McLaren rivela: veloci a Jerez per un errore di montaggio

20 marzo 2013 10:47 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Button e Whitmarsh hanno spiegato il perché del buono stato di forma mostrato a Jerez e poi non più ripetuto: un errore di montaggio aveva creato un assetto “irrealistico”, non ripetibile su altri circuiti.

button-mclaren-jerezL’“incredibile” giro record fatto segnare da Jenson Button nella prima giornata di test a Jerez aveva fatto pensare che la McLaren fosse pronta ad iniziare il 2013 così come aveva concluso il 2012: sul gradino più alto del podio. Fin dalla seconda giornata, però, la MP4-28 era sembrata sempre meno brillante rispetto alle dirette avversarie, fino ad arrivare alla debacle australiana.

Purtroppo per i tifosi McLaren, l’ottimo tempo fatto stampare a Jerez non sembra essere un dato cui aggrapparsi per valutare la prestazione della vettura di Button e Perez. “Quel giorno avevamo un set-up che non credevamo di avere e con cui in realtà non avremmo potuto lavorare” ha affermato Jenson Button nel venerdì di Melbourne. Non una soluzione a cui poter tornare facilmente, quindi. Ma in cosa consisteva questo set-up che la squadra si era inaspettatamente ritrovata tra le mani?

Ci ha pensato Martin Whitmarsh a chiarire la questione, spiegando che, più che un assetto apparentemente vincente, quello di Jerez era stato un errore in fase di montaggio: un componente della sospensione fissato nel verso sbagliato. Una parte montata in modo scorretto ha fatto sì che corressimo con una vettura irrealisticamente bassa, il che sembra avesse giovato alla macchina”. Ma, dopo aver scoperto l’errore al termine della prima giornata, era stato necessario correggerlo, dato che la vettura in quelle condizioni non avrebbe potuto correre su altri tracciati, soprattutto a pieno carico: Non potrebbe funzionare su altri circuiti, come Melbourne. È per questo che la macchina al momento ha una prestazione imprevedibile. Era un set-up non sfruttabile su molte piste”.

Il Team Principal McLaren ha poi spiegato che buona parte del lavoro svolto nelle prove libere australiane è stato proprio indirizzato alla ricerca di un assetto il più vicino possibile a quello “fittizio” di Jerez. E se questo studio per ora non ha dato i suoi frutti, per il team di Woking può essere pur sempre un punto da cui partire per comprendere maggiormente la vettura, dato che un ritorno alla MP4-27 sembra essere al momento fuori discussione.

29 Commenti

  • davidenk79

    per adesso Hamilton batte Mcl e detrattori 2 a 0!:)

  • La Lotus che a Melbourne spiattellava con repentine scintille, sia con il pieno che con il vuoto, che cosa aveva di così particolere?

    Forse un correttore, fuorilegge, di assetto?

  • Tragicomico! Ma almeno hanno qualcosa su cui lavorare, cercare di riprodurre quelle condizioni con assetti corretti e magari montando i pezzi dritti…

  • E comunque ha dell’incredibilmente comico se ci pensate!
    Montano un pezzo alla rovescia e vanno più veloci,robe da matti,e poi manco se ne accorgono!
    Questi sono i risvolti comico/umani di una formula uno ipertecnologica,spendi milioni di euro per progettare una macchina,poi monti un pezzo alla rovescio e vai più veloce!!!!!

  • Domanda OT…qualcuno sa che fine ha fatto il sito f1 techical? (sempre che si possa chiedere)

  • E’ stato un errore che ha però portato ad un grande vantaggio, perché sanno in quali condizioni la loro vettura rende al meglio.

  • Sarò inutilmente cattivo, lo so, ma io non credo a Martin. Dev’esserci un’altra spiegazione. È davvero possibile che dalle telemetrie non si fossero accorti dell’altezza dal suolo per tutto il giorno? E che non avessero verificato la discrepanza tra le regolazioni meccaniche e quelle restituite dal software dopo il primo pit?

    • ma perchè commentare se le cose nell’ignoranza assoluta non si conoscono?
      ma chi siete voi per districarvi in discorsi da vecchi ingegneri?

      LA TELEMETRIA NON TI DA INFORMAZIONI SULL’ASSETTO DELLA VETTURA, MA SOLO SU COME SI AFFRONTANO I SETTORI DEL CIRCUITO, TENENDO UNA TRACCIA DELLA MONOPOSTO, VELOCITA’, GIRI DEL MOTORE, E TEMPI….

      • hai detto bene nella prima parte, quindi potevi evitarti la seconda parte…

      • Commento la formula1 per lo stesso motivo per il quale commento un film senza essere un regista.

      • Antonio, stai attento a salire in cattedra, rischi di fare magre figure….

      • veramente, specie durante i test, è prassi usare un sensore laser che misura l’altezza da terra. Quello posteriore spesso lo vedi sulla struttura di assorbimento. Evidentemente “ignoravi” la cosa….

      • Anzi, dopo una veloce googlata posso affermare che le F1 sono piene di sensori che misurano l’assetto da terra, specie durante i test

        scarbsf1.files.wordpress.com/2011/11/abudhabitest_rideheight_det.jpg

  • mi chiedo perche stravolgere un progetto vincente come la 27….avevano paura del margine ridotto di sviluppo che potesse avere la monoposto pero anche gli altri team sono nella stessa condizione…

  • Myriam F2013

    Strano che un team come la McLaren incappi in questi errori

  • Ecco che si spiega tutto…

  • pazzesco….effettivamente quel tempo di button era incredibile….ecco perche in molti pensavano che si stesse nascondendo..

  • Io continuo a non capirci nulla…cioè, mettiamo anche il caso che la macchina era di mezzo centimetro piu bassa del normale…come si fa a passare da essere velocissimi a prendere due secondi da tutti???

    • una monoposto bassa ti permette di avere più carico aerodinamico, di incollare, detto volgarmente, la vettura a terra, facendo percorre le traiettorie in una precisione esemplare, l’impostazione dell’anteriore in un ingresso di una curva come anche quando si esce è tutto per chi deve effettuare un buon tempo, avendo la macchina bassa, riceve meno attrito e quindi riesce a perforare meglio l’aria..

  • Ma chi glielo ha fatto fare! Avevano una vettura che si è dimostrata la migliore,e,in questo che è un anno di transizione dato che il prossimo cambierà tutto,loro vanno a stravolgere una vettura che il prossimo anno non servira piu a niente? O forse il lavoro di quest’anno lo possono riapplicare alla prossima macchina?

    • Goodyear4F1

      Per quanto riguarda le sospensioni certamente possono replicarlo il prossimo anno e se fanno come Ferrari risulterà un vantaggio…anche ad inizio stagione scorsa la Ferrari aveva gli stessi problemi con le pull-rod anteriori, ma ora che li ha risolti si comporta molto meglio…tutto sta nel metterli a punto come si deve e tra un po’ la McLaren inizierà a risalire. Poi si può discutere anche di quanto i due piloti possano metterci del loro meglio per mascherare i problemi (ad inizio anno scorso Alonso ha fatto quasi un miracolo vincendo in Malesia)

  • lewis_the_best

    speriamo lo trovino in fretta sto aspetto giusto

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!