Williams, quarto podio stagionale ad opera di Bottas

24 agosto 2014 18:58 Scritto da: Redazione

Al GP del Belgio, è ancora Valtteri Bottas a tenere alto l’onore della Williams. Il finlandese conquista il quarto podio della sua carriera.

Bottas Silverstone 2014

La Williams sale sul podio del Gran Premio del Belgio e, anche questa volta, lo fa con il giovane Valtteri Bottas. Con Massa letteralmente naufragato a centro gruppo, Bottas ha preso il controllo della situazione ed ha conquistato il quarto podio nelle ultime cinque gare.

“Il team ha fatto veramente un ottimo lavoro”, ha ammesso il pilota finlandese, visibilmente soddisfatto. “Un altro podio, il quarto in carriera e per noi in questa stagione. Siamo decisamente sulla strada giusta. Siamo a caccia della vittoria per questa stagione, ma se continuiamo così potremmo raggiungerla. Vincere sarà il passo più complicato, ci serve un po’ di fortuna, perché la Mercedes è davvero molto forte e la Red Bull è altrettanto veloce. Oggi non siamo riusciti ad attaccare Ricciardo ma, ribadisco, siamo sulla strada giusta”.

La strategia studiata dalla Williams ha avuto un ruolo fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo: “Devo dire che siamo rimasti sorpresi dal passo della Red Bull, mentre sapevamo che le Mercedes erano piuttosto lontane. La nostra gara era parzialmente compromessa dopo la brutta partenza e ho perso tempo dietro ad altre macchine. Poi però ho fatto qualche buon sorpasso e un bel pit-stop. La buona strategia ha fatto il resto, perché ha permesso di recuperare posizioni e finire sul podio”, ha sottolineato Bottas in conferenza stampa.

Decisamente più sfortunato Massa, impantanatosi per tutta la gara a centro gruppo per un problema con la sua vettura, causato da un pezzo di pneumatico perso da Hamilton, dopo la sua foratura, all’iniziodella gara. “Purtropo alla partenza ho avuto un pezzo di gomma perso da Hamilton bloccato nel fondo della vettura. Ero molto lento e solo quando è stato rimosso, dopo il secondo pit-stop, sono tornato sul mio passo: ero quasi tre secondi più rapido, ma a quel punto non potevo più fare nulla. Sono molto deluso, ma mi auguro che a Monza la mia fortuna girerà e sarò in grado di portare la vettura in una posizione migliore”.

6 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!