Marchionne a Barcellona: “Futuro da costruire con umiltà”

21 febbraio 2015 14:09 Scritto da: Antonino Rendina

Il presidente della Ferrari è piombato in Catalogna per seguire la squadra e ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni alla stampa.

TEST PRE-CAMPIONATO F1/2015

Maglioncino scuro d’ordinanza e sciarpa, nessun cappotto nonostante il fresco di Montmelò; è il solito Sergio Marchionne, risoluto negli intenti e deciso nelle dichiarazioni:

“Stiamo facendo tutto quello che va fatto, seguendo il percorso necessario. Il team sta lavorando bene ma dobbiamo aspettare la prima gara. Era essenziale ricreare un buon equilibrio nel team, questo è il frutto di una pianificazione iniziata mesi fa, i riscontri positivi sono i primi risultati di un gruppo che ha i mezzi e le capacità per risollevarsi. Ci vuole solo un po’ di tempo…vorrei che la Ferrari venisse giudicata al Gp di Spagna, quando torneremo qui durante la stagione. Quella sarà la vera Ferrari”.

Incalzato sull’operazione simpatia che la squadra – secondo alcuni – starebbe portando avanti, Marchionne ha così ribattuto:Non si tratta di un’operazione simpatia; la Ferrari può essere criticata, ma resta un marchio straordinario, che storicamente ha sempre avuto un rapporto favoloso con i propri tifosi. Noi puntiamo a ristabilire quel rapporto, sono stati anni sfortunati, dobbiamo recuperare la fiducia del nostro pubblico. E’ un futuro vincente da costruire con la dovuta umiltà”.

Non poteva mancare un commento a “breve termine”, ovvero sullo spettacolo in pista in questi giorni, sulla Ferrari SF15-T di adesso: “Non è cambiato niente rispetto a dicembre, siamo sempre realisti. Andiamo avanti per la nostra strada, adesso i tempi sul giro sembrano buoni, ma non sappiamo che gioco stanno facendo i nostri avversari, se si nascondono. A dire il vero, siamo sereni per l’interpretazione della FIA sulla norma relativa ai gettoni per il motore. Poter intervenire – nei limiti – sul motore durante la stagione per noi è davvero importante”.

Da quest’ultima dichiarazione si evince – ed è l’ennesima conferma in merito – che la Ferrari non utilizzerà per Melbourne tutti i tokens (32 pari al 48% dell’unità) consentiti dal regolamento per le modifiche alla PU.

6 Commenti

  • due ani fa ero scito in blog con nome xhim.. ma mi hano cancelato perche scrivevo che la red bull era tropo forte per la ferrari poi qualquno mi diceva tu che sai tutto prossimo ano (prendendomi in giro) chi fa il mototre migliore riferendosi 2014 .ho deto mercedes peche ha piu soldi e prendera i uomini migliori per fare.mi hano cacelato senza dire parolace ialtri quo scrivevano tutto e di piu per vettel marco . adeso dico che se la mercedes si impegna per vincere la ferrari non puo rangugerla perche e un costrutore che registra breveti tutti ggorni .le regole sui motori sono per farla ragungere dai altri perche se era tutto libero ne ferrari ne rb non potrano fermarla mai solo i altri costrutori tedeschi potrano rangungerla (bmw audi porche)

  • contebaracca

    Beh la Ferrari è la grande vecchia del circus ma i suoi nipoti Williams e Mclaren sono da considerarsi piloni portanti di questa f1, essendo gli unici vecchi e grandi avversari sopravvissuti dai tempi delle scintille in pieno rettilineo gomma contro gomma, quando i piloto oltre ad essere piloti erano gladiatori.
    Loro tre c erano ..
    Ferrari Mclaren e Williams!

  • Che sia un bel campionato, nonostante tutto.

  • Le mercedes penso restino le vetture di riferimento per tutti, io firmerei subito per lottare ad armi pari con RB e williams, e spero anche di vedere una mecca a giocarsela con noi, dopo tutto Ferrari e Mecca sono la storia della F1 e spero ridiventino anche il presente.
    Un saluto particolare a Carribean.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!