Horner e Newey accolgono Daniel Ricciardo in Red Bull

3 settembre 2013 09:20 Scritto da: Davide Reinato

Le dichiarazioni di Horner, Newey e Ricciardo dopo che la Red Bull ha annunciato la propria formazione di piloti per il 2014.

ricciardo-redbull-racingDan, l’uomo per il 2014. Così la Red Bull Racing ha ufficialmente dato l’annuncio dell’arrivo di Daniel Ricciardo a Milton Keynes nel 2014. Il comunicato stampa è puntualmente arrivato pochi minuti dopo che Helmut Marko aveva confermato l’accordo durante un talk show sulla TV austriaca.

Christian Horner, Team Principal della squadra anglo-austriaca, ha dichiarato: “E’ un piacere per me confermare che sarà Daniel il pilota titolare per il 2014. E’ un ragazzo di grande talento e la giusta attitudine alle corse. Alla fine, è stata una scelta molto logica per noi scegliere Daniel. Si è unito al Red Bull Junior Team nel 2008 e lo abbiamo visto crescere professionalmente in F3 e in World Series Renault. Si è distinto in ciascuna di queste categorie e abbiamo seguito i suoi progressi con grande interesse. Ha tutti gli attributi necessari per correre per la nostra squadra. Daniel sa bene cosa il team di aspetta da lui, ma imparerà velocemente. Sono sicuro che sia una grande opportunità per quella che penso sarà una star del futuro”.

Le parole di Horner sono accompagnate da quelle di Adrian Newey, Direttore Tecnico della squadra. “Da quando Mark ha annunciato il suo ritiro, abbiamo sondato con attenzione il mercato piloti. Avremmo potuto prendere un pilota esperto (Raikkonen, ndr), o allo stesso tempo un pilota molto giovane nella speranza di farlo crescere. Abbiamo optato per questa seconda scelta, dato che tutti concordavamo che Daniel è il più promettente del programma giovani. Una decisione che mi ha ricordato un po’ una situazione simile a quando ero alla Williams. Nigel Mansell era in partenza e avevamo bisogno di mettere qualcuno accanto a Prost. Potevamo puntare su Riccardo Patrese o su un giovane: scegliemmo la seconda opzione e chiamammo Damon Hill, che era il test driver all’epoca. Penso che sia giusto dare ai giovani la possibilità di potersi esprimere ad alti livelli”.

Ovviamente, il sempre sorridente Ricciardo non vede l’ora di finire il proprio lavoro con la Toro Rosso e iniziare la nuova avventura in Red Bull. “Mi sono davvero bene, molto bene, in questo momento. Sto provando un sacco di emozioni forti. Da quando sono arrivato in F1 nel 2011, ho sempre sperato che questo giorno arrivasse. Ho avuto buoni risultati e la Red Bull ha deciso di darmi una possibilità. Vorrei ringraziare la squadra per avermi dato questa opportunità. Il team lo conosco già, perché nel 2010 ero il pilota di riserva, quindi il mio periodo di adattamento dovrebbe anche essere facilitato. Sarà una grande sfida poter lottare contro Sebastian Vettel, non vedo l’ora. Adesso, l’obiettivo è di finire la stagione nel miglior modo possibile per me e la Scuderia Toro Rosso. Poi, una volta completata la stagione, sarà completamente concentrato sulla stagione 2014″.

6 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!