio.
    Infatti bisogna dire che la Merdacces-Band, imprendibile sul giro secco, è tornata la ciofeca pre-test illegale.
    Quindi siamo comunque ancora dietro, parecchio dietro, rispetto a Ferrari, Lotus e RedBull.
    Il fatto di essere riusciti a tenere dietro abbastanza agevolmente Force India e Toro Rosso non deve farci dimenticare che il nostro obiettivo è quello di lottare con RedBull e Ferrari.
    Infatti, a differenza di quei parvenu della Merdacces-Band, nella storia della McLaren la lotta per il sesto posto non è per nulla onorevole, nè qualcosa a cui si è abituati.
    Questi risultati non ci competono nè ci possono rendere orgogliosi, perchè noi arriviamo da decenni di vittorie e lotte per i titoli mondiali, mica da un paio di anni passati a bazzicare tra l’ottava e la dodicesima posizione in attesa della solita furbata illegale di Ross Brawn.

    Quindi se da un lato bisogna ammettere che qualcosa si è mosso, dall’altro non si può non continuare a dire che questa stagione è stata finora una delusione totale per la McLaren.
    Per cui questo miglioramento di prestazione deve più che altro servire da spinta propositiva per tecnici, ingegneri, meccanici e piloti in modo tale da continuare a progredire senza soste sia per la seconda metà del 2013 (per cominciare a prendere qualche podio e qualche vittoria) ma soprattutto per il prossimo anno quando sarà necessario rimettersi in gioco per le posizioni di vertice nelle classifiche iridate.
    Come sempre Forza McLaren!

  • Caribbean Black

    Definire lo scempio di ieri, come “segnale di risveglio” mi sembra sia un bel po troppo sinceramente.

    Ok che la SC ci ha distrutto la gara, ma se hai un passo decente, la SC non ti crea poi troppi problemi.

    La bella gara di Jenson ieri, è stata esclusivamente frutto di una strategia azzardata da team inferiore, conseguente allo scempio di qualifica che come al solito facciamo.

    Una squadra del genere non dovrebbe limitarsi a scegliere strategie al limite del ridicolo per guadagnare qualche posizione, ma dovrebbe guadagnarne grazie al proprio potenziale….

    Ma vabbè…ad oggi è così e non possiamo farci nulla….

    Al di là dello scempio generale, partire 9i e 13i, per poi arrivare 6i e 9i, è un “grandissimo risultato” viste le condizioni in cui vertiamo e viste le premesse.

    …certo non è quello che gradisco vedere ovviamente.

      • MotoreAsincronoTrifase

        Se massa, webber e rosberg (in qualifica) non avessero avuto problemi col cavolo che arrivavamo sesti. Prima di noi ci sono red bull, ferrari, mercedes e lotus che fanno gia’ 8 macchine. La lotta e’ con force india e toro rosso. Ma la mc laren ha capacita’ di ripresa sorprendenti e il fatto che mercedes non partecipera’ ai test la sett. prox fa ben sperare. Ma io preferirei si concentrassero sull’auto del tutto nuova del 2014 anzicche’ lottare per il quinto o sesto posto in classifica.

      • Caribbean Black

        Sfondi una porta aperta MAT…

        La realtà dei fatti è quella da te evidenziata, ci sono minimo 8 macchine davanti a noi, ed ogni volta che si fa risultato, è sempre perchè è venuto a mancare questo o quell’altro contendente.

        Anche la Force India ci è davanti a dirla tutta, perchè il solo fatto che ieri non abbia raccolto nulla, non si traduce necessariamente nel fatto che loro siano dietro di noi, anzi, la classifica parla chiaro…ci sono davanti anche loro oltre alle top 8 al momento irraggiungibili.

        Non concordo sulle nostre capacità di ripresa…è un luogo troppo comune, una leggenda metropolitana che scorre nei sottoborghi da troppo tempo…

        Un team come il nostro, che lotta spessissimo al vertice, ha la capacità di sfornare auto ottime o cmq performanti sin da subito, con la nota sgavorevole che troppo spesso, iniziano discretamente, poi si perdono, e poi, a volte, si ritrovano….”puntualmente” quando non c’è piu nulla in cui sperare.

        Possiamo ricordare la partenza a scempio del 2010, con 2 gare vinte in avvio di campionato grazie ai ritiri altrui, o a condizioni meteo che ci hanno giovato, per poi finire nell’oblio nella parte centrale (e piu importante del campionato) per poi rivenire fuori solo all’ultima gara, con un pilota fuori dalla lotta da 3 gare prima, e l’altro a 24 punti di distacco dal leader.

        O il 2011, nel quale ci hanno fatto credere di essere in seria difficoltà durante i test prestagionali, quando invece la difficoltà era esclusivamente legata al tentativo vano di provare un sistema di scarichi innovativo, con materiali particolari e vietati.

        Alla prima gara si vide immediatamente dove eravamo sin da subito con un sistema di scarichi piu convenzionale…loro lo sapevano, ma ci hanno venduto solo fumo….facendoci credere di essere in difficoltà, e definendo il tutto

        “miracolo tecnico”

        …ma i miracoli, nel motor sport, non esistono…esiste solo il duro lavoro…ed è quello che realmente fecero.

        Nel 2012…avvio strepitoso…auto validissima, sembrava quasi dovesse cannibalizzare il campionato in stile red bull, ma come al solito, la doccia fredda arriva dopo poco….parte centrale di campionato pietosa, buoi pesto, e risalita della china solo dopo la metà del campionato, per altro, con ritiri ed orrori da parte del box.

        Come non ricordare lo scempio 2009?

        Vada ben, che la banda del Buco fece scalpore…ma noi, neanche tornando al vertice vincendo un paio di gare, siamo stati capaci di mantenere il vantaggio riguadagnato, con costanza…vantaggio che per altro si è visto solo in 4 gare…un po troppo poche per poter definire “recupero tecnico” l’aver vinto qualche gara ed essersi piazzati bene in altre.

        Oramai è palese…ad oggi, il progetto è cannato, non possono piu prenderci in giro, questa bagnarola, non ha alcun potenziale nascosto, non vincerà neanche mezza gara in condizioni normali, non c’è nulla di tanto particolare ed innovativo sotto la scocca, come sosteneva a gran voce Martin ad inizio stagione…ed il bello di tutto cio, è che abbiamo speso gran parte del budget che doveva essere disposto per la prossima stagione…

        Insomma…a conti fatti, siamo di fronte all’inizio di un declino che andrà avanti ancora per molto….e con tutto l’ottimismo che posso metterci, l’arrivo dei giapponesi, anche se in esclusiva per noi, sono convinto che segnerà la fine dei nostri giorni di gloria….

      • MotoreAsincronoTrifase

        concordoinb parte, ma la mclaren e’ stata data per spacciata gia’ molte volte ma e’ sempre li. Ricordo ancora il tempo dei motori peugeut, che schifo ma con l’avvento di mercedes ecco una nuova era. La mc non e’ come la williams, e’ una multinazionale con gli sceicchi dietro che fa ottime supercar, non restera’ mai troppo indietro. Anche se non e’ ancora al livello di ferrari come prestigio, ci e’ molto piu’ vicina di quanto sembri.

  • salvolewis

    Ottimo risultato, ora dobbiamo solo migliorare anche se comunque spero e penso che si dedichino completamente al prossimo anno, portando solo qualche pezzo (magari per il prox anno) d’ora in avanti.

    • Caribbean Black

      Caro Salvo, io non vedo l’ora che finisca il rapporto di fornitura con i balordi ladri della mercedes…

      Non mi sarei mai sognato di dire una cosa del genere, visto che mercedes è la mia seconda casa automobilistica preferita in assoluto…soprattutto pensando anche al fatto che io i giapponesi non li posso soffrire….

      Arrivare a non vedere l’ora che il rapporto con mercedes finisca sapendo che arrivano i giapponesi, ti fa capire quanto ne ho piene le tasche di questi schifi!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!