Un solo punto non basta a Schumi

26 marzo 2012 11:11 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Si chiama Michael Schumacher e la decima posizione non è la sua. Non è la sua per i mondiali che ha vinto, per le cose belle che ha fatto vedere in passato a Sepang, per il grande potenziale che ha fatto vedere in queste prime due prove la sua Mercedes.

Potenziale che purtroppo è rimasto soltanto tale, visto che le gare del Kaiser finora si sono interrotte nelle primissime fasi, concludendosi almeno in questa occasione con la conquista di un punticino.

Contatto al via e gara subito compromessa: “Partivamo da una posizione che doveva darci molto di più, ma l’incidente ha rovinato tutto. Non posso essere contento“.

E la pioggia, sotto la quale si è reso protagonista di immense prestazioni qualche anno fa, non ha certo aiutato: “La corsa andava sospesa, non si vedeva nulla e già restare in pista diventava fondamentale. Ma la ripartenza non ci ha favoriti, non avevamo il passo giusto per recuperare posizioni“.

La ricetta per migliorare in futuro? “Colmare il gap tra le qualifiche e la gara: quello che si vede al sabato deve essere confermato alla domenica per raccogliere punti. Ma sono sicuro che la squadra lavorerà per ottenere tutto questo“, conclude Michael.

Di sicuro qualche briciolo in più di sfortuna non ha agevolato l’inizio di campionato del tedesco, che si ritrova con un pugno di mosche dopo le ottime cose fatte vedere durante le prime qualifiche.

Eppure la Mercedes c’è, si tratta di superare qualche piccolo problema di gioventù…in molti possono già scommettere sul ritorno di Schumi, e probabilmente la nostalgia diventerà realtà molto presto.


13 Commenti

  • Ho parlato di serbatoio pieno…più propriamente dovevo parlare dei giri dal decimo in poi. All’inizio la macchina sembra andare decentemente, almeno fino a che le gomme reggono…

  • Ho visto i tempi del gran premio della Malesia. Schumacher è stato disastroso a serbatoio pieno e gomme intermedie, negli ultimi dieci giri con serbatoio vuoto e gomme slick è andato come Hamilton e Alonso, più piano di Raikkonen, Webber e ovviamente Perez.
    Quindi dico che il mancato utilizzo del DRS è solo una parte del problema: la verità è che la Mercedes consuma molto le gomme e ha grosse carenze di passo con serbatoio pieno.
    Su quanto sia facile risolverlo, questo problema, non saprei: il fatto che a serbatoio vuoto la macchina mostri una buona prestazione è un buon punto da cui partire, gli anni scorsi mi pare che ci fossero meno margini di manovra. Io sono moderatamente ottimista, ma certo il terreno da recuperare è considerevole.

    • Evidentemente, se il problema è la prestazione a serbatoio pieno, una strategia con un cambio gomme in più non sposterebbe di una virgola la situazione. Come dimostrato peraltro dalla gara di Rosberg di domenica scorsa (correggetemi se sbaglio, ma mi pare abbia cambiato le gomme una volta in più).

  • Caribbean Black

    La ricetta per migliorare in futuro?

    “Colmare il gap tra le qualifiche e la gara: quello che si vede al sabato deve essere confermato alla domenica per raccogliere punti.”

    …purtroppo, questo non è possibile, a meno che non lascino libero l’utilizzo del DRS anche in gara.

    Al momento le amg mercedes, offrono in qualifica una prestazione “fasulla” in quanto viziata dal congengo F-Duct passivo utilizzato a sproposito nelle qualifche.
    Per cui, non c’è un “reale” gap tra qulifica e gara, c’è un gap falsto dal congegno, e poi, c’è un’evidente problema id consumi eccessivi delle gomme, problema che non ha nulla a che vedere con le prestazioni in pista.

    Secondo me devono concentrarsi su questo problema, magari come detto, con una sosta in piu in gara….e solo poi guardare alle prestazioni, che di conseguenza verrebbero da se.

    • non sono d’accordo, a sentirti pare che la Mercedes grazie all’f-duct guadagi qualcosa tipo 1 secondo al giro, cosa che per quanto mi riguarda è assolutamente al di fuori dalla realtà, poi non capisco il discorso strategia aggressiva facendo una sosta in più…era vero in epoca rifornimenti, ora con lo stesso carico di benzina una sosta in più equivale al tempo impiegato a fare una sosta in più.

      • Caribbean Black

        non un secondo….ma mezzo si, eccome.

        Beh non sarei d’accordo su quel che dici.

        L’anno scorso in cina hamilton con una sosta in piu ci ha vinto la gara.
        E’ chiaro che poi non puoi optare sempre per la sosta in piu, ma in alcuni circuiti credo sia possibile.
        Inoltre, ho anche detto che “potrebbe” essere performante farne una in piu, ma non l’ho dato per scontato.

      • dunque, sull’effettivo vantaggio dell’f-duct (attenzione non metto in dubbio l’effettivo vantaggio che ovviamenteda ma solo la “quantità”) ho qualche riserva, ma non ho nemmeno gli strumenti necessari per poterlo quantificare, mi spiego, in fase di accelerazione in uscita da una curva conta la trazione e questo si stema ti da tanto più vantaggio quanto più si va a tendere alla velocità di punta, inoltre andrebbe pure quantificata in termini di km/h in più che realmente ottieni, chiaro che calcolatrice alla mano supponendo di percorrere 2km alla massima velocità avendo 5km/h di punta in più ottieni un vantaggio di 5 decimi.
        Magari tra un paio di GP (sperando che siano più lineari rispetto ai primi 2) potrò farmi un po’ un’idea.

        Per analizzare questo Gp, mi sono basato sui tempi sul giro in qualifica e in gara (solo con l’ultimo treno di gomme ovvero le medium per i più).

        Dunque, l’ultimo stint di gara di Schumi, se vai a vedere è molto simile a quello di Hamilton o di Alonso, e il gap tra il tempo in qualifica e il miglior giro in gara è in linea con quello degli altri sui 5 secondi, quello che posso dedurre io e francamente me lo auspico, ho la sensazione che in condizioni di asciutto, siano riusciti a risolvere almeno in parte i problemi di degrado.

        Ovviamente sono confronti che non possono essere attendibili a 100%, anche perchè a causa del cambio non ho un confronto da estendere al GP dell’aAustralia, aspettiamo la prossima gara sull’asciutto e vedremo.

      • mi sono dimenticato di risponderti sulla Cina, è vero, ma l’anno passato tra una mescola e l’altra c’era un gap decisamente più grande, in certi casi a anche di 1″ e 30, quest’anno non è così, lo dimostra Perez che montava le Hard in gara, e Vettel che ha fatto un tempo di 4 decimi superiore a quello di Hamilton con le Hard in qualifica.

  • Una certezza c’e’ in Mercedes quest’anno .. ed e’ che Schumacher “is back” … si è integrato nella F1 dei ragazzi prodigio e dei volanti da playstation alla grande, non ha paura di chi ha quasi la metà dei suoi anni ed è addirittura il miglior interprete dei congegni moderni vedi DSR e KERS nelle qualifiche dove nonostante abbia una macchina non superiore alle altre, anzi riesce ad avvicinarsi con non troppo sforzo e costantemente alle posizioni alte della griglia … la McLaren in qualifica almeno e’ stratosferica bilanciatissima e Hamilton è al massimo del suo talento al sabato. Ma Schumacher e’ li a pochi decimi … e spesso piu’ veloce in alcuni settori … tanto di cappello sperando che il team riesca a dargli una vettura piu’ affidabile e clemente con i pneumatici.

  • Non capisco perchè in Mercedes non programmino direttamente una sosta in più, tanto per arginare momentaneamente il problema.

    Sia Nico che Schumy sono ampiamente in grado di tenere ritmi alti per tutta la durata del gp, sopratutto Michael , non serve ricordare quante gare ha vinto facendo una sosta in più degli altri in passato.

    Magari non vinceranno, ma almeno si metterebbero in luce invece che sprofondare lentamente e inesorabilmente verso il centro classifica.

    • Caribbean Black

      Infatti ostix, lo dissi anche io l’anno scorso, però credo che in mercedes non si programmi una sosta in piu, perchè cercano di venire a capo dei problemi in gara, analizzando i responsi che la pista da nel passo gara.

      Evidentemente nelle libere provano delle soluzioni che cercano di risolvere il problema che li affligge da stagioni, e poi in gara ne analizzano il responso.

      Ad ogni modo, proprio pechè son 2 anni che non riescono a trovare una soluzione, tanto vale optare per una strategia aggressiva con una sosta in piu.

  • be la vedo dura risolvere un problema che non hanno risolto dall anno scorso anche sul bagnato il degrado era enorme però vedremo non si sa mai

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!