Test Jerez, day 2: tutte le dichiarazioni dei piloti

29 gennaio 2014 20:53 Scritto da: Giacomo Rauli

Vi proponiamo le dichiarazioni dei piloti scesi in pista in questa seconda giornata di test invernali a Jerez de la Frontera

jenson-buttonLa seconda giornata di test invernali ha visto svettare la McLaren di Jenson Button, nonostante ieri il team di Woking abbia dovuto fare i conti con problemi tecnici che hanno impedito al britannico di scendere in pista.

Nonostante oggi sia stato il primo giorno di pista per la nuova vettura abbiamo potuto comprendere molto di ciò che può offrire la Mp4-29, ma anche il motore e il recupero di energia. Chiaramente siamo solo all’inizio, era il primo giorno e sappaimo che abbiamo tanta strada da dover fare per trovare i giusti compromessi sulla monoposto“.

Ora dovremo concentrarci per seguire i calendario prefissato e far crescere la vettura sin da domani. I test in Bahrain potrebbero dirci qualcosa di più su nostro potenziale ma non abbiamo alcuna fretta“. Oggi Button ha percorso centonovanta chilometri e ha staccato il miglior tempo di giornata. Domani invece ci sarà un cambio nel calendario piloti McLaren: della sessione mattutina rivedremo al volante Button, mentre al pomeriggio subentrerà Kevin Magnussen.

Al secondo posto della graduatoria odierna troviamo Kimi Raikkonen, con la nuova Ferrari F14-T. Il finnico si è dimostrato moderatamente soddisfatto di quanto realizzato nei primi due giorni di test.Ogni volta che scendiamo in pista impariamo nuove cose. Questa settimana non contano i tempi ma solamente riuscire a fare un buon numero di giri senza avere problemi e fortunatamente ci siamo riusciti in entrambi i giorni. La squadra lavora duramente e in Bahrain al prossimo test continueremo a migliorarci“.

Valtteri Bottas si è invece issato alle spalle del connazionale con la nuova Williams FW36, dimostratasi affidabile sin dai primi metri compiuti oggi.Questa settimana non abbiamo cercato e non cercheremo la prestazione. Questi test ci serviranno per vedere l’effettivo funzionamento di tutti i sistemi della nuova vettura. Oggi abbiamo compiuto qualche run sul bagnato, così abbiamo potuto ricavare dati dagli pneumatici intermedi, ma anche sulle slick. Oggi pomeriggio la pista era asciutta e ho avuto sensazioni positive. Sfortunatamente abbiamo finito la giornata qualche minuto prima perché ho avvertito un piccolo disturbo al retrotreno, ma i ragazzi del team hanno lavorato e lo hanno sistemato. Oggi abbiamo compreso meglio la vettura e credo che domani possa essere ancora meglio“.

Quarto posto per Nico Rosberg, sulla Mercedes W05. Il tedesco è stato lo stakanovista di giornata, avendo inanellato ben novantasette passaggi sul traguardo.Grande lavoro oggi! Il team ha risolto il problema di ieri al muso e oggi abbiamo potuto concentrarci sul lavoro di conoscenza della vettura senza riscontrare alcun intoppo. a vettura è molto diversa da quella vecchia, devo prendere confidenza, ma devo dire che mi sono trovato bene nel guidarla oggi. Il simulatore è stato molto importante perché mi ha permesso di prendere confidenza con i nuovi sistemi installati sulla W05. Non so in che posizione siamo rispetto agli altri team, ma possiamo essere contenti di quanto fatto in questi due giorni. Non vedo l’ora di tornare in macchina venerdì“.

Sergio Perez ha conquistato il quinto posto con la sua Force India VJM07.Oggi è stato un giorno molto più produttivo rispetto a ieri e abbiamo potuto fare molti progressi riguardo la comprensione della vettura. Abbiamo ancora molto da capire, soprattutto riguardo i nuovi sistemi di energia del propulsore Mercedes e saranno molto importanti i prossimi due giorni, quando guideranno la VJM07 Nico Hulkenberg e Daniel Juncadella. Avere più informazioni possibili sulla macchina sarà l’unico modo per arrivare al Gran Premio d’Australia in una buona situazione“.

Sesto posto per la Sauber C33 di Esteban Gutierrez, il quale lascerà il volante ad Adrian Sutil nelle ultime due giornate di test sul tracciato andaluso: “Oggi siamo stati in grado di fare tanti giri e ciò è molto positivo. Considerate le circostanze, è molto positivo aver fatto tanto chilometri oggi. Abbiamo trovato qualche problema nei vari sistemi, che abbiamo prontamente risolto, ma oggi non siamo stati in grado di spingere realmente. prima di trovare il limite, l’aspetto fondamentale sarà l’affidabilità“.

Penultima e ultima posizione per la Caterham del debuttante Marcus Ericsson e per la Red Bull di Sebastian Vettel.

Queste le parole del pilota Caterham:Oggi siamo riusciti a iniziare il nostro programma e a compiere undici giri. Avrei avuto bisogno di più giri, ma un problema ci ha fermati nel corso della giornata. Nel tempo passato fuori dalla vettura ho cominciato a stabilire un buon feeling con a mia squadra, i miei ingegneri e i miei meccanici“.

Vettel si è limitato a una breve frase poco prima di lasciare in anticipo il circuito: “Non abbiamo fatto molti giri in questi due giorni, ma è normale che accada quando hai tante nuove componenti“. Il tedesco lascerà il volante della RB10 a Ricciardo già domattina.

4 Commenti

  • Alessandro HAMALORAI

    Oggi tocca a Nando, speriamo che fili tutto liscio.

  • Non so come riuscite ad essere cosi tranquilli ed euforici a discapito dei motori renault..sicuramente possiamo essere soddisfatti del fatto che il nostro motore nn ci ha dato grossi grattacapi rispetto agli altri..ma io ho cone la sensazione,togliendo magari le prime gare,che red bull torni a spingere forte,poi cavolo rosberg ha percorso BEN 97GIRI!!!!c’e’ ancora molto da lavorare per noi,comunque sia forza kimi e ferrari

  • Ma come Seb?
    E’ normale per un team con le tue risorse far peggio di tutti, e girare anche meno dell’aspirapolvere verde con le ruote?
    Mi sa di no, sai… Soprattutto considerando che voi non vi siete concessi tregua mentre gli altri “alle 5 del pomeriggio vanno a mettere le palle ammollo”. Buffone.

  • Grandi dichiarazioni di Allison.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!