GP Malesia 2014: anteprima, meteo e orari del weekend

25 marzo 2014 07:27 Scritto da: Davide Reinato

Alla scoperta di Kuala Lumpur, del tracciato di Sepang e delle caratteristiche tecniche della pista. Include gli orari della programmazione TV su RAI e SKY.

Malesia - Sepang International Circuit

LA CITTA’ – La Formula Uno arriva a Kuala Lumpur, una delle città più dinamiche, moderne e cosmopolite della Malesia. Il suo nome significa “confluenza fangosa” e nasce a metà dell’Ottocento come villaggio di minatori, per lo più cinesi, che si erano stabiliti alla confluenza dei fiumi Kelang e Gombak. In poco più di un secolo, Kuala Lumpur è cresciuta in maniera vertiginosa fino a diventare nel 1957 la capitale del nuovo paese.

L’efficientissima monorotaia, i centri commerciali con l’aria condizionata regolata al minimo, o le Torri Petronas rappresentano di certo il lato tecnologicamente avanzato della città che però si fonde pienamente con le case a due piani della Chinatown, le bancarelle che vendono cibo in strada, i vecchi edifici in stile coloniale e il caos dei mercati che ne ricordano l’origine multiculturale. Gli anni ’80 e ’90 ne hanno segnato il boom economico ed edilizio, ma senza cancellare completamente il passato. Oggi, Kuala Lumpur conta 1,6 milioni di abitanti orgogliosi di mostrare differenze culturali e tradizionali di malesi, cinesi e indiani che, comunque, coesistono in modo pacifico rispetto ad altre realtà.

IL CIRCUITO – Il Sepang International Circuit è uno dei simboli dello sviluppo economico malese. E’ stato inaugurato nel 1999 ed è, obiettivamente, uno dei circuiti meglio riusciti al progettista Hermann Tilke. Presenta lunghi rettilinei, curve veloci in appoggio e qualche curva lenta: un mix perfetto che ha sempre regalato gare spettacolari, specie quando queste sono condizionate dalla pioggia. Il circuito di Sepang misura 5,5 chilometri e si compone di 15 curve, dieci a destra e cinque a sinistra, più due grandi rettilinei raccordati da un tornante finale. Le alte temperature, unitamente al tasso di umidità che raramente scende sotto l’80%, rendono la corsa una delle più dure di tutto il mondiale, sia per quanto riguarda l’affidabilità delle monoposto che per i piloti, costretti a vere e proprie saune quando si trovano all’interno dell’abitacolo delle loro monoposto.

Sepang è un circuito veloce, con una media di circa 210 Km/h in qualifica e diverse curve ad alta velocità. Queste accelerazioni rendono la trazione particolarmente importante. Poiché i team optano generalmente per un alto carico aerodinamico, gli pneumatici devono affrontare carichi laterali importanti, ma anche carichi verticali equivalenti a 830 Kg. Questa combinazione di forze determina il degrado termico e meccanico. Pirelli, per il Gran Premio della Malesia, porterà PZero Orange Hard (high working range) e PZero White Medium (low working range). La gomma anteriore sinistra è particolarmente sollecitata in Malesia: la temperatura del battistrada può arrivare fino a 120 gradi centigradi.

Ci si attende la pioggia a Sepang per l’intero weekend di gara e Pirelli è pronta ad utilizzare sia i Cinturato Blue Full Wet che le Green Intermediate. Come abbiamo visto in Australia, le nuove gomme da bagnato permettono di disperdere fino a 65 litri d’acqua al secondo per le nuove Full Wet, un aumento di 5 litri rispetto all’anno scorso, obiettivo raggiunto tramite un nuovo intaglio.

IL PARERE DI JEAN ALESI“La Malesia è una delle gare più difficili dell’anno, sia per i piloti sia per le gomme, ma se si mantiene un buon ritmo si può limitare lo stress sugli pneumatici. Il più grande nemico delle coperture in Malesia è il degrado termico. Dovrà ancora passare qualche gara prima di vedere tutto il potenziale di ogni squadra, il che rende la situazione molto interessante. L’altra cosa che ho sempre associato con la Malesia è la pioggia battente. Il modo in cui le gomme da bagnato sono evolute da quando guidavo io è incredibile: credo che nessuno avrebbe potuto prevedere il tasso di dispersione dell’acqua che è possibile raggiungere oggi. Il vero problema a Sepang sono le pozzanghere che, in caso di aquaplanning, possono far perdere il controllo della vettura. L’acqua alzata, inoltre, limita la visibilità dei piloti”.

BRAKE FACTS BY BREMBO – Il punto di frenata più difficile sul Sepang International Circuit è la curva uno, dove in soli 112 metri si deve rallentare la vettura dai 314 a 81 Km/h, facendo una pressione sul pedale di 115 Kg. I piloti vengono così sottoposti ad una forza di 4.9 G. Il circuito è di media difficoltà per l’impianto frenante e fa eccezione solo la prima e l’ultima frenata. Si tratta di staccate che, nonostante siano caratterizzate da decelerazioni prossime ai 5G, sono precedute da rettilinei molto lunghi duranti i quali è possibile raffreddare efficacemente il materiale d’attrito. Le maggiori criticità sono legate al corretto dimensionamento delle prese d’aria che devono consentire la gestione ottimale delle temperature di funzionamento dell’impianto frenante in tutti i tratti del tracciato.

IL METEO A SEPANG – Le temperute di Sepang si aggireranno costantemente sui 30 gradi centigradi con percentuali d’umidità molto alte che variano dal 60 fino al 90%. Nella giornata di venerdì ci si attende sole e molto caldo, anche se nel pomeriggio potrebbero esserci delle lievi pioggie a disturbare i piloti in pista. Discorso diverso per sabato mattina, quando dovrebbe attenderci un cielo sereno o poco nuvoloso, mentre per le qualifiche del pomeriggio sono attese pioggie e schiarite che potrebbero condizionare la formazione della griglia di partenza. Il rischio di pioggia intensa è previsto per domenica: la gara partirà alle ore 16 locali, proprio quando è previsto l’arrivo di precipitazioni moderate.

IL GRAN PREMIO DELLA MALESIA IN TV – Anche questo fine settimana, la piattaforma satellitare Sky trasmetterà – in diretta esclusiva – l’intero weekend della Formula 1. La RAI coprirà l’evento in differita, realizzando delle sintesi delle prove libere al venerdì, mentre qualifica e gara saranno trasmessi alle ore 14, orario italiano. Questo il quadro della programmazione per il GP a Sepang.

Venerdì 28 marzo 
Prove Libere 1 | 03:00 - 04:30 (Diretta BlogF1.it e Sky Sport F1)
               | 11:30 - 12:30 (Sintesi su Rai Sport 2)
Prove Libere 2 | 07:00 - 08:30 (Diretta BlogF1.it e Sky Sport F1)
               | 22:00 - 24:00 (Sintesi su Rai Sport 2) 

Sabato 29 marzo
Prove Libere 3 | 06:00 - 07:00 (Diretta BlogF1.it e Sky Sport F1)
Qualifiche     | 09:00 - 10:00 (Diretta BlogF1.it e Sky Sport F1)
               | 14:00 - 15:00 (Differita su RAi 2) 

Domenica 30 marzo
Gara, Sepang   | 10:00 (Diretta BlogF1.it e Sky Sport F1)
               | 14:00 (Differita su Rai 1)

 

41 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!