La Rossa c’è: step Evo in Canada, ma Massa preoccupa

16 maggio 2012 12:14 Scritto da: Antonino Rendina

In testa al campionato, per la Ferrari adesso la parola d’ordine è tenere duro, giocandosi la  partita a scacchi con Newey e Co. in fabbrica, dove si lavora alacremente per migliorare questa perfettibile F2012.

Le modifiche ad alettoni, fondo e soprattutto agli scarichi hanno dato un riscontro positivo a Montmelò, con la Rossa tornata nel lotto delle migliori, ma manca ancora del carico aerodinamico e un po’ di velocità massima. Per ovviare a questi problemi Maranello porterà un vero e proprio pacchetto Evo in Canada. Si lavora sulle forme delle pance e delle masse radianti per ridurre la resistenza esterna e interna.

A Montecarlo, però, vedremo la stessa monoposto ammirata tra le pieghe di Barcellona. Stefano Domenicali non fa drammi: “Altri aggiornamenti significativi li porteremo in Canada, a Montecarlo andremo con questa vettura qui e l’importante sarà trovare il giusto assetto per essere competitivi”

Già perchè se lo spauracchio di molti è la poca trazione in uscita dalle curve lente, fantasma che viene erroneamente associato a Montecarlo, il vero problema potrebbe essere il Canada. I problemi di trazione potrebbero pesare più a Montreal, circuito con  tornantino L’Eplinge e varie chicane che fanno da contorno a una pista veloce, dove quindi si viaggia con le ali “scariche” e il carico o ce l’hai di tuo o sei fregato.

Monaco è un tracciato atipico, dove la configurazione aerodinamica massima per tutte le squadre talvolta lima le differenze. Nel Principato da sempre la parola chiave per andare forte è “bilanciamento”. Ecco perchè Domenicali parla di assetto ideale da trovare, di equlibrio, di set-up.

Il team principal comunque dimostra di crederci eccome alla possibilità di lottare fino alla fine per il mondiale: “Ho rivisto le immagini delle partite finali della Premier League, vinta all’ultimo minuto dal City. Mi ha colpito la grinta con cui Roberto Mancini, cui faccio i miei complimenti per questo importante successo, ha continuato a spronare i suoi anche quando la vittoria sembrava compromessa definitivamente.  Ecco questo deve essere d’esempio per tutti gli sportivi”.

Poi aggiunge: “Quest’anno vincerà chi sarà costante e arriverà sempre tra i primi, nessuno può permettersi amnesie di due o tre gare perchè ci sono troppe squadre competitive pronte a saltare avanti. E’ un mondiale che si gioca sul filo dei decimi se non dei centesimi e avrà la meglio chi sarà capace di portare in pista i migliori aggiornamenti e in poco tempo. Ad esempio noi abbiamo fatto un passo avanti importante, ma non basta. Il distacco da Hamilton sabato in Spagna era ancora troppo ampio”.

La Ferrari è soddistatta e i buoni risultati in queste prime cinque gare sono uno sprone a lavorare doppio per incalzare la concorrenza. Che non starà ferma, certo, ma magari sarà rimasta un pochino spiazzata dal netto miglioramento del Cavallino.

Nota dolente è che da un bel po’ la Rossa corre a metà. E’ il testacoda iridato che infastidisce e stizzisce la Scuderia che avrebbe bisogno come il pane di un secondo pilota capace di portare punti e infastidire i rivali.

Per un Fernando Alonso primo in classifica c’è un Felipe Massa ultimo tra i piloti delle squadre “classiche”. Sessantuno punti per l’asturiano contro i due miseri punticini del paulista. Come già vi abbiamo detto, c’è chi parla di “ultimatum” ormai nei confronti di Felipe, che rischierebbe il posto a metà stagione.

Sembrano solo voci, rumors, d’altronde lo stipendio del brasiliano è alto e al suo sedile è legato più di un interesse commerciale. La Ferrari però sembra aver cambiato di colpo atteggiamento. Per la prima volta si legge una pubblica critica al rendimento di Felipe sul sito ufficiale della squadra. Riportiamo il testo integrale.

“Per quanto riguarda l’analisi del rendimento della Scuderia e dei suoi due piloti, Fernando ha sempre mantenuto un livello molto elevato (67 punti e secondo posto nel 2010, 51 e quinta posizione l’anno scorso) mentre si fa sentire il calo di Felipe. Il brasiliano aveva raccolto 49 punti due anni fa e 24 l’anno successivo mentre sono soltanto due i punti all’attivo in questo inizio di stagione. A Montmelò Felipe è stato molto sfortunato, sia in gara che in qualifica ma tutti – lui per primo – si aspettano un cambiamento di marcia già a partire dal Gran Premio di Monaco, la sua seconda gara di casa visto che vive a poche centinaia di metri da quello che, a partire da domenica prossima, si trasformerà nel paddock del sesto appuntamento del campionato 2012.”

Nel mondiale più tirato e affascinante degli ultimi anni sarebbe un peccato mortale dover correre a metà delle potenzialità. Felipe deve svegliarsi, non ci si può sempre votare a sant’Alonso, che pure i suoi buoni miracoli li sta facendo.

148 Commenti

  • Se la Ferrari scaricasse Felipe ora a stagione in corso con risultati pessimi credo che metterebbe fine alla sua carriera in f1(con fine intendo correre per hrt e marussia, non solo sparire dal circus)cosa che non credo la Ferrari voglia fare a meno di preaccordi o cose del genere che garantirebbero a Felipe un futuro. Certo è che si sta complicando la vita con le sue mani perchè io lo vedevo in crescita ultimamente. Lo scorso gp (se non faceva quell’ errore idiota delle bandiere gialle) nei punti ci arrivava e ora saremmo qui a parlare di una buona rimonta del brasiliano.Se mette da parte la frustrazione di non essere un “Alonso” o un “Hamilton” e iniziasse a pensare arendersi più appetibile in ottica mercato piloti correrebbe sicuramente meglio. Massa va rispettato perchè,anche se non ha vinto il titolo, alla rossa ha dato tanto, a dimostrato a un certo Raikkonen che una differenza di talento si può colmare lavorando sodo con la squadra e correndo con il cuore, e lo ha anche aiutato nel mondiale 2007. Ora io non so quanto budapest 2009 stia incidendo sulle sue prestazioni. A mio parere quello che lo stà massacrando è il confronto con il compagno di box,impietoso, e la mancanza di fiducia in se stesso che ne deriva. Credo che il vero crocevia della sua carriera in Ferrari sia Hockenheim 2010 dove non ha voluto mettersi a servizio della Ferrari(se non mettendola in profondo imbarazzo) ma sopratutto di Alonso che oltre ad essere più veloce è anche più uomo squadra, ed ecco che Felipe si sente isolato, quindi ,per come la vedo io, fino a che è pilota Ferrari bisogna sostenerlo(non giustificarlo) e augurarsi che il trend visto in bahrein sia destinato ad essere quello da qui alla fine della stagione,poi si vedrà. Ripeto una sostituzione in corsa sarebbe una pugnalata alle spalle nei confronti di Felipe e non credo che avverrà a meno di sue pugnalate nei confronti della Rossa che cmq ha una certa gratitudine e fiducia(anche se si stà esaurendo) nei suoi confronti.

    • Ok simo pero con raikonen tutti questi problemi non se li fecero eppure ha dato l ultimo mondiale piloti alla rossa…ed é stato messo alla porta per molto meno…ripeto , pur dispiacendosi umanamente ma , la Ferrari non é una onulus e con massa ridotto cosi si compromette già ora il costruttori….

      • Myriam F2013

        Hai perfettamente ragioe John, con Raikkonen la Ferrari è andata giù pesante. Secondo me il campionato costruttori per la Rossa è già compromesso. Con la complicazione che Massa è consapevole che questo sarà il suo ultimo anno in Ferrari, quindi con un calo ulteriore di motivazioni…

      • quoto, ma massa si è dimostrato superiore nei rapporti con la squadra e per una stagione e mezzo come pilota.Poi io lo avrei mandato via a fine 2011 perchè non si può dare fiducia in eterno..

    • Simo condivido quasi tutto quello che hai scritto, però insomma va bene la gratitudine però a tutto c’è un limite, Massa è semplicemente una persona come un’altra, forse molto più fortunata, il cui “lavoro” è pilotare la Formula 1 (e non una qualunque) coltivando la propria passione ed in più con uno stipendio milionario; viste queste premesse non credo la Ferrari si debba fare troppi scrupoli prima di appiedarlo, altrimenti cosa dovrebbero pensare le persone comuni che in questi anni stanno perdendo il posto di lavoro!!!!…..e poi cosa ti credi, Massa una volta che non sarà più in Ferrari scriverà il solito libro / intervista approfondita in cui sputtanerà la Ferrari come ha già fatto l’altro incapace brasiliano che è passato da Maranello!!!!!

      • tatanka2003

        Ti quoto! Per quanto rispetto si possa dare ad un pilota che ha comunque dato molto alla Ferrari ma che ha anche ricevuto tanto correndo per il marchio più blasonato, e dal lato umano, dopo l’incidente massima fiducia ed appoggio da parte di tutto il team, purtroppo bisogna riconoscere che è un perdente, possiamo tirar su tutte le scuse del mondo, tutti gli episodi, ma il mondiale non l’ha vinto, ora sta addirittura sfiorando il ridicolo, per una volta, dico una, la Ferrari dovrebbe lasciarlo a piedi continuando a pagargli lo stipendio e cercare un sostituto che in 2-3 gare possa prendere confidenza e portare qualche punto, anche perchè la media in proiezione nei prossimi 3 GP è di 1,2 punti in totale, meglio un pilota che non ne faccia proprio per 3 gran premi, ma poi prenda confidenza cominci a portarne di pesanti…

  • Massa come pilota non mi ha mai fatto impazzire anche se nel 2008, sua migliore stagione in F1, è andato davvero molto forte e x poco non vinceva il mondiale, ora purtroppo è un pilota in crisi, probabilmente sfiduciato, demotivato e onestamente dopo budapest 2009 non è più sembrato lo stesso sebbene nel 2010 inizialmente se la giocava con Alonso che probabilmente era ancora in fase d’ambientamento. Dopo questa premessa penso che in formula 1 debbano rimanerci solo piloti al top e quando si allontanano troppo e troppo a lungo dall’apice del proprio rendimento dovrebbero lasciare il volante ad altri, x cui secondo il mio modesto parere dovrebbero appiedarlo al più presto e provare con qualcun altro, magari scommettendo su qualche giovane, magari anche Italiano….

  • ormai penso che la storia di massa con maranello sia finita le opportunità gli siano state date e anche il riconoscimento per quello che ha fatto per la squadra però cambiare in corsa non serve a niente

  • Massa vero é a 3 decimi da Nando che non sono cmq pochi visto che si tratta di un pilota che non ha sfigurato ne col kaiser ne con kimi… il suo problema é la testa credeva che dopo il 2008 sarebbe stato la star di mar anello era convinto di battere o stare con alonso sappiamo come é andatA… questo l ha distrutto da qui i distacchi imbarazzanti…. se stesse sempre a 3 decimi dal leone f Oviedo e non si beccasse regolarmente distacchi da piangere in gara nessuno gli direbbe nulla…. sapendo che più di tanto non può fare pero essere doppiato 2 volte in 5 gp e nei restanti , escluso bahrain, prendersi mazzate cmq notevoli avere 2 punti contro i 61 del tuo compagno é inaccettabile…

    • Redisbetter

      Assolutamente si, 2 punti contro 61 è imbarazzante… non lo stavo difendendo, ne lo “odio” come molti, ma non è un pilota che può guidare una ferrari al momento. Mi dispiace per lui perchè è un bravo ragazzo ma anche secondo me deve essere sostituito il prossimo anno

      • MA no odiare é un parolone e non se lo merita pero deve andar via per come la vedo io anche a stagione in corso….

      • riscossa rossa

        Per me quest’anno si può salvare solo assumendo un super pilota che attualmente fra quelli disponibili non c’è! Ecco perchè tengono Felipe fino alla fine!

      • riscossa rossa

        Per me quest’anno si può salvare solo assumendo un super pilota che attualmente fra quelli disponibili non c’è! Ecco perchè tengono Felipe fino alla fine!

  • Redisbetter

    Non credo che massa sia peggiorato dopo il suo incidente.
    Anche prima era piu lento di alonso di qualche decimo, solo che quest’anno i distacchi sono risicatissimi e 3 decimi di differenza ti fanno finire parecchio indietro.

    • non credo, ad inizio 2010 gli finiva o subito dietro o subito davanti. Da stargli in scia ad avere quasi un minuto di distacco in gara ne passa e non può essere colpa solo della vettura su misura per Alonso. Nel 2008 Raikkonen era in difficoltà con le sospensioni (su misura per Massa che sia stato voluto o no), ma finiva regolarmente a punti e allora i primi 8 prendevano punti

      • secondo me l’incidente può centrare, ma non del tutto. è psicologico e di motivazioni il suo problema

      • Redisbetter

        l’anno nero di raikkonen in ferrari se non ricordo male era nelle prove per problemi dovuti alla temperatura delle gomme (poi in gara era velocissimo e durante la stagione credo che abbia fatto il record di giri veloci) mentre massa non so per quale motivo riusciva a mandarle in temperatura subito, ma anche nel 2008 in gara massa prendeva 3 decimi da raikkonen. Poi non so, puo essere che sia peggiorato visto che ormai non sentirà piu neanche la fiducia della squadra…

      • ….e dei tifosi.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!