Ungheria, che spettacolo! Vince Ricciardo davanti ad Alonso

27 luglio 2014 16:34 Scritto da: Davide Reinato

Daniel Ricciardo riesce a vincere il Gran Premio d’Ungheria, davanti alla Ferrari di Fernando Alonso e alla Mercedes di Lewis Hamilton, in rimonta dall’ultima posizione.

podio-ungheria-2014

Se siete rimasti al mare, pensando che anche oggi avremmo assistito ad un’altra gara noiosa, sappiate che avete fatto un grosso errore. Il Gran Premio d’Ungheria è stato uno dei più emozionanti della stagione, con colpi di scena dal primo all’ultimo giro. Daniel Ricciardo è andato a conquistare la sua seconda vittora in Formula 1, sorpassando Hamilton e Alonso durante gli ultimi giri di una corsa adrenalinica.

A pochi chilometri dalla bandiera a scacchi,  Alonso sembrava ormai destinato ad interrompere il digiuno di vittorie che dura da 15 mesi, ma alla fine ha trovato sulla sua strada uno strepitoso Ricciardo che – con gomme Soft più fresche – si è sbarazzato della Mercedes di Hamilton e della sua Ferrari, involandosi verso la vittoria.

Il sorriso di Ricciardo ce lo porteremo come foto ricordo per l’intera estate, fino al prossimo appuntamento di Spa-Francorchamps. Ma non possiamo certo ignorare la gara fenomenale che Fernando Alonso è riuscito a costruire, sfruttando soprattutto la fase iniziale su pista umida e con safety car per agguantare il podio. Applausi anche per Lewis Hamilton: partito dalla pit-lane, è finito fuori nel corso del primo giro ma, nonostante tutto, è riuscito a recuperare fino al terzo posto, beffando anche il compagno di squadra.

Rosberg non è affatto contento del risultato odierno, nonostante la quarta posizione conquistata che gli consente di rimanere in testa al mondiale. Partito dalla pole position, il tedesco della Mercedes ha accusato un problema ai freni con il quale ha dovuto convivere per l’intera durata della corsa, ma la sua prestazione è stata condizionata anche da una strategia un po’ particolare. A 14 giri dalla fine, Nico è dovuto rientrare per il cambio gomme, costringendosi poi a giri di qualifica che non gli sono comunque serviti a superare il rivale per il campionato.

Non sono mancate le emozioni oggi, per via degli incidenti. Sergio Perez ha perso la vettura in uscita dall’ultima curva, distruggendo la sua Force India contro il muretto dei box. La stessa identica manovra l’ha fatta Vettel, ma ha avuto decisamente più fortuna, considerando che il tedesco ha solo sfiorato le protezioni. Hanno terminato la loro gara a muro anche Ericsson (Caterham) e Grosjean (Lotus).

GP UNGHERIA 2014 – RISULTATI DELLA GARA

Pos  Driver             Team/Car                  Time/Gap
 1.  Daniel Ricciardo   Red Bull-Renault      1h53m05.058s
 2.  Fernando Alonso    Ferrari                      +5.2s
 3.  Lewis Hamilton     Mercedes                     +5.8s
 4.  Nico Rosberg       Mercedes                     +6.3s
 5.  Felipe Massa       Williams-Mercedes           +29.8s
 6.  Kimi Raikkonen     Ferrari                     +31.4s
 7.  Sebastian Vettel   Red Bull-Renault            +40.9s
 8.  Valtteri Bottas    Williams-Mercedes           +41.3s
 9.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Renault          +58.5s
10.  Jenson Button      McLaren-Mercedes          +1m07.2s
11.  Adrian Sutil       Sauber-Ferrari            +1m08.1s
12.  Kevin Magnussen    McLaren-Mercedes          +1m18.4s
13.  Pastor Maldonado   Lotus-Renault             +1m24.0s
14.  Daniil Kvyat       Toro Rosso-Renault          -1 lap
15.  Jules Bianchi      Marussia-Ferrari            -1 lap
16.  Max Chilton        Marussia-Ferrari            -1 lap

Retirements:

     Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari             33 laps
     Kamui Kobayashi    Caterham-Renault           25 laps
     Sergio Perez       Force India-Mercedes       23 laps
     Nico Hulkenberg    Force India-Mercedes       15 laps
     Romain Grosjean    Lotus-Renault              11 laps
     Marcus Ericsson    Caterham-Renault            8 laps
Drivers' championship:
 1.  Nico Rosberg       202
 2.  Lewis Hamilton     191
 3.  Daniel Ricciardo   131
 4.  Fernando Alonso    115
 5.  Valtteri Bottas    95
 6.  Sebastian Vettel   88
 7.  Nico Hulkenberg    69
 8.  Jenson Button      60
 9.  Felipe Massa       40
10.  Kevin Magnussen    37
11.  Sergio Perez       29
12.  Kimi Raikkonen     27
13.  Jean-Eric Vergne   11
14.  Romain Grosjean    8
15.  Daniil Kvyat       6
16.  Jules Bianchi      2
17.  Adrian Sutil       0
18.  Marcus Ericsson    0
19.  Pastor Maldonado   0
20.  Esteban Gutierrez  0
21.  Max Chilton        0
22.  Kamui Kobayashi    0

Constructors' championship:
 1.  Mercedes              393
 2.  Red Bull-Renault      219
 3.  Ferrari               142
 4.  Williams-Mercedes     135
 5.  Force India-Mercedes  98
 6.  McLaren-Mercedes      97
 7.  Toro Rosso-Renault    17
 8.  Lotus-Renault         8
 9.  Marussia-Ferrari      2
10.  Sauber-Ferrari        0
11.  Caterham-Renault      0

183 Commenti

  • Sono d’accordo con Lauda. Hamilton ha fatto bene. D’altronde se pensi che una strategia sia più veloce ma prevede una sosta in più devi sempre considerare il traffico, e devi superare anche il tuo compagno se (e dico se) stai lottando con lui per il mondiale. Perché se Rosberg passava probabilmente riusciva a prendere qualche secondo di vantaggio prima della sua ultima sosta e conseguentemente a fine gara sarebbe arrivato da Hamilton molto prima, complice ovviamente il “tappo” di Alonso. E’ un’ordine che poteva influire molto. Quindi pur essendo un Rosberghiano dò ragione a Lewis e spero che la prossima volta Nico si svegli e sia più aggressivo anziché aspettare ordini vari. Questo avrebbe sicuramente fatto Hamilton, che da questo punto di vista rimane ancora superiore.

  • Che il team radio di Hamilton fosse fuori luogo è cosa certa. Ma che questo sia il segnale di un complotto è falso.
    In Mercedes hanno più volte sottolineato di volere la certezza matematica del titolo costruttori. A loro interessa poco chi dei due piloti vinca il titolo e credo che il loro totale disinteresse si rispecchi proprio in quel team radio.
    D’altronde non è colpa della Mercedes se a Hamilton prende fuoco la macchina o esce fuori alla prima curva. Anche Rosberg ha avuto problemi di affidabilità in gara. E Non si può negare che se Hamilton avesse fatto passare Rosberg, avrebbero fatto altri punti in più piazzando le auto in una probabile seconda e terza posizione, se non meglio.

    Detto questo, se Hamilton l’avesse fatto passare, avrei smesso di guardare la F1 per quest’anno. Certe cose non si possono sentire.

    • Inoltre a Barcellona se non sbgalio fu dato l’ordine a Rosber di NON superare il compagno e di congelare le posizioni. Non esiste nessun complotto.

      • quest’ordine di cui parli te lo stai inventando di sana pianta, a barcellona non ci fu proprio nessun ordine, semmai ci fu l’ordine di non usare l’overtaking

      • Di fatto è stato un ordine che ha congelato le posizioni. Sempre ordine di scuderia è stato.

  • Certo che si accumulano problemi poco comuni e direi “strani” per una scuderia come la mercedes : un disco di freni che si rompe in qualifica in germania, adesso la perdita di benzina… insomma problemi che puo avere magari la caterham ma non la mercedes. E questo che alimenta il sospetto, anche perché questi problemi grossolani capitano sempre a Lewis. Mi piacerebbe poter leggere i pensieri di Lewis, ma forse anche lui ha il sospetto!

  • Francesco_Kimi

    Se c’è qualcuno che ieri ha fatto una gara spaziale quello è Alonso senza se e senza ma, ricordiamo che la Ferrari è 1.5 secondi più lenta della Mercedes e circa 6/7 decimi rispetto la Red Bull. Ha tenuto dietro Hamilton per oltre 30 giri facendo una gara spaziale. Inoltre con condizioni difficili avere la macchina spaziale aiuta la rimonta quindi non ci vedo nulla di speciale aver fatto terzo. Vi ricordo che nel 2006 fernando alonso in questa pista partiva diciassettesimo e dopo 30 giri aveva un vantaggio di 30 secondi sul secondo il tutto senza una Mercedes, oppure le rimonta di kimi nel 2005 che vinceva le gare partendo tra gli ultimi e senza drs

    • tu sei proprio senza vergogna, sabato dopo che hamilton prendeva fuoco dicevi che avrebbe fatto fatica ad entrare nei 10, ora dici che ha fatto il compitino, devo ammettere che il modo in cui screditi ogni gara di hamilton ha del commovente. in un circuito del genere sia che hai la macchina spaziale sia che non ce l’hai se parti dalla pit lane e finisci terzo facendo quasi metà gara con le medie che erano più di un secondo meno performanti delle soft vuol dire che hai fatto una gara monstre, nulla di speciale rotfl. peraltro le condizioni difficili ci sono state solo ad inizio gara quando erano tutti su intermedie, poi si è corso sempre sull’asciutto, cioè ma renditi conto, non sai proprio di cosa vai parlando.

  • Gara spettacolare, alla ventinovesima edizione dell’altrimenti noto Soporifering mi sono divertito alla grande! Visto che funziona lancerò i medesimi strali verso Singapore o Abu Dhabi, chissà mai…
    Comunque quoto elGuapo, quando le strategie sono variegate a causa di diverse valutazioni su rendimento e durata delle gomme vengono fuori spesso gare scoppiettanti.

  • Ferrarista Sfegatato

    Questa Formula 1 in termini puramente tecnici sta secondo me definitivamente esplodendo ! Insomma nelle ultime 3 gare abbiamo visto corse assolutamente spettacolari e non solo nei sorpassi … Finalmente torniamo a vedere controlli al limite, errori e naturalmente sorpassi che non sono assolutamente artificiali visto che ieri alonso nonostante tutto è riuscito a tener dietro hamilton con una macchina molto meno performante ! Penso che che con queste vetture la qualità del pilota conti molto di più rispetto al passato, se si eliminasse anche la regola dei 100 kg di carburante sarebbe perfetto !

  • Il team radio di ieri in effetti farebbe pensare che vogliano favorire nico, un ordine del genere a questo punto del campionato in una gara come quella di ieri è davvero insensato, però continuo a non capire che senso abbia spendere certe cifre per un pilota del calibro di hamilton per poi favorire deliberatamente il compagno, allora spendi meno, prendi una seconda guida…..

  • contebaracca

    Gran bella gara … figlia della pioggia che ha mandato i forti dietro con le safety car .
    Dopo ovviamente arriva lo spettacolo ma non si può sperare che accada tutte le domeniche. ..peccato.

    • non dimentichiamo le gomme… ieri lo show secondo me c’è stato perchè sono saltati tutti i parametri del venerdì. Le soft rendevano più delle medium, qualcuno c’ha provato ed i fatti gli hanno dato più che ragione.
      Aggiungiamo i problemi ai freni della coppia mercedes, et voilà il gp più spettacolare dell’anno, su una pista dove storicamente non si sorpassa.

  • scranman ti hanno rubato l account o hai davvero scritto un commento pro lewis??

  • SONO CONTENTO che in tanti hanno capito come “gira il vento” in casa Mercedes, sè c’è un Pilota che deve vincere il Titolo questo è il Signorino Biondino, non sò per quale losco motivo ma purtroppo è la verità e oggi ne è la prova lampante e a questo punto mi sorgono seri dubbi che l’episodio di ieri (macchina in fiamme in Q1) sia frutto di qualche strategia studiata a tavolino e atta a favorire il Sig. Rosberg.
    Complimenti ai Sig. Lowe, Wolff e Lauda…..E COMPLIMENTI ALLO STILE MERCEDES…..

    • Dai però non esageriamo, favorire un pilota per il mondiale può anche starci… fare in modo che una delle tue monoposto prenda fuoco con tutto quello che costa in termini di soldini e lavoro è un’altra!

    • La mia idea e’ questa, la mercedes come team puntava a vincere.
      L’ordine e’ partito per quello , a loro della lotta tra i due piloti interessa poco e nulla.
      Perche’ tanto i titoli arriveranno lo stesso.

      Vogliono mettere il nome mercedes davanti , battere record di vittorie ecc ecc.
      Schiacciare gli avversari come, hanno fatto ai mondiali con il Brasile.
      Dar via libera a rosberg avrebbe aumentato le possibilità di vittoria, inserendo anche Rosberg nella lotta, finale.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!