Honda si affida alla IHI per la costruzione della turbina

11 luglio 2014 11:41 Scritto da: Redazione

La Honda utilizzerà una turbina realizzata dal partner storico IHI. La nuova power unit sarà deliberata solamente a settembre e dovrebbe scendere in pista con la McLaren Mp4-29 H a novembre per un primo test.

Honda farà il suo ritorno in Formula 1 il prossimo anno e, secondo le prime indiscrezioni, ci sarebbero già dei lievi ritardi nello sviluppo della nuova power unit 2015.  Il layout del nuovo powertrain è ancora in fase di valutazione, tanto da avere diverse unità che stanno girando al banco con soluzioni tecniche molto diverse tra loro. Solamente a settembre verrà deliberata la versione definitiva: un compito importante e delicato per Kazuo Sakurahara – Direttore Tecnico di Honda – e il suo consulente di lusso, Gilles Simon, ex responsabile dei motori Ferrari e ed ex superconsulente alla FIA.

Secondo le indiscrezioni che arrivano dal centro ricerche di Sakura, la Honda starebbe preparando una power unit che punti soprattutto alle prestazioni. Un approccio diverso, dettato dal fatto che il successivo congelamento porterà a poter fare modifiche solo per migliorarne l’affidabilità. Il debutto della power unit dovrebbe avvenire intorno a novembre, su una McLaren Mp4-29 H, una sorta di vettura laboratorio che segnerà l’inizio della nuova era a Woking.

Così come Renault e Ferrari, Honda si è affidata ad un partner esterno per la realizzazione della turbina: si tratta dello storico partner IHI, mentre per gli iniettori il fornitore sarà Magneti Marelli. Secondo quanto riferiscono diverse fonti vicine al costruttore giapponese, l‘approccio per la progettazione della turbina sembra essere più legato a quello aeronautico, piuttosto che a quello automobilistico dove si preferisce avere giranti di piccole dimensioni per ridurre al minimo il ritardo di risposta.

Mentre la progettazione e la costruzione avviene nella sede di Sakura, un modernissimo Centro Ricerche quasi esclusivamente concepito per la Formula Uno, la gestione dei motori che saranno forniti alla McLaren sarà effettuata nella sede che si sta allestendo a Milton Keynes, proprio a due passi dalla sede della Red Bull.

26 Commenti

  • Per la Honda c’è un anno di svantaggio perché renault e Ferrari ma anche Mercedes potranno cambiare circa il 90 % del termico e dll’ elettrico con l’ esperienza in pista di 19 gp del 2014

  • Caribbean Black

    mmm componenti minimizzate per ottenere risposte piu tempestive?

    ….mi sa che vedremo motori H arrosto molto spesso…..

    • A me sembra un modo per pararsi il di dietro in caso di eventuale inaffidabilità della loro P.U…
      però una cosa forse l’hanno capita, cioè fare un motore che offre prestazione perché tanto la FIA concede deroghe per quanto riguarda l’affidabilità…forse si sono fatti furbi questa volta.

  • è un suono di m***da

  • x FABOETTO:

    Esco fuori argomento ma mi piacerebbe leggere la tua opinione al riguardo dell’abolizione del FRIC.

    Questa messa al bando potrebbe secondo te far si che la W05 possa avere ripercussioni magari anche a livello di degrado gomme ?

    Secondo ma mia opinione non potendo più contare sul sistema di sospensioni interconnesse FRIC bisognerà giocoforza rivedere certi parametri, come il Set up meccanico comprensivo di altezze da terra della vettura.
    I parametri sull’utilizzo degli pneumatici potrebbero variare.

    Cosa pensi ?

    Grazie.

    • Penso che hai ragione, ma dipenderà dal circuito e dalle disconnessione dello stesso, per esempio sarà utile capire come reagiranno le vetture sui cordoli.
      Credo comunque che ci rimetteranno più i top team rispetto ai piccoli ma roba di 3 decimi il fric lo avevano tutti forse solo la Caterham no.
      Il degrado gomme è proprio il punto focale sia per Mercedes che per RB.

      • Infatti lo credo anch’io, tutto si giocherà sul degrado gomme, visto che già lo scorso anno in Mercedes con l’ottimizzazione del FRIC, rispetto alle stagioni precedenti, risolsero in parte il cronico problema dell’eccessivo degrado degli pneumatici.
        Certo è che sè la W05 dovesse continuare a dominare come nelle prime 9 gare Lauda e Wolff avrebbero di che essere soddisfatti.

  • Non riesco ancora a capacitarmi del vantaggio Honda di sviluppare un motore fino ad adesso vedendo tutti gli errori degli altri..sicuramente il concetto di base non possono sbagliarlo..

    • Il motore Honda doveva essere al banco già da settembre 2013 o non rientri con i tempi, puoi fare qualche modifica, ma parti con un tuo progetto, copiare è difficile, non impossibile, ma la Mercedes è molto attenta a non lasciare possibilità alla Honda di sbirciare nulla di utile.
      Disegnare un motore, testarlo e realizzarlo prende molto molto tempo, uno complesso come quello della F1 attuale, avendo le idee molto chiare almeno due anni minimo, non vedo i gran vantaggio non averlo sviluppato in pista.

      • Federico a 200

        la honda sta gia provando a banco 4 motori di diversa concezzione…a settembre ci sarà la versione definitiva e ufficiale.

  • Comunque la IHI è stata acquistata dalla Mercedes… Quindi stesse turbine della Mercedes.

    • No Fabietto, la IHI aveva un rapporto di collaborazione fino a poco tempo fa con la Daimler ma non collaborano più da qualche tempo.
      Adesso in Mercedes provvedono da soli a realizzarsi anche l’intero Turcompressone.

      • Ah ero convinto di aver letto che la mercedes avesse acquisito la IHI per farsi le turbine in loco, sarà un discorso di brevetti forse, anche perché costruire un gruppo turbocompressore senza know how è molto difficile.

      • No Fabietto l’ho letto in rete, a Brixworth hanno realizzato in proprio il gruppo-Turbocompressore, ma si avvalgono anche dei banchi prova in Germania.

      • Ho fatto una ricerca in rete e sia omnicorse che altri siti riportano la notizia che la Mercedes ha acquisito la IHI. Comunque penso sia più plausibile che abbiano acquisito i brevetti.
        Comunque non cambia nulla era solo una curiosità.
        Vado a pranzo ciao Davide

      • Ciao Fabietto…..buon pranzo.

  • dal suono sembra un ottimo aspirapolvere

  • Ma ci rendiamo conto delle ricadute sulle auto di serie, nei prossimi 10 anni?!
    Se penso a queste tecnologie sulle auto di tutti i giorni mi consolo delle gare noiose (non tutte peraltro) e del monopolio Mercedes!

  • Quindi preferiscono reattività a potenza?
    Penso che comunque non siano dei polli e troveranno il loro compromesso ideale.

    • Credo che in realtà sia il contrario: in campo aeronautico del transitorio te ne importa relativamente poco, mentre in campo automobilistico è fondamentale.
      Quindi la Honda, ispirandosi più al campo aeronautico, parrebbe privilegiare la potenza rispetto alla reattività.
      Questo al netto della parte elettrica, che potrebbe anche cambiare le carte in tavola…

      • Credo che reattività e potenza siano il risultato che otterranno con turbine areonautiche. La mia impressione è che considerata la presenza della parte elettrica loro considerano di avere sempre la turbina ad alti regimi di rotazione o perlomeno che il suo moto sia sempre supportato dalla parte elettrica per cui non accettano il compromesso di avere una girante più piccola ( necessaria per avere meno inerzia e poter quindi avere una risposta più rapida ) ma valutano di poter avere la botte piena e la moglie ubriaca…grande girante con reattività o costanza grazie alla parte elettrica. Secondo me la loro valutazione è fatta proprio perchè la parte elettrica esiste, probabilmente non avrebbe senso altrimenti
        Ciao, Stefano

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!